Benvenuto su Sott.net
dom, 28 nov 2021
Il Mondo per Coloro che Pensano

Better Earth

SOTT Sommario Cambiamenti della Terra - Maggio 2018: Clima Estremo, Sconvolgimenti Planetari, Meteore Infuocate

lava
Mentre la neve fuori stagione è caduta per tutto il mese di maggio dalle Rocky Mountains al nord degli Stati Uniti, al Canada, al nord Europa, al nord-est della Cina, al nord dell'India, al Kashmir e al Nepal, è stata un'inondazione di proporzioni "bibliche" in tutto il mondo che ha rubato lo spettacolo questo mes

Anche gli Stati Uniti e gran parte dell'Europa hanno avuto la loro parte di tornado e di devastanti grandinate... Sembrerebbe quasi che la grandine gigante stia diventando la normalità in molte parti del mondo.

Migliaia di persone in Sud America, Europa, Asia, Medio Oriente e Africa sono state sfollate e lasciate senza elettricità in alcune zone a causa delle forti e persistenti precipitazioni. La Somalia, che era stata colpita da un'estesa siccità, è ora inondata a causa di una pioggia senza precedenti che ha colpito la nazione desertica dello Yemen con 3 anni di precipitazioni in un solo giorno a causa del ciclone Mekunu. Anche la prima tempesta della stagione 2018, l'uragano Alberto, ha portato inondazioni e distruzioni a Cuba.

Tappeti di pioggia, grandine, inondazioni e temperature insolite hanno inoltre danneggiato una grande quantità di colture in alcune delle aree più fertili del mondo, aggiungendosi alle preoccupazioni di una crisi alimentare in un futuro non troppo lontano.

L'attività vulcanica di questo mese è stata coronata dal Kilauea con le sue colate laviche inarrestabili che hanno colpito migliaia di abitanti delle Hawaii. Mentre la lava si riversava, un terremoto di magnitudo 6,9 ha scosso l'isola maggiore innescando uno sciame di piccoli terremoti e almeno una dozzina di fessure lava aperte in seguito che hanno distrutto 37 edifici, tra cui 28 case. Ad almeno 1800 persone è stato ordinato di evacuare le proprie abitazioni. Il vulcano Kilauea ha sorpreso anche con fiamme di metano verso fine mese, e il gas tossico si è sparso dappertutto.

Ma il Kilauea non è il solo a sputare lava, molti altri vulcani intorno all'anello del fuoco - come il Vulcano di Fuoco, Sinabung, e il Monte Merapi -, sono attivi e infuriano...

Guardalo qui sotto:


Commenta:
Guarda i video precedenti :



Bullseye

Ragazzo con evidenti problemi psicologici vince il primo posto in un evento sportivo femminile

High School Runners
© unknown
Ai posti... Pronti... Transitate
La guerra alla realtà continua.

Una storia da una scuola superiore del Connecticut all'inizio di questo mese riporta come un maschio diventato femmina transgender, atleta di atletica leggera ha battuto due record di stato.
Lunedì, quando il Connecticut ha tenuto i campionati statali di atletica leggera a Willow Brook Park, una persona ha battuto il record statale di atletica leggera per le ragazze in entrambe le piste da 100 e 200 metri.

Quella persona era un maschio biologico.

Commenta: Girls' track meet records being set by transgender biological boys who now claim to be "girls"


2 + 2 = 4

Petrodollaro, Deficit Commerciale e Tariffe: Cosa Sta Facendo Trump?

US china trade war
"I cinesi ci violentano" e "il Canada sta uccidendo i nostri agricoltori"! Tali affermazioni melodrammatiche da parte di Trump risuonano con molti americani, perché gli effetti della globalizzazione sono stati devastanti per metà della popolazione. A suo credito, Trump è stato persistente sul deficit commerciale per trent'anni - si lamentava dei giapponesi negli anni '80. Tuttavia, sta semplificando eccessivamente il problema e le soluzioni. Si tratta di un argomento importante che richiede una riflessione seria.

Vader

Post-nichilismo, un modello per dove ci stiamo dirigendo

SJWs, Social Justice Warriors
© Ericallie
Alcuni di voi forse ricorderanno il mio ultimo articolo, "post-imperialismo, un modello per un nuovo ordine sociale", dove ho descritto una società utopica. Parlava delle idee di comunità, dei valori, della ricerca della verità e della realtà oggettiva. Il presente articolo fa quasi il contrario, descrive lo stato attuale della nostra società e dove probabilmente si sta dirigendo. Più specificamente, mi concentrerò sull'ascesa e la predominanza delle minoranze "organizzate", siano esse omosessuali, atee, composte da migranti, pagani, appassionati di arte moderna, vegetariani, sostenitori LGBT, e così via.

L'elenco è lungo e si allunga sempre di più, come se fossimo entrati in un'epoca in corsa alla vittimizzazione. La maggior parte di queste minoranze si considerano "guerrieri dell'eguaglianza sociale" o SJWs. Cercherò di spiegare come i SJWs hanno finito per imporre la loro visione del mondo alla maggioranza e da dove proviene questo infuriante proselitismo mostrato dai SJWs.

Sono stati usati molti termini per descrivere il mondo distopico in cui ci troviamo: materialista, scientista, ateista, individualista, razionalista, consumista. Sono tutte descrizioni valide, anche se riguardano solo una delle tante sfaccettature della nostra società globale.

Recentemente alcuni pensatori hanno tentato di dare una valutazione più ampia della nostra società e l'hanno descritta come nichilista, relativista, post-moderna. Questi tre termini hanno in comune il fatto di affermare che non vi può essere verità oggettiva, nessun significato oggettivo e nessun valore morale oggettivo.

Ma quando si osserva il proselitismo veemente mostrato dalle minoranze 'attiviste', sembra che esse credano fermamente nella verità e sono molto disposte a combattere per difenderla. Come può avvenire questo in una società nichilista/relativista/postmoderna, dove non c'è verità, un futuro e un obiettivo?

Oltre a tracciare le cause e le origini fondamentali del fervore e del proselitismo delle minoranze "dominanti", cercherò di descrivere le dinamiche attuali e dimostrare che vanno ben oltre il "nichilismo". Ecco perché uso il termine "post-nichilismo" per indicare la società che emerge dopo la fase transitoria "nichilista".

Magnify

Aquarius. La nuova tratta degli schiavi

aquarius
E basta raccontare bufale a gogò !! Tutti i giornaloni a raccontare che il governo SalviMaio sarebbe più Salvi e meno Maio, tutti a incensare Salvini che avrebbe fagocitato tutta la compagine di governo, praticamente sparita di fronte alla sua sapienza strategica. Senza rammentare naturalmente, raffinatezza mediatica, che la strategia di Salvini è stata concordata con Toninelli, Di Maio, e Conte. Quindi tutti d'accordo, in santa pace. Le contraddizioni del governo sono e saranno altre, basta aspettare ancora un po' e le vedremo, ma per il momento la luna di miele procede a gonfie vele. Le vele dell'Aquarius invece sono state bloccate prima che potessero approdare sui porti italiani.

Proprio ieri infatti sono state fatte 45 nomine di 6 viceministri e 39 sottosegretari, e la netta maggioranza spetta al M5S. Restano fuori Borghi e Bagnai. Che fine hanno fatto? Forse sono tenuti a bagnomaria per il prossimo giro?

Intanto la chiusura dei porti per la ong Aquarius ha destato un vespaio senza precedenti, da parte di tutti i media nazionali e internazionali, di tutta la casta italiana e di Bruxelles, tranne qualche sporadica eccezione. Ma si sta già formando un fronte sinistrato nazionale, con diramazioni europee, che si è apertamente manifestato all'ultima trasmissione di Floris, Di Martedì.

Lo ha chiaramente espresso il leader di Diem 25, Yanis Varoufakis: «Oggi il signor Salvini dichiara guerra contro la civiltà, e sta portando in Europa e in Italia una nuova occasione per il fascismo» ... «Vogliamo dichiarare una piena disobbedienza civile alla sua guerra contro la civiltà. Combatteremo i razzisti in acqua, nei porti. Combatteremo contro l'Internazionale razzista di Salvini, Orban, di Alternative fur Deutschaland, nelle nostre città. Combatteremo i razzisti e quell'establishment a Bruxelles, a Berlino, Roma, che ha consentito ai razzisti di arrivare al successo. Questo è il momento della solidarietà e di riprenderci la nostra Europa e i nostri spazi».

Newspaper

L'era dell'Aquarius

aquarius

di Pino Cabras


È già evidente come la vicenda dell'Aquarius, la nave attrezzata con 629 migranti soccorsi in mare e in attesa di un approdo certo, rappresenti il primo episodio di una nuova importante fase politica in materia di gestione dei flussi migratori. Il caso Aquarius sta spingendo tutti a posizionarsi e a dipingere lo scenario con toni molto forti, accuse durissime, appelli perentori su fronti opposti.

Per parte mia so che dietro al caso Aquarius ci sono sì quelle 629 vite in viaggio e in ansia, ma c'è anche una questione enorme, complessa, di fronte alla quale non ci sono soluzioni semplici. Non si mettono le brache al mondo, neanche in questa materia. Però si possono costruire punti di riferimento molto laici e ridurre i decibel delle grida, guardando avanti e calcolando il tempo che abbiamo per fare qualcosa.

Partiamo ad esempio dalla cosa più urgente, la vita delle persone coinvolte in questo specifico caso. Se ne parla con i toni del pericolo imminente, come se si trattasse di una carretta del mare pronta a rovesciarsi dopo un S.O.S., mentre invece si tratta di un mezzo sicuro, con viveri e medicinali, in costante contatto con le autorità e con gli operatori sanitari per urgenti rifornimenti. Non è sicuramente un posto invidiabile dove trascorrere l'esistenza, ma non è peggiore di un centro di prima accoglienza sulla terraferma. Quel che è in atto è "solo" un braccio di ferro politico sulla destinazione di questo segmento del viaggio. Come ogni questione politica, la decisione è da ritenersi un argomento controverso, ma quel che è certo è che non sussiste una minaccia diretta e grave all'esistenza delle persone che stanno dentro l'Aquarius. Chi definisce la decisione del governo (che nega l'approdo in porti italiani della nave proveniente dalle acque libiche) come un'operazione spietata di gente "senza cuore", e invita nel frattempo a guardare in faccia "gli occhi dei bambini", punta a un importante lato emotivo che tuttavia è fuorviante se si considera che non è affatto in questione il loro salvataggio, bensì la forma che assumerà la loro accoglienza e le decisioni su chi abbia diritto a restare.

Star of David

Armi contro specifici gruppi etnici: La vera storia dell'assassinio del Dr David Kelly

Immagine

Commento: Il mese scorso sono venute alla luce nuove prove schiaccianti che implicano chiaramente il governo Blair nell'atto di insabbiare l'assassinio dello scienziato britannico Dr. David Kelly. E questo mese è stato annunciato che il Ministro della Giustizia del Regno Unito avrebbe investigato su un dossier spedito da un ex agente KGB, o da un residente nel Regno Unito, che dettagliava come lo scienziato fosse stato "soppresso in un assassinio premeditato".

Quindi, possiamo aspettarci che il governo britannico annulli il termine di 70 anni che aveva inserito nei file relativi alla post-mortem di Kelly? Improbabile. Quando SOTT.net ha ripescato le trame del suo omicidio alcuni anni fa, ha svelato una serie di connessioni che hanno chiarito perché quest'uomo doveva essere messo a tacere e perché il suo omicidio doveva essere celato.

Con il nuovo governo britannico stesso che riconosce che il caso è lungi dall'essere chiuso, sembra giunto il momento di rivisitare le oscure attività portate alla luce dalla morte di Kelly.


Armi Etniche

Abbiamo già pubblicato un articolo su SOTT che spiegava come David Kelly fosse coinvolto in un lavoro altamente segreto presso lo Institute for Biological Research in Israele.

Un articolo del 15 novembre 1998 del Sunday Times suggerisce che tale Istituto "sta lavorando ad un'arma biologica che potrà colpire gli arabi lasciando illesi gli Ebrei".
Israele prepara una bomba 'etnica' mentre Saddam si appresta a capitolare

London Sunday Times
15 novembre 1998


Israele sta lavorando ad un'arma biologica che danneggerebbe gli arabi ma non gli ebrei, secondo fonti militari e di intelligence occidentali israeliane. L'arma, destinata alle vittime a causa dell'origine etnica, è vista come la risposta di Israele alla minaccia di attacchi chimici e biologici da parte dell'Iraq.

Uno scienziato ha detto che il compito era estremamente complicato perché sia gli arabi che gli ebrei sono di origine semitica. Ma ha aggiunto: "Sono tuttavia riusciti a individuare una caratteristica particolare nel profilo genetico di alcune comunità arabe, in particolare del popolo iracheno."

2 + 2 = 4

Il conflitto con l'Iran - Quello che non viene detto

USA vs Iran
© southfront.org
Dimenticate il clamore sul programma nucleare iraniano - Netanyahu e i Neocon urlano da più di vent'anni sull'imminente distruzione del globo a causa delle bombe nucleari inesistenti dell'Iran. La verità è che l'Iran è nel mirino degli imperialisti occidentali per quattro motivi geopolitici principali:

Star of David

Gaza e Palestina 101 per gli Americani

Prima di rallegrarsi della morte dei palestinesi nella Striscia di Gaza, ci si dovrebbe chiedere: "Perché protestano i palestinesi?". Incriminare Hamas è un punto di discussione che nasconde molti fatti e la realtà. Negli ultimi due giorni, 65 palestinesi sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco e più di 2000 sono stati feriti - tra cui 200 medici e infermieri e un paio di giornalisti - da cecchini israeliani. Il numero di feriti tra gli israeliani? ZERO!

Cult

Origini della collusione wahhabita-sionista

saudisraele
Alla fine del XVIII.mo secolo, al culmine delle conquiste coloniali, gli imperialisti britannici crearono due forze distruttive apparentemente antagoniste, il sionismo da una parte, il wahhabismo o salafismo dall'altra. Applicavano così il motto "divide et impera". Se i sionisti sono la spada dell'imperialismo, gli islamisti ne sono gli ausiliari, gli harkis. Il sionismo è una calamità imposta dall'esterno al mondo arabo. Il wahhabismo è una degenerazione endogena inoculata agli arabi in modo che per primo attacchino i musulmani sunniti: turchi e gli altri arabi. Rashid Ghannouchi ha detto che i salafiti sono i "suoi figli", essendo il padre del salafismo in Tunisia. Quindi evitate di dover distinguere tra salafismo, wahabismo e islamismo: sono la stessa razza.

L'islamismo è per l'Islam ciò che è il sionismo per l'ebraismo: un'ideologia di conquista del potere in nome della religione a scapito del popolo. Allo stesso modo, come non dobbiamo confondere Islam e islamismo, non confondiamo sionismo ed ebraismo. Ma quando si sostiene di essere il protettore dei luoghi santi dell'Islam, come afferma la dinastia saudita, quando finanza e dirige gruppi islamisti, spesso terroristici, e poi nascondendo la propria origine ebraica, ne fa di fatto un "sottomarino" sionista. Secondo i documenti storici pubblicati di recente, questo sarebbe il caso del wahhabismo e della dinastia saudita.

Origini

Nel 1914 inizia la prima guerra mondiale. Avrà un impatto decisivo sul successo del sionismo e del wahhabismo. Gli ottomani entrarono in guerra a fianco della Germania e dell'Austria-Ungheria contro Francia, Regno Unito, Italia e Russia zarista. Ognuna di queste quattro potenze aveva ambizioni territoriali verso l'Impero ottomano che volevano smantellare e spartirsi. Nel 1915, il leader sionista inglese Chaim Weizmann s'impegnò a convincere l'amministrazione britannica dei vantaggi nel sostenere la causa sionista. Nel 1916, l'accordo segreto Sykes-Picot divideva tra la Francia e il Regno Unito l'impero ottomano, in caso di vittoria, assegnando ai britannici le aree che bramavano. Nel 1917, Lord Balfour, rappresentante del governo britannico, inviò a Lord Lionel Walter Rothschild una lettera, la "Dichiarazione Balfour", in cui affermava che il Regno Unito era favorevole alla creazione di un "focolare nazionale ebraico" in Palestina.