Benvenuto su Sott.net
mar, 18 set 2018
Il Mondo per Coloro che Pensano


Stock Down

Il Grande Inganno: Lo strangolamento dell'economia russa negli anni '90 è stata una politica deliberata del FMI

... se la nozione di miliardi di barili di riserve di petrolio e miliardi di tonnellate d'oro riempie i vostri sogni con immagini di montagne di denaro facile e di vodka ghiacciata, allora Boris Yeltsin potrebbe trovare un lavoro per voi. - Paul Hofheinz, Fortune Magazine, 23 settembre 19911
L'articolo in questione è un estratto del capitolo 3 del mio libro Grand Deception: the Truth about Bill Browder, Magnitsky Act and Anti-Russian Sanctions. Trovate la prima parte qui. La seconda parte la potete vedere qui.

russia 90s
© Viktor Korotayev/Reuters
Un venditore ambulante dà da mangiare a un cane randagio in un mercato alimentare illegale nella periferia di Mosca, Gennaio 1997
La terapia d'urto ha portato la Russia ad una delle peggiori e più lunghe depressioni economiche del XX secolo, una catastrofe umanitaria senza precedenti per una crisi in tempo di pace, e una privatizzazione criminalmente iniqua dei beni pubblici. Le ragioni per cui le cose sono accadute in questo modo in Russia non sono generalmente ben comprese in Occidente. Anche tra gli intellettuali più informati, il fallimento della terapia d'urto è spesso considerato vagamente legato a qualche sinistro difetto della società russa. È quella che Bill Browder ha definito "la sporca disonestà della Russia", o "la fondazione del male della Russia", che ha generato corruzione e criminalità di proporzioni sbalorditive. In questo ambiente tossico, i dolci frutti della democrazia occidentale e del capitalismo non potevano semplicemente maturare nonostante la generosa benevolenza degli amici occidentali della Russia.

Una tale versione credulona degli eventi non è mai stata basata su un'analisi coerente di ciò che è accaduto in Russia durante gli anni '90. Piuttosto, si basava su una gestione propositiva della percezione nei media occidentali. Nell'aprile 2015, il Washington Post ha fornito un buon esempio di questa gestione della percezione. In un articolo del comitato editoriale, il Washington Post ha informato i suoi lettori che negli anni '90, "migliaia di americani sono andati in Russia sperando di aiutare il suo popolo ad ottenere una vita migliore. Lo sforzo americano e occidentale negli ultimi 25 anni - a cui gli Stati Uniti e l'Europa hanno dedicato miliardi di dollari - era volto ad aiutare la Russia a superare l'orribile eredità del comunismo sovietico, che ha messo il paese in ginocchio nel 1991. ... Gli americani", scrivono i redattori del Washington Post, "sono venuti con le migliori intenzioni. .... una mano generosa è stata estesa alla Russia post-sovietica, offrendo il meglio dei valori e delle competenze occidentali".2

Die

Il Grande Inganno: La Rivolta dei legislatori russi e la Crisi Costituzionale del 1993

"Abbiamo creato un negozio virtuale aperto a ruberie a livello nazionale e alla fuga di capitali in termini di centinaia di miliardi di dollari, e per la raccolta di risorse naturali e industriali ad una scala che dubito sia mai avvenuta nella storia dell'umanità". ~ E. Wayne Merry, capo analista politico presso l'Ambasciata degli Stati Uniti a Mosca (1990-1994)
L'articolo in questione è un estratto del capitolo 3 del mio libro Grand Deception: the Truth about Bill Browder, Magnitsky Act and Anti-Russian Sanctions. La prima parte è qui.
parliament moscow tanks 1993

La democrazia russa ha avuto un inizio piuttosto difficile
Le riforme economiche e le privatizzazioni sono state estremamente distruttive per la Russia. Tali obiettivi sono stati raggiunti anche al di fuori del quadro giuridico. Per eludere le agenzie governative e aggirare il parlamento, il governo di Eltsin ha lavorato attraverso una rete di agenzie private e organizzazioni non governative istituite da Anatoly Chubais, con associati e consiglieri occidentali. Una delle più importanti di queste organizzazioni è stata la Russia Privatization Center (RPC), istituita dall'HIID e Anatoly Chubais con un decreto presidenziale. I direttori di RPC erano Andrei Schleifer e Chubais stesso. Esemplificando la corruzione e i conflitti di interessi privati e pubblici nel gabinetto di Eltsin, Chubais dirigeva contemporaneamente l'RPC privata e il GKI (Ente federale per la gestione della proprietà statale) del governo. Questo non sembrava preoccupare gli sponsor occidentali di RPC; oltre a una sovvenzione di 45 milioni di dollari da USAID, RPC ha ottenuto 59 milioni di dollari di credito dalla Banca Mondiale, 43 milioni di dollari dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo e ulteriori finanziamenti da parte dell'Unione Europea, Giappone e diversi governi europei.1 L'HIID ha inoltre contribuito all'istituzione della Commissione federale dei valori mobiliari, anche con il denaro dell'USAID.

SOTT Logo

Il Grande Inganno: Il raid sulla Russia degli anni '90

russia 90s
Con l'avvicinarsi della fine dei mondiali di calcio del 2018 in Russia, molti dei suoi visitatori stranieri sono rimasti sorpresi di trovare in Russia una società benestante e un ospite amichevole e accogliente. Di conseguenza, è difficile accettare che solo una generazione fa la Russia ha vissuto un collasso politico, economico e sociale di proporzioni disastrose. Dopo la disintegrazione dell'Unione Sovietica nel 1991, la Russia ha intrapreso una transizione dal comunismo al capitalismo. Il cosiddetto programma di "terapia d'urto", prescritto e guidato da esperti occidentali, che ha prodotto la più lunga, e anche una delle più gravi, depressioni economiche del XX secolo. Oggi, poche persone al di fuori delle nazioni dell'ex Unione Sovietica ricordano questo buio episodio. Ancora di meno lo comprendono.

Anche tra gli intellettuali più informati dell'Occidente, il fallimento della transizione della Russia attraverso la terapia d'urto è ampiamente frainteso e spesso attribuito a qualche sinistro difetto all'interno della società russa, un difetto che ha generato corruzione e criminalità di proporzioni sconvolgenti. In questo ambiente tossico, i dolci frutti della democrazia occidentale e del capitalismo semplicemente non potevano crescere nonostante la generosa benevolenza degli amici e sostenitori occidentali della Russia.

Nell'aprile del 2015, il comitato editoriale del Washington Post ha pubblicato un articolo che informava i lettori che negli anni '90, "migliaia di americani si sono recati in Russia sperando di aiutare il suo popolo a raggiungere una vita migliore. Lo sforzo americano e occidentale degli ultimi 25 anni - al quale gli Stati Uniti e l'Europa hanno dedicato miliardi di dollari - era volto ad aiutare la Russia a superare l'orribile eredità del comunismo sovietico, che aveva messo il paese in ginocchio nel 1991. ... Gli americani" - scrivono i redattori del Washington Post - "sono arrivati qui con le migliori intenzioni... una mano generosa è stata tesa alla Russia post-sovietica, offrendo il meglio dei valori e delle capacità occidentali". (Hiatt 2015)

Commenta: Red Pill Press ha riportato in stampa il libro bandito di Krainer. È possibile acquistarlo su Red Pill Press e su Amazon.


Stormtrooper

Fascismo Liberale: Perché il Fascismo è sempre stato un Movimento di Sinistra, e come riconoscere i suoi Principi

Liberal Fascism
In tempi di radicale correttezza politica, di prepotenti che attaccano coloro che mettono in discussione la santa trinità liberale della diversità, dell'inclusione e dell'uguaglianza, e di un media che si spinge oltre la linea del partito diffamando i dissidenti, è facile capire perché sempre più persone stanno definendo "fascista" l'attuale pensiero di gruppo progressista. Ma se guardiamo alla storia, come ha fatto Jonah Goldberg nel suo libro, Il Fascismo Liberale, ci rendiamo conto che questo non è il punto: la sinistra di oggi non si limita solo ad usare tattiche fasciste. No, il fascismo è, ed è sempre stato, un progetto progressista di sinistra. Quello che oggi chiamiamo conservatorismo ha poco a che vedere con esso - in realtà, è quasi l'esatto opposto.

Per capire questo, dobbiamo prima capire che il fascismo è un movimento rivoluzionario, nella tradizione della Rivoluzione Francese. Come dice Goldberg,
...la Rivoluzione Francese fu la prima rivoluzione totalitaria, la madre del moderno totalitarismo, e il modello spirituale per la rivoluzione italiana fascista, la rivoluzione nazista tedesca e la rivoluzione comunista russa. E' stata avviata come una rivolta nazionalista-populista e fu guidata e manipolata da un'avanguardia intellettuale determinata a sostituire il cristianesimo con una religione politica che glorificasse "il popolo", consacrando l'avanguardia rivoluzionaria come loro sacerdoti e riducendo i diritti degli individui.
La rivoluzione non è esattamente un punto di discussione conservatore, giusto? Prendiamo in considerazione un primo programma di Mussolini, "il padre del fascismo": alcune delle iniziative che questi primi fascisti volevano includere era l'abbassamento dell'età minima per votare, la fine della leva militare, l'abrogazione dei titoli di nobiltà, un salario minimo, la costruzione di scuole "rigidamente laiche" per il proletariato, un grande sistema fiscale progressivo... in altre parole, una piattaforma di sinistra classica. Il fascismo è stato, in un certo senso, una rivoluzione bolscevica senza l'internazionalismo. Di conseguenza, molti progressisti americani a quel tempo riempivano di lodi Mussolini. Anche Hitler era anti-capitalista e anticonservatore. Scrive Goldberg:
I nazisti salirono al potere sfruttando la retorica anticapitalista nella quale credevano incontestabilmente. Anche se Hitler era un vero e proprio nichilista come molti lo ritraggono, è impossibile negare la sincerità dei nazisti nel pensare di rappresentare una forza rivoluzionaria contro il capitalismo. Inoltre, il nazismo ha adoperato molti dei temi che successivamente furono prestati dai nuovi movimenti di sinistra in diversi luoghi e tempi: la supremazia della razza, il rifiuto del razionalismo, l'enfasi sui concetti organici e olistici - tra cui l'ambientalismo, l'alimentazione sana e lo sport - e, soprattutto, la necessità di "trascendere" le nozioni di classe.
Goldberg non lascia dubbi sul fatto che il fascismo - sia il fascismo classico di Mussolini che il nazismo di Hitler - ma anche il comunismo come il gemello altrettanto malvagio del fascismo, sia in sostanza collettivismo, anticapitalismo, antireligione (tranne che può talvolta usare la religione per raggiungere i suoi scopi), vuole controllare tutto in nome del benessere, del progresso e del "bene del popolo", usa la scienza come una sorta di classe sacerdotale per giustificare i leader del "movimento", odia l'individuo e cerca sempre di far progredire il collettivo.... sì, esattamente l'incubo orwelliano che vediamo oggi, per lo più nei movimenti di sinistra.

Attention

La caduta della Civiltà Occidentale: "Fluidità di gender" precursore di un Inferno Postmodernista

values
I valori tradizionali si riferiscono a quelle credenze, codici morali e motivi sociali che si tramandano di generazione in generazione all'interno di una cultura, di una sottocultura o di una comunità. La loro materia include solitamente quella della famiglia, della comunità, della religione e dell'arte. E, sebbene ogni cultura abbia una propria definizione dei valori tradizionali, sembrano esistere principi universali che si basano sull'esperienza e che sono stati creati per mantenere l'integrità di società composte da una vasta gamma di persone con personalità e interessi diversi e per prevenire una discesa nel caos sociale.

Portandola avanti, questa conoscenza viscerale è, almeno in parte, plasmata dall'evoluzione. È plasmata anche da vari fenomeni psicologici e psicopatologici attraverso l'interazione tra la nostra coscienza soggettiva - individualmente e come specie - e il "mondo reale" nel corso del tempo.

Commenta: Per aver un quadro più chiaro di ciò che sta accadendo nelle società occidentali e dove ci stiamo dirigendo come civiltà consigliamo di leggere i seguenti articoli:


Eye 1

C'è una mano nascosta dietro allo 'Scontro di Civiltà' in Europa?

The clash of civilization

Lo scontro di civiltà
Nel mio ultimo articolo intitolato Immigrazione, Crimini e Propaganda, ho suggerito che in Europa si sta creando uno 'scontro di civiltà'.

Questo conflitto è prodotto dalla radicalizzazione di due popolazioni opposte: i nativi bianchi europei che sono incoraggiati a rifiutare qualsiasi forma di immigrazione, e le popolazioni di migranti che sono incoraggiati a rifiutare qualsiasi manifestazione di civiltà bianca europea.

Per raggiungere tale obiettivo, sono in corso cinque operazioni complementari:
  • Guerre combattute dall'Occidente contro paesi a predominanza musulmana
  • La minaccia ISIS e gli attentati terroristici false flag ad essa attribuiti
  • La politica delle frontiere aperte che prevale nell'UE
  • La radicalizzazione delle popolazioni migranti attraverso forme fondamentaliste di Islam
  • La radicalizzazione delle popolazioni indigene attraverso ideologie ultra-nazionaliste.
Uno scontro di civiltà è stato davvero programmato, o è solo il risultato di tendenze umane spontanee verso l'odio, la violenza e il razzismo?

Un fattore che sostiene con forza la prima opzione è il coinvolgimento documentato di alcuni gruppi correlati in ciascuna delle cinque operazioni complementari elencate sopra.

Inoltre, come vedremo più avanti, questi pochi gruppi beneficerebbero direttamente di uno "scontro di civiltà" che si verifica in Europa.

Handcuffs

Immigrazione, Crimini e Propaganda

immigration
Nel mio precedente articolo sulla questione dell'immigrazione, ho sottolineato che una delle "conseguenze distruttive della migrazione di massa non integrata è l'aumento della criminalità".

Migration is the top concern for EU citizens

La migrazione è una delle principali preoccupazioni dei cittadini dell'UE
Ingenuamente credevo che il legame tra migrazione e criminalità fosse evidente. Tuttavia, dopo aver pubblicato l'articolo, ho approfondito l'argomento e mi sono reso conto che, come al solito, le cose sono molto più complesse e interessanti di quanto sembri.

Nel presente articolo cercheremo di capire le eventuali connessioni tra migrazione e criminalità. Per farlo, passeremo attraverso una serie di grafici, li interpreteremo e, cosa ancora più importante, vedremo come questi dati vengono spesso selezionati con cura e contorti per servire i discorsi ideologici estremisti.

Prima di tutto, diamo un'occhiata a come viene percepita la migrazione. In Europa, l'immigrazione è chiaramente diventata la principale fonte di preoccupazione per la maggior parte dei cittadini - si colloca a un livello superiore a quello del terrorismo o della disoccupazione.

Se tale preoccupazione sia giustificata non ha importanza in questo momento perché rivela un punto importante: la maggior parte degli europei è veramente preoccupata per l'immigrazione nei propri paesi, cioè c'è una tensione emotiva. E sappiamo che l'aumento degli stati emotivi costituisce un terreno molto fertile per l'isterizzazione, il pensiero in bianco e nero e le ideologie estremiste.

USA

Le Forze Armate, lo Stato Profondo e l'Innocenza degli Stati Uniti

Immagine
Mentre solo l'11% degli americani ha fiducia nel Congresso, il 74% ha "molta o abbastanza" fiducia nell'esercito, che supera di gran lunga i media (23%) e persino la Corte suprema degli Stati Uniti (37%). Allo stesso modo, la CIA e l'FBI ottengono un rating "eccellente" dal 58% degli americani. Mentre la reverenza per i militari è abbastanza comune in tutto il mondo - forse legata alla paura evolutiva - è nostro dovere essere un po' più critici e oggettivi. Come i personaggi dell'Antico Testamento che non hanno mai chiesto a Mosè prove riguardo al cespuglio ardente, gli americani accettano ciecamente tutte le sentenze delle agenzie di intelligence. L'ascesa del colossale esercito e del "Deep State" sono fenomeni nuovi nella storia americana, e uno sguardo superficiale sottolinea la necessità di una maggiore vigilanza da parte nostra.

2 + 2 = 4

Il flagello del "liberalismo" moderno in Francia

In questi tempi deprimenti contrassegnati da bugie, paura e nichilismo, vorrei illuminarvi condividendo una storia che riscalda il cuore, un evento di vita reale che è meglio di una fiaba e che dovrebbe ripristinare la vostra fede nell'umanità e nella nostra fiorente società postmoderna.

Una Fiaba Moderna

Che cosa è successo? In poche parole, un eroe ha salvato un bambino di 4 anni da una caduta mortale.
Gassama climbing up to save the boy

Gassama, mentre si arrampica per salvare il bambino
Sabato 26 maggio 2018, alle 20.00 nel 18° distretto parigino, il bimbo è stato lasciato solo dal padre bianco francese che era impegnato a giocare a 'Pokemon Go'. Il bimbo è andato al balcone, si è arrampicato sulla ringhiera ed è caduto dal 6° piano.

Durante la caduta, il vigoroso bambino è riuscito in qualche modo ad aggrapparsi alla ringhiera del 4° piano. Appeso lì in modo precario, la morte sembrava a pochi istanti di distanza.

Fortunatamente, Mamoudou Gassama, un migrante del Mali, si trovava nel posto giusto al momento giusto. Ha visto il bambino in difficoltà e si è arrampicato velocemente fino al 4° piano dall'esterno dell'edificio, tirandolo su sopra il corrimano per poi posarlo con cautela sul balcone, mentre una folla di sotto applaudiva.

Ecco il video, fatto da un testimone oculare:

Meno di 24 ore dopo l'eroico salvataggio, il presidente francese Macron ricevette Gassama al palazzo presidenziale. A quest'ultimo è stata immediatamente concessa la cittadinanza francese e un posto di lavoro in una squadra di pompieri.

Macron receiving Gassama at the presidential palace

Macron riceve Gassama al palazzo presidenziale
Poi Gassama è stato ricevuto al municipio di Parigi e gli è stata conferita la più alta onorificenza: la medaglia di vermeil di Parigi. Il trionfo di Gassama divenne internazionale e pochi giorni dopo l'eroe ricevette un premio BET a Los Angeles.

Quindi ecco a voi tutti gli ingredienti di una bella storia: Gassama, l'eroe di una minoranza oppressa, la vittima innocente e impotente, la tensione drammatica, un vero e proprio cliffhanger e il lieto fine. Francamente, la scena è altrettanto bella quanto una scena estratta da un film di Spiderman.

Ma come in ogni fiaba o film di supereroi, c'è sempre un personaggio cattivo. In questo caso, il cattivo è apparso quattro giorni dopo il salvataggio eroico, e va sotto il nome di André Bercoff.

Better Earth

SOTT Sommario Cambiamenti della Terra - Giugno 2018: Clima Estremo, Sconvolgimenti Planetari, Meteore Infuocate

ss_june
Lo scorso mese di giugno molte aree del pianeta sono state sommerse da rovesci di ogni tipo e dimensione, da violente grandinate e temporali in alcune parti dell'Asia (alcune delle quali con pesci, gamberi e polpi) e in Europa, con un incredibile mix di uragani con venti, forti piogge e inondazioni negli Stati Uniti, Messico e in alcune parti del Sud America.

L'attività vulcanica continua a battere i record attorno al pianeta. Il vulcano Kilauea ha continuato a devastare la grande isola delle Hawaii, distruggendo case e ingiottendo la zona con fumi tossici. Nel frattempo, dopo anni di continua attività, il vulcano guatemalteco del Fuoco ha eruttato violentemente, causando la morte di almeno 109 persone. Centinaia sono ancora dispersi e intere città sono state ricoperte da metri di cenere.

Oltre alla spettacolarità di queste eruzioni, il punto importante da ricordare è che tutta la cenere vulcanica satura gli strati superiori dell'atmosfera riflettendo i raggi solari e favorendo la condensazione dell'acqua e la formazione di ghiaccio. Questa, naturalmente, non è una buona notizia dato l'attuale minimo solare.

E' possibile che, man mano che andiamo avanti, le temperature globali continuino a scendere, e data l'enorme quantità di acqua che si riversa a terra il prossimo inverno potrebbe rivelarsi una corsa ad ostacoli per molti abitanti dell'emisfero settentrionale.

Parlando di basse temperature, la neve ha continuato a fare notizia anche durante la tarda primavera e l'inizio dell'estate, sia nel nord che nel sud del mondo. Raffiche di gelo hanno colpito Stati Uniti, Canada, Cile, Australia, Ucraina e Austria, sorprendendo la popolazione e danneggiando i raccolti.

In tutto il mondo sono state segnalate anche grandinate sempre più forti e chicchi di grandine sempre più grandi. Gli Stati Uniti, la Grecia, l'Italia, la Serbia, l'India e la Russia sono stati i più colpiti in questo mese.

Guarda tu stesso:


Commenta:
Guarda i video precedenti :