Benvenuto su Sott.net
lun, 09 dic 2019
Il Mondo per Coloro che Pensano

Figli della Società
Mappa


Snowflake

Greta Thunberg: Falso Profeta della Crociata dei Bambini

Greta thunberg mural bristol
I lettori di SOTT molto probabilmente sanno che sono nel "business dei profeti" da oltre 25 anni. Non è stato facile. Nonostante una "Hit List" più lunga di entrambe le mie braccia, mi sento ancora una Cassandra.

Non ho scritto niente per il pubblico consumo da parecchi anni ormai, a parte la pubblicazione sul nostro forum, e il motivo è principalmente il "Complesso Cassandra" appena menzionato. Mi sono resa pienamente conto che non c'è nulla che possa essere fatto per trasformare la folle discesa dell'umanità in una quasi estinzione. Inoltre, a partire dai primi giorni quando avviai il mio progetto, sono stati intrapresi vigorosi sforzi per sopprimere i miei avvertimenti e togliermi dal palcoscenico, per così dire.

Siccome non sono riusciti a farlo, è arrivata poi attraverso la censura globale imposta da Google, Facebook, Twitter e dai media mainstream che hanno finalmente raggiunto il loro obiettivo. SOTT.net aveva 6 milioni di lettori al mese - ora siamo fortunati se ne abbiamo 2 milioni. I riferimenti da FB e Twitter erano la nostra principale modalità di connessione; ora sono svanite nell'oblio.

Ad ogni modo, non sono ancora morta e tutto sta procedendo come previsto riguardo al nostro progetto profetico - L'Esperimento Cassiopaea - e abbiamo una buona idea di come andranno a finire le cose.

Ma Greta Thunberg non ne ha idea. E la propagazione della sua ignoranza è letteralmente criminale, poiché essendo una partecipante volontaria, anche se poco più di una bambina, fa di lei una criminale. Non se ne rende conto, ovviamente, perché le è stato fatto il lavaggio del cervello - come l'hanno fatto ad un'intera generazione di bambini su questo pianeta; ma quando mai non mai è stato così? Le parole cambiano, ma la melodia è la stessa: manipolazione e controllo dell'umanità è il nome del gioco.

Recycle

Trovati: 977.000 scarpe e 373.000 spazzolini sulle Isole Cocos (Keeling)

Plastic waste on Cocos Island
© Jennifer Lavers

Sulle spiagge delle piccole isole Cocos (Keeling), di 600 abitanti, gli scienziati marini hanno trovato 977.000 scarpe e 373.000 spazzolini da denti.

Un'indagine completa sui detriti delle isole - tra i luoghi più remoti del mondo, nell'Oceano Indiano - ha trovato una quantità impressionante di rifiuti lavati a terra. Questo includeva 414m pezzi di plastica, del peso di 238 tonnellate.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature, ha concluso che il volume dei detriti indica l'aumento esponenziale della plastica globale che inquina gli oceani del mondo e "evidenzia un preoccupante trend nella produzione e nello scarico di prodotti monouso".

L'autore principale, Jennifer Lavers dell'Istituto di studi marini e antartici dell'Università della Tasmania, ha dichiarato che le isole remote senza grandi popolazioni sono l'indicatore più efficace della quantità di detriti plastici che galleggiano negli oceani.

"Isole come queste sono come i canarini in una miniera di carbone ed è sempre più urgente che agiamo sugli avvertimenti che ci stanno dando. L'inquinamento di plastica è ormai onnipresente nei nostri oceani, e le isole remote sono il luogo ideale per avere una visione oggettiva del volume di detriti di plastica che ora gira intorno al globo", ha detto Lavers.

Airplane Paper

Alcuni avvistamenti di droni dell'aeroporto di Gatwick potrebbero essere stati di attrezzature della polizia, ammette il commissario capo

drone
© EDDIE MITCHELL
Some of the drone sightings which kept Gatwick airport on lockdown for 36 hours may have been reports of Sussex Police's aircraft
Alcuni degli avvistamenti del drone che hanno tenuto l'aeroporto di Gatwick in isolamento per 36 ore potrebbero essere segnalazioni di aerei della polizia del Sussex, ha ammesso ieri l'ufficiale di più alto rango.

La polizia ha ricevuto 115 segnalazioni di avvistamenti nella zona circostante l'aeroporto, tra cui 92 confermati dal Commissario Capo della polizia del Sussex, Giles York, come provenienti da "persone credibili".

Ma la forza di polizia ha lanciato il proprio drone per cercare ciò che gli ufficiali credevano al momento trattarsi di aerei pericolosi, che volavano deliberatamente sopra la pista nelle prime ore del 19 dicembre per costringere intenzionalmente Gatwick alla chiusura delle attività.

Ieri, Mr York ha ammesso che i successivi avvistamenti segnalati potrebbero essere stati degli aerei di sorveglianza in opposizione a qualsiasi attività illegale..

Commenta: L'evento diventa più che mai ridicolo. La polizia dovrebbe essere ritenuta responsabile di aver abusato della sua autorità nel trattamento scorretto dei "sospetti". Questo è un triste riflesso dello stato delle forze di polizia nel Regno Unito:


Gift 3

Auguri di Buone Feste ai Nostri Lettori! Richiedi qui il tuo calendario Sott.net 2019!

SOTT Xmas

Cari lettori,

Auguriamo a tutti voi Buone Feste e svolte positive nelle vostre vite nel 2019.

Aspettate... abbiamo detto Buone Feste?!

Sì, è vero, considerando gli eventi mondiali - noi gli editori di SOTT - non facciamo "vacanze". Così come non c'è "nessun riposo per i malvagi", coloro che prestano attenzione ad un mondo sempre più caotico non si prendono una "pausa". La discesa globale verso il caos, la divisione e la polarizzazione ci impone a tutti sentimenti di sconforto e malinconia e la sensazione che non c'è nulla per cui essere grati.

Ma se riflettiamo onestamente e rifocalizziamo le nostre priorità per un momento, ci rendiamo conto che c'è sempre qualcosa per cui essere grati. Che si tratti di parenti stretti e amici con i quali possiamo godere di una tregua dalle bugie e dalla corruzione, o semplicemente la consapevolezza che, per quanto le forze distruttive ci provino, non cancelleranno mai la verità e l'amore da questo mondo finché lo teniamo vivo nei nostri cuori.

Noi di SOTT siamo orgogliosi di ciò che siamo stati in grado di realizzare quest'anno, non solo sul sito web in lingua inglese Sott.net, ma in tutta la nostra piattaforma multimediale multilingue, e siamo sempre consapevoli che non sarebbe stato possibile senza i contributi, i feedback e i messaggi di supporto da parte dei nostri lettori e sostenitori. Senza il vostro sostegno, francamente, anche noi ci saremmo sentiti senza speranza!

Mentre ci si congeda dal 2018, ecco il nostro riassunto annuale delle operazioni mediatiche SOTT nell'ultimo anno, seguito da informazioni su come ottenere la vostra copia del calendario SOTT 2019 e altri prodotti SOTT.

Bad Guys

Una coincidenza? Tiratore del mercatino di Natale di Strasburgo in fuga, la città vieta le dimostrazioni pubbliche, la Francia al più alto livello di minaccia - Testimone afferma di aver visto due persone armate

Strasburgo sparatoria mercato di natale
© Murielle Kasprzak/AFP/Getty Images
Forze di soccorso nel luogo della sparatoria del mercatino di Natale di Strasburgo
La Francia ha innalzato il livello di minaccia alla sicurezza: centinaia di poliziotti hanno dato la caccia a un uomo armato che ha sparato a tre persone e ferito altre 12 persone in un attacco terroristico al celebre mercatino di Natale di Strasburgo il martedì sera.

Sei ore dopo la scomparsa dell'uomo armato, dopo aver sparato ai passanti nel trafficato centro della città, il ministro degli interni, Christophe Castaner, ha detto che il governo ha innalzato il livello di rischio alla categoria più alta.

L'iniziativa rafforzerebbe i controlli alle frontiere e rafforzerebbe la protezione dei mercati natalizi e altri eventi.

In una dichiarazione, Castaner ha riferito che l'uomo armato ha aperto il fuoco in tre diversi punti della città prima di impegnarsi in combattimenti a fuoco con soldati di pattuglia.

"Si è scontrato due volte con le nostre forze di sicurezza," ha riferito Castaner.

I media francesi hanno riferito che l'uomo, che è stato ferito in uno degli scontri a fuoco, è salito su un taxi per poi scomparire.


Comment: Se n'è andato in taxi??


Commenta: La NBC ha riportato:
[...]

Nel frattempo, le autorità continuavano a cercare il sospetto che si trova in una lista di sorveglianza terroristica e la cui polizia locale aveva fatto irruzione in una sonda antifurto.

Le riprese si sono svolte poco prima delle 20.00 ora locale (14.00 ET) vicino a un mercatino di Natale a Strasburgo, in Francia, che attira milioni di turisti ogni anno. Strasburgo è al confine con la Germania.

Il sospetto è fuggito ed è stato coinvolto in uno scontro a fuoco con la polizia tra le 22.00 e le 23.00 ora locale, il ministro degli interni Christophe Castaner. Ha detto l'indagato ha una fedina penale in Francia e Germania per reati comuni..

Un procuratore ha detto prima che gli ufficiali stanno cercando il sospetto per presunta associazione criminale con un gruppo terroristico e tentato assassinio..

Prima della sparatoria di martedi', la polizia ha perquisito la casa del sospetto in relazione ad una sonda antifurto. Il sospetto non c'era, ma è riemerso quella notte al perimetro del mercatino di Natale, quando i colpi suonavano fuori, ha detto la polizia.

Dei 12 feriti, sei hanno ferite gravi.
strasbourg police
© Vincent Kessler / Reuters
Police secure a street and the surrounding area after a shooting in Strasbourg, France, on Dec. 11, 2018.
L'unità di antiterrorismo francese ha aperto un'indagine sull'incidente della sparatoria, ha dichiarato un procuratore alla NBC News.

Morten Løkkkegaard, un politico danese e membro del Parlamento Europeo, che ha una delle sue tre sedi a Strasburgo, ha detto a Euronews che era in isolamento all'interno dell'edificio del Parlamento.

"L'intero Parlamento è stato chiuso a chiave mentre la polizia sta indagando, quindi penso che passeremo qualche ora qui", ha detto Løkkkegaard. "Centinaia di persone lavorano ancora in Parlamento a quest'ora del giorno".

Axel Schouteten, direttore di un McDonald's in Place Kieber, ha detto che si è rifugiato all'interno del ristorante con circa 80 persone, tra famiglie e bambini.

"Ero nel retro del ristorante quando ho sentito degli spari. Penso fosse il suono di un'arma automatica. C'è stato un grande movimento della folla e poi, pochi minuti dopo, ho chiuso le porte, e ho visto tre corpi a terra", ha detto, aggiungendo che non sapeva se le persone che vedeva erano morte o vive.

Un portavoce del Dipartimento di Stato americano ha detto che gli Stati Uniti condannano "nei termini più forti questo orribile attacco" e che "i nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici delle persone colpite".

Il Dipartimento di Stato è pronto a fornire tutta l'assistenza consolare possibile qualora venisse a conoscenza di cittadini americani colpiti, ha detto il portavoce.
RT riporta:
Una minaccia inevitabile? L'uomo armato di Strasburgo era sulla lista dei terroristi, aveva granate in casa.

L'uomo armato che ha sparato a più vittime a Strasburgo era stato precedentemente condannato ed era conosciuto dai servizi segreti francesi come un possibile "rischio per la sicurezza", ma è riuscito a scivolare attraverso le fessure nonostante il rafforzamento della sicurezza in tutta la Francia..

"L'autore di questi atti, elencati come minaccia alla sicurezza, era stato cercato dalla polizia", ha confermato la prefettura regionale. Eppure è riuscito a sfuggire all'arresto all'inizio della giornata, prima di compiere l'attacco vicino al mercatino di Natale intorno alle 20 di martedì sera.

"Ci sono così tante persone che sono coinvolte ai margini di questo tipo di terrorismo, se questo è quello che si rivela essere, che non si può mantenere una sorveglianza significativa su tutti. Anche solo monitorare l'uso delle comunicazioni e dei social media sarebbe troppo", ha detto Peter Kirkham, ex ispettore di polizia di Londra, a RT.


I servizi di sicurezza non affermano forse regolarmente di aver "sventato" le reti terroristiche grazie alla loro maggiore sorveglianza sui cittadini comuni?


Nonostante le severe misure di sicurezza introdotte dalle forze di sicurezza francesi in tutti i luoghi delle festività pubbliche del paese, i mercatini di Natale rimangono obiettivi "attraenti" soft target. Da allora Strasburgo ha vietato le assemblee di persone, per assistere le forze di sicurezza nell'operazione di ritracciamento del sospetto.


Il che significa che non ci saranno più proteste contro la corruzione del governo da parte dei membri del legittimo movimento dei Gilet Gialli.

Quando si dispone di un'ampia area di spazio pubblico è quasi impossibile tenerlo completamente libero da armi, soprattutto se si tratta di un evento temporaneo.
L'attacco di Strasburgo avviene in mezzo a un'importante presenza di sicurezza in tutta la Francia, che nelle ultime settimane è stata presa dalle proteste della Gilet Gialla. Il volume di lavoro svolto dai servizi di sicurezza durante la stagione delle vacanze avrebbe potuto permettere al tiratore di sfuggire alle crepe della sicurezza, ha dichiarato a RT Philip Ingram, un ex alto ufficiale dell'intelligence militare.
Se vogliamo proteggere le libertà di cui godiamo come parte della società, c'è quasi l'inevitabilità di un certo livello di terrorismo in arrivo.
"Le forze di sicurezza devono avere ragione il 100% del tempo e, ricordate, in Francia al momento sono distratti dalle proteste dei Gilet Gialli che non si fermano ancora", ha detto Ingram.


Quindi, non è colpa dei servizi di sicurezza se l'aggressore "è passato attraverso", è colpa dei Gilet Gialli?


"Ci sono stati molti disordini in Francia nelle ultime settimane, quindi sarebbe presto per definirlo un incidente terroristico", ha osservato Ingram, poiché il procuratore antiterrorismo francese ha aperto un'indagine sull'incidente.

L'attacco ha lasciato due persone morte e almeno una dozzina di feriti. Il sospetto, rapidamente identificato nelle registrazioni video e di sorveglianza, era noto per le sue attività criminali. Le autorità ritengono che il loro obiettivo sia elencato nella lista 'Fiche S' delle potenziali minacce alla sicurezza, è nato nel febbraio 1989 a Strasburgo e potrebbe essere stato radicalizzato solo di recente. Doveva essere arrestato martedì mattina in un caso di rapina a mano armata, ma quando gli investigatori sono arrivati a casa sua, lui non c'era. Durante la perquisizione sono state trovate granate, secondo i media francesi.

"Se questa persona è stata riconosciuta dai servizi segreti francesi come una minaccia, avrebbe dovuto essere messo subito in prigione", ha detto Denis Franceskin, un rappresentante del partito politico del Rally nazionale francese negli Stati Uniti, a RT. "Questo ragazzo era totalmente libero di andare ovunque. E questo è un grosso problema. Abbiamo migliaia di persone che sono sotto il File-S in Francia e il nostro governo non sta facendo nulla".

"Certamente, c'era una relazione con ciò che le autorità stavano facendo e il fatto che lui era in una lista... e lui che usciva e faceva tutto questo", ha detto l'analista della difesa ad RT. "Pensavano che fosse coinvolto in una sorta di rapina l'estate scorsa e avevano fatto irruzione in casa sua quando lui non c'era, e quindi questo avrebbe potuto spingerlo a compiere quel gesto".

Si tratta di uno scenario ricorrente in cui gli autori di questi attacchi sono ben noti ai servizi di sicurezza, ma sono in qualche modo liberi di andare dove gli pare: Manchester suicide bomber revealed to have links to Libyan jihadist group with links to UK govt

Il reportage di RT sulle immediate conseguenze dell'attacco:
'Mobilizzazione totale': Strasburgo vieta le dimostrazioni pubbliche in mezzo di una massiccia caccia all'uomo per il mercatino di Natale 565
French President Emmanuel Macron
© Reuters / Pool / Etienne Laurent
French President Emmanuel Macron holds an emergency crisis meeting
[...]

La città di Strasburgo è stata chiusa in una "gabbia rinforzata", Il ministro dell'interno francese Christophe Castaner ha dichiarato martedì sera, ore dopo l'attacco al mercato ha causato due morti e 14 feriti. "Siamo attualmente in una posizione di vigipirato rinforzato", ha detto, rilevando che le manifestazioni sono ora vietate in città per consentire una "totale" mobilitazione della polizia per garantire la sicurezza pubblica.

Annunciando che le proteste e le manifestazioni pubbliche sono state temporaneamente vietate in città, il ministro ha spiegato che questo permetterebbe alla polizia di "mobilitarsi totalmente" per garantire la sicurezza pubblica.

"Tutte le assemblee, stazionarie o in marcia (corteo), sono vietate fino alla revoca dell'ordine. Chiunque violi l'ordine sarà soggetto alle sanzioni previste dalla legge", hanno riferito le autorità di Strasburgo nella nota ufficiale riguardo al blocco della facoltà di protestare pubblicamente, riportata immediatamente dopo il discorso di Castaner.

Ulteriori risorse vengono impiegate a Strasburgo per aiutare le unità locali ad avviare una ricerca sul sospettato. Più di 350 poliziotti e gendarmi stavano dando la caccia all'aggressore martedì sera. Sono stati sostenuti da elicotteri e membri delle forze RAID, BRI e Opération Sentinelle, ha riferito il ministro.

[...]

Il governo ha innalzato la minaccia di allarme di sicurezza nazionale francese (Vigipirate) a livello di "attacco di emergenza". Come misura di sicurezza aggiuntiva, Parigi prevede di stanziare risorse supplementari per rafforzare i controlli alle frontiere e garantire una protezione supplementare nei mercatini di Natale in tutta la Francia..


La sparatoria di martedì arriva in un momento in cui le forze di sicurezza francesi sono sovraccariche nel trattare con le manifestazioni antigovernative che hanno attanagliato il paese per settimane. Parigi ha dispiegato circa 90.000 agenti di polizia in tutto il paese lo scorso fine settimana per affrontare i raduni dei Gilet Gialli e, con le autorità concentrate sul contenimento della violenza nei raduni settimanali, estremisti come lo sparatutto di Strasburgo potrebbero cercare di sfruttare le falle della sicurezza, hanno sottolineato alcuni esperti di sicurezza.

[...]


Non ci sono prove che il tiratore abbia sfruttato le "falle di sicurezza", come notato sopra, il mercato aveva già un'elevata sicurezza sul posto e veniva pattugliato da uffici armati.

UPDATE 12/12/2018 :

Dalla Associated Press:
Due funzionari di polizia hanno identificato il sospetto assassino di Strasburgo come Cherif Chekatt, 29 anni.

Una fonte della polizia ha detto che il casellario giudiziario di Chekatt cita 25 casi giudiziari, tra cui diversi casi gravi di rapina.

Il funzionario ha detto che il suo appartamento è stato perquisito dalla polizia il martedì mattina - ore prima della sparatoria - in un'indagine per tentato omicidio. Non era a casa in quel momento.

I due funzionari hanno parlato in forma anonima perché non è stato loro permesso di parlare pubblicamente su un'indagine in corso.

Il sospetto era ancora in fuga il mercoledì dopo aver sparato colpi d'arma da fuoco vicino al famoso mercato di Natale di Strasburgo, uccidendone tre e ferendone almeno 13.

...

Il sospetto pistolero di Strasburgo è stato condannato per rapina in Germania nel 2016 e condannato a due anni e tre mesi di carcere per aver fatto irruzione in uno studio dentistico e in una farmacia.

Il verdetto di un tribunale distrettuale di Singen, ottenuto dalla Associated Press, dice che è stato anche condannato al carcere in Francia nel 2008 e a Basilea, Svizzera nel 2013 per varie rapine. L'agenzia di stampa dpa ha riferito di essere stato deportato in Francia nel 2017.

Secondo la sentenza, il presunto aggressore è cresciuto con sei fratelli e sorelle a Strasburgo, ha lavorato per le autorità locali dopo aver lasciato la scuola ed era disoccupato dal 2011. Ha detto di aver viaggiato molto e di aver già trascorso quattro anni in prigione. Le rapine in Germania hanno avuto luogo a Magonza, vicino a Francoforte, nel 2012 e a Engen, vicino al confine svizzero, nel 2016.


Non è strano che subito dopo Macron abbia concesso qualcosa alle domande dei Gilet Gialli, proprio allora ecco che arriva un "attacco terroristico"; Nella sede del Parlamento europeo, niente di meno. Non sprecare mai un'occasione perfetta per ricordare ai cittadini "perché hanno bisogno di noi" (e centrare l'attacco in casa del Parlamento europeo dovrebbe essere un buon segnale per il resto dell'UE che sta pensando di unirsi alle proteste, per buona misura).

UPDATE 12/12/18:

Quattro o cinque dei parenti di Chekatt sono stati arrestati in relazione alla sparatoria, mentre la caccia all'uomo per il principale sospettato continua. Chekatt è nato e cresciuto a Strasburgo, e ha scontato 2 anni di prigione per crimini minori. "Secondo il Daily Mail, Chekatt è stato condannato a due anni di carcere nel 2011 per un attentato contro un sedicenne". Il Segretario di Stato agli Interni, Laurent Nuñez insiste sul fatto che gli attacchi e la caccia all'uomo non sono un complotto del governo per minare le proteste della Gilet Gialli:
"Non capisco come si possa nemmeno immaginarlo... Dovremmo chiamarlo per quello che è - queste idee provengono ovviamente da teorici della cospirazione", ha detto ai media. Secondo i tweet e altre osservazioni, queste teorie cospirative fioriscono tra le fila dei "Gilet Gialli". E questa è un'altra prova. Dire queste cose è, francamente parlando, vergognoso".
Remy Heitz, il procuratore di Parigi, ha riferito questo martedì ad una coferenza stampa: "Considerando l'obiettivo, il suo modo di operare, il suo profilo e le testimonianze di coloro che l'hanno sentito urlare 'Allah Akbar', la polizia antiterrorismo è stata chiamata in azione", ha spiegato Heitz.

UPDATE 12/12/18 18:33:

Secondo un testimone di nome DAAMACHE Cedric, che ha commentato su Rue89Strasbourgh.com, dicendo che erano presenti due uomini armati il giornalista sembra contestare che sia stato lui, ma Cedric lo rassicura che è stato interrogato da un giornalista e poi gli ricorda che ha detto loro che c'erano due tiratori (tradotto con DeepL e qualche piccola miglioria):
DAAMACHE Cedric
Grazie per non aver distorto la mia solidale testimonianza giornalistica con il cappello blu, e al telefono. Avevo un cappotto nero con un cappuccio arancione e mi hai intervistato all'uscita. Quindi, per mettere le cose in chiaro non è mai stato il blues che ci ha detto di rifugiarci nei bar, né mai la polizia si è presa il compito di aver cura delle persone. Appena siamo scappati dopo lo sparo del primo terrorista, che non era lontano dal kleber dove ci si rifugiava, che un secondo tiratore ha iniziato a sparare intorno alla strada principale, sì, ti ho parlato di fuoco automatico ma è stata la risposta della forza unicorno e srx mi chiedo come fargli del male alle famiglie per uscire al neudorf dove vivo e non posso accedere in ogni caso per riportare false informazioni rassicuranti qd a sostegno della polizia perché era inesistente.

Permalien
Risposta

Published on 11/12/2018 at 23h41

Pierre France
Pierre risponde a DAAMACHE cédric

Membro della redazione
Signore, non ci siamo mai parlati prima. Questo è un altro Cedric nell'articolo (e probabilmente un altro giornalista da quando ero dalla parte delle Halles).

Permalien
Risposta

Pubblicato il 12/12/2018 alle 00:03
daamache cedric risponde a Pierre

Invii una Sua foto per essere sicuro;) nessun odio o altro semplicemente ad essere onesti con quello che Lei riferisce che i poliziotti non si sono preoccupati delle persone... e la coincidenza disturba assai;) Rispondo perché sono sicuro che è per il fatto che sono entrato in uno stato di shock un giornalista si è avvicinato a me all'uscita ancora una volta divertente coincidenza qd ci chiamiamo entrambi cédric amo la strada 89 così Mi permetto di correggere e ti ho detto bene che c'erano due tiratori ........ quindi comprendo che sia equamente allarmante qd
Leggi anche: Also check out SOTT radio's: NewsReal: Révolution Jaune? France Revolts Against Macron


Attention

Sim City e John F. Kennedy


Comment: Questo è il quarto articolo di una serie di 12 articoli scritti nel 2006 per commemorare (all'epoca) il 43° anniversario dell'assassinio di JFK. Quest'anno, il 2018, è il 55° anniversario di quello che, in prospettiva e in Verità, può essere considerato il Giorno in cui l'America è morta.

Chiunque abbia avuto il tempo di studiare i fatti di quel tragico giorno a Dallas, TX, saprà già che JFK è stato deliberatamente assassinato da una Congrega di guerrafondai psicopatici che si sono opposti ai suoi piani per un mondo più pacifico. Quella stessa cabala è ancora oggi al potere, e ha esteso la sua influenza in tutto il mondo.

Tra oggi e l'anniversario dell'assassinio di JFK pubblicheremo l'intera serie degli articoli come omaggio e rispetto per un Uomo che avrebbe potuto cambiare il futuro ed il destino di tanti se non fosse stato assassinato.

Se non fate altro, prendetevi il tempo di guardare la versione Video prodotta da Sott.net/QFG intitolata 'Evidence of Revision', un set di tre dischi che presenta filmati d'archivio che vi lasceranno senza dubbi su chi ha ucciso JFK e perché.


jfk e simcity

Quando rileggo le parole di John F. Kennedy, quando considero la legislazione che ha cercato di emanare, quando considero la sua profondità e umanità, e cerco di paragonarlo con chi oggi presiede alla Casa Bianca, sono letteralmente sopraffatta. Quanto profondamente ci siamo immersi nella palude dispotica da quel giorno di novembre di 43 anni fa.

Chess

Il Gladiatore: John Fitzgerald Kennedy


Comment: Questo è il secondo di una serie di 12 articoli scritti nel 2006 per commemorare (all'epoca) il 43° anniversario dell'assassinio di JFK. Quest'anno, il 2018, è il 55° anniversario di quello che, in prospettiva e in Verità, può essere considerato il Giorno in cui l'America è morta.

Chiunque abbia avuto il tempo di studiare i fatti di quel tragico giorno a Dallas, TX, saprà già che JFK è stato deliberatamente assassinato da una Congrega di guerrafondai psicopatici che si sono opposti ai suoi piani per un mondo più pacifico. Quella stessa cabala è ancora oggi al potere, e ha esteso la sua influenza in tutto il mondo.

Tra oggi e l'anniversario dell'assassinio di JFK pubblicheremo l'intera serie degli articoli come omaggio e rispetto per un Uomo che avrebbe potuto cambiare il futuro ed il destino di tanti se non fosse stato assassinato.

Se non fate altro, prendetevi il tempo di guardare la versione Video prodotta da Sott.net/QFG intitolata 'Evidence of Revision', un set di tre dischi che presenta filmati d'archivio che vi lasceranno senza dubbi su chi ha ucciso JFK e perché.


Il Gladiatore: John Fitzgerald Kennedy

Gaio Gracco

Gaio Gracco mentre scappa dall'Elite dell'Impero Romano
Nel mio articolo precedente, ho incluso un capitolo del libro Farewell America che forniva un'ampia panoramica della "Psiche Americana". È fondamentale capire le forze in gioco per capire perché John Kennedy è stato assassinato e perché, quando è morto, la tromba della morte della Repubblica Americana - e del suo popolo - ha iniziato a suonare.

Come ho scritto prima, la maggior parte degli americani sono terribilmente ignoranti della loro vera storia, è non è un caso.

USA

JFK: I Resti della Storia


Comment: Questo è il primo di una serie di 12 articoli scritti nel 2006 per commemorare (all'epoca) il 43° anniversario dell'assassinio di JFK. Quest'anno, il 2018, è il 55° anniversario di quello che, in prospettiva e in Verità, può essere considerato il Giorno in cui l'America è morta.

Chiunque abbia avuto il tempo di studiare i fatti di quel tragico giorno a Dallas, TX, saprà già che JFK è stato deliberatamente assassinato da una Congrega di guerrafondai psicopatici che si sono opposti ai suoi piani per un mondo più pacifico. Quella stessa cabala è ancora oggi al potere, e ha esteso la sua influenza in tutto il mondo.

Tra oggi e l'anniversario dell'assassinio di JFK pubblicheremo l'intera serie degli articoli come omaggio e rispetto per un Uomo che avrebbe potuto cambiare il futuro ed il destino di tanti se non fosse stato assassinato.

Se non fate altro, prendetevi il tempo di guardare la versione Video prodotta da Sott.net/QFG intitolata 'Evidence of Revision', un set di tre dischi che presenta filmati d'archivio che vi lasceranno senza dubbi su chi ha ucciso JFK e perché.


Immagine
I Resti della Storia

Negli ultimi giorni ho pensato molto a John Kennedy e a come sarebbe stato il nostro mondo se fosse vissuto. Questi pensieri non sono venuti dal nulla, sono il frutto del fatto che ho appena finito di leggere uno dei libri più tristi mai scritti: Farewell America scritto da James Hepburn.

Farewell America è un libro che è stato influenzato dall'intelligence francese, l'equivalente alla nostra CIA, e si basa su l'intelligence raccolta da fonti francesi, russe e persino americane. È stato originariamente pubblicato in francese nel 1968, ma non è stato disponibile negli Stati Uniti per molti anni. Con la nascita di Internet a livello mondiale, il libro è ora accessibile a tutti e vorrei davvero che ogni cittadino americano lo leggesse.

Con notevole abilità e intuizione, il libro delinea la situazione generale in America in quel momento, e descrive i giocatori e i più probabili cospiratori coinvolti nell'orribile e brutale esecuzione pubblica del miglior presidente che l'America probabilmente abbia mai avuto. Ci sono molte ragioni per pensare che George H.W. Bush sia stato coinvolto nella trama, e oggi, dopo aver messo sul trono il suo figlio idiota, il mondo è ancora più lontano da quel mondo in cui avremmo potuto vivere se Kennedy fosse rimasto in vita, che è come dire che se fossimo morti tutti allora, ora ci siamo risvegliati all'inferno.

Non erano soddisfatti di uccidere solo Jack Kennedy; hanno deciso di uccidere anche suo fratello. E quando John-John è cresciuto e ha iniziato a mostrare le stesse caratteristiche di suo padre: decenza, intelletto e senso dell'obbligo di aiutare gli altri, ha dovuto morire anche lui. La situazione ha in realtà tutte le caratteristiche di un mito senza tempo: il buon e nobile principe strappato dalla sua culla e sostituito con la progenie psicopatica di un orco.

Non so se sono solo io a notare queste cose, ma sembra che tutti i BUONI eroi siano morti; e notiamo che tutti loro hanno tre cose in comune: la capacità di muovere le masse con la loro semplice presenza, il senso di unità con tutte le persone indipendentemente dalla nazionalità, etnia o status sociale; e, cosa più importante di tutte, la cosa che li ha portati a morire: erano totalmente contrari alla guerra. Secondo voi è da "lunatici" mettere in luce queste osservazioni? Oppure è lecito chiedersi come mai la razza umana abbia subito una sfortuna così inspiegabile, avendo perso tutti i suoi eroi più dignitosi e antibellici?

Commenta: Leggi la 2 parte


X

Mascolinità Tossica - non è soltanto un concetto puerile, ma è semplicemente una Vera Stronzata

toxic masculinity
A meno che non vi è capitato di vivere in una grotta, probabilmente avrete notato che la mascolinità è stata sottoposta ad un esame abbastanza rigoroso. In realtà, l'esame è un eufemismo; la demolizione sembra essere una descrizione più appropriata. La mascolinità, in alcuni ambienti, è etichettata come parola sporca, con alcuni che la etichettano come "tossica". Con gli abusi rivelati dal movimento #MeToo e la retorica misogina di Donald Trump, il desiderio di usare un aggettivo così viscerale è in qualche modo comprensibile, ma è giustificato?

Da New York a Nuova Delhi, si stanno svolgendo dibattiti significativi. Molti di questi dibattiti ruotano intorno a una domanda: cosa significa, sia in senso etico che morale, essere un uomo? Questa domanda, tra molte altre, si scontra con il concetto di "mascolinità tossica".

Probabilmente avete letto parecchio sulla mascolinità tossica, termine troppo falso usato per sottolineare la posizione dominante degli uomini nella società, in gran parte ottenuta attraverso la subordinazione delle donne. I critici della mascolinità sostengono che tale nocività aiuta a sostenere e consolidare la posizione dominante degli uomini in una gerarchia patriarcale. Più recentemente, la frase è stata adottata e trasmessa da femministe e sostenitrici della quarta ondata come The Good Men Project. È interessante notare che quest'ultimo definisce la mascolinità tossica come una "descrizione ristretta e repressiva dell'uomo, designando l'uomo come definito dalla violenza, dal sesso, dallo status e dall'aggressività".

Come professore di psicologia (e uomo), trovo il termine "mascolinità tossica" sia offensivo che fuorviante. In primo luogo, il termine è offensivo, un peggiorativo contro gli uomini. Implica che anche la più piccola quantità di mascolinità è letale, velenosa; così, usando il termine, suggerisce invariabilmente che tutti gli uomini sono tossici. In secondo luogo, è un preconcetto e non una teoria. "La "mascolinità tossica" può essere un'osservazione accattivante e soggettiva, ma non è sostenuta da studi scientifici. L'idea di mascolinità tossica caratterizza ingiustamente tutti gli uomini come prodotti raccolti dalla stessa catena di montaggio. Il mondo è pieno di uomini orribili? Certo che lo è. Come gruppo collettivo, gli uomini causano molti danni, sia mentalmente che fisicamente. Tuttavia, esistono modi diversi e più appropriati per puntare il ditto contro questi mostri.

Commenta: Ulteriore lettura (in inglese):


Toys

Rendere l'America di nuovo eccezionale? Le cose non vanno molto bene per la "Generazione Internet"

French students cell phones
© Alamy Stock Photo
Il divieto di telefoni ha fatto parte della campagna elettorale presidenziale di successo di Emmanuel Macron
"L'università americana è in preda all'isteria di massa". È così che Heather MacDonald inizia la sua conferenza 'The Diversity Delusion'. Penso che siamo tutti d'accordo sul fatto che questo sia vero. Non aiuta il fatto che gli insegnanti vengono licenziati per non aver dato agli studenti un merito parziale per il lavoro non svolto. Quando gli studenti benestanti e coccolati affermano di aver "paura per la loro vita" a causa dell'essere "circondati da oppressori, transfobicie razzisti", e quando i giovani medici protestano per la medicina "basata sui fatti", possiamo probabilmente convenire che siamo in una brutta situazione. Ma, come ho scoperto di recente, sembra che le cose non faranno che peggiorare.

Mi sono imbattuto in un libro di Jean M. Twenge chiamato iGen: Why Today's Super-Connected Kids Are Growing Up Less Rebellious, More Tolerant, Less Happy - and Completely Unprepared for Adulthood. Questo libro, zeppo di statistiche, grafici e diagrammi, fornisce un quadro scioccante della generazione che si sta muovendo tra università e college, e non ha un bell'aspetto.