Benvenuto su Sott.net
gio, 09 apr 2020
Il Mondo per Coloro che Pensano

Salute & Benessere
Mappa


2 + 2 = 4

I Numeri Manipolati del Covid-19 Alimentano l'isteria ed i Lock Down

nothing burger coronavirus
Nell'annunciare le più profonde restrizioni alla libertà personale nella storia della nostra nazione, Boris Johnson ha seguito con determinazione i consigli scientifici che gli erano stati forniti. I consiglieri del governo sembrano calmi e tranquilli, trovandosi tutti sulla stessa lunghezza d'onda. Di fronte a una nuova minaccia virale, con un numero di casi che aumenta ogni giorno, non sono sicuro che un primo ministro avrebbe agito in modo tanto diverso.

Ma vorrei sollevare alcune prospettive che non sono state quasi mai presentate nelle ultime settimane, e che puntano a un'interpretazione delle cifre piuttosto diversa da quella su cui il governo sta agendo. Sono un professore di patologia e consulente patologo del Servizio sanitario nazionale in pensione da poco tempo, e ho trascorso la maggior parte della mia vita adulta nel campo della sanità e della scienza, campi che troppo spesso sono caratterizzati dal dubbio piuttosto che dalla certezza. C'è spazio per diverse interpretazioni dei dati attuali. Se alcune di queste altre interpretazioni sono corrette, o almeno più vicine alla verità, allora le conclusioni sulle azioni richieste cambieranno di conseguenza.

Il modo più semplice per giudicare se abbiamo una malattia eccezionalmente letale è guardare i tassi di mortalità. Muoiono più persone di quante ci si aspetta che muoiano comunque in una determinata settimana o in un determinato mese?

Statisticamente, ci aspetteremmo circa 51.000 morti in Gran Bretagna questo mese. Al momento in cui scriviamo, 422 decessi sono collegati a Covid-19 - quindi lo 0,8% del totale previsto.

Su scala globale, ci aspetteremmo che 14 milioni di persone muoiano nei primi tre mesi dell'anno. I 18.944 decessi per coronavirus nel mondo rappresentano lo 0,14 per cento del totale.

Queste cifre potrebbero aumentare, ma al momento sono inferiori a quelle di altre malattie infettive con cui viviamo (come l'influenza). Non cifre che, di per sé, causerebbero drastiche reazioni globali.

Life Preserver

Respira! Non Soccombere all'Isteria Patologica Dovuta alla Follia del Coronavirus

COvid-19

Una pandemia globale?
Faccio il medico di famiglia in Europa e, come tutti ormai sanno, siamo nel bel mezzo di una pazzia da Coronavirustm che ci viene detto è ormai una pandemia globale ufficiale. È vero che stiamo vivendo un'era difficile, decisiva e sempre più divisiva, ma il vero problema è qualcosa di diverso da quello che i media e i politici vorrebbero farci credere.

Esaminiamo i problemi della nostra società per avere una prospettiva di cui abbiamo bisogno.


Statistiche Molto Cupe, in Effetti


Indipendentemente da quante persone sul pianeta ne siano attivamente consapevoli, la verità è che decine di milioni di persone cadono come mosche a causa di malattie, depressione e autodistruzione ogni giorno. E questa è una tendenza che è in corso da, beh, molto tempo.

Secondo la valutazione dell'OMS sui decessi per cause, per gli anni 2000-2016, ogni anno muoiono per suicidio circa 800.000 persone, cioè una persona ogni 40 secondi. E chi ha prestato attenzione saprà che, negli ultimi anni, lo stato di salute mentale della popolazione non è migliorato.

Moon

L'importanza della melatonina per una salute ottimale

melatonin
Dormire bene è una strategia essenziale per ottimizzare la propria salute, e al centro di essa c'è il ritmo circadiano. Questo è anche conosciuto come il nostro orologio del corpo. È un timer naturale e biologico presente in ogni vostra cellula che aiuta il vostro corpo a riconoscere la sonnolenza e la veglia in un periodo di 24 ore.

Il vostro ritmo circadiano è in gran parte dettato dalla vostra ghiandola pineale, situata vicino al centro del vostro cervello, che produce melatonina, un ormone cruciale per la regolazione del vostro ciclo del sonno.

Se avete avuto abbastanza esposizione alla luce intensa durante il giorno, la vostra ghiandola pineale inizia a produrre melatonina intorno alle 21.00.1 Quando la quantità di melatonina nel vostro cervello aumenta, la sonnolenza si instaura non appena il vostro corpo inizia a prepararsi per il sonno.

Bacon

Il Digiuno Intermittente ti Ricarica il Cervello - e Non Solo!

Immagine

Il digiuno migliora le funzioni cerebrali


Nuove ricerche hanno indicato che il digiuno può ridurre significativamente gli effetti dell'invecchiamento del cervello. È noto che i periodi di digiuno intermittente hanno un potente effetto antinfiammatorio su tutto il corpo. Gli scienziati più autorevoli ritengono che il digiuno intermittente sia una delle strategie chiave per massimizzare le funzioni cerebrali.

I ricercatori del National Institute of Aging di Baltimora hanno esaminato la letteratura ed eseguito studi per indicare gli effetti positivi del digiuno sulla salute generale del cervello. Il professor Mark Mattson, che è il capo del laboratorio dell'Istituto di NeuroSciences, ha chiarito che questi benefici non sono solo legati alla restrizione calorica, ma anche a periodi intenzionali di digiuno intermittente.

Commenta: Il modo migliore per utilizzare questo tipo di protocollo sarebbe nel contesto di una dieta chetogenica, con molto brodo di ossa!


Brain

Il corpo elettrico: Il voltaggio del corpo ci aiuta a guarire

bioelectricity

Il corpo umano funziona con la bioelettricità, e avere una comprensione più profonda di come funziona può essere molto utile quando si tratta di ottimizzare la vostra salute. Jerry Tennant ha scritto un eccellente libro su questo argomento intitolato "Healing Is Voltage: The Handbook."

Il Cervello Elettrico

Formatosi come oftalmologo, Tennant è poi passato alla medicina naturale dopo essere stato costretto a risolvere i propri problemi di salute. Dopo un intervento chirurgico agli occhi col laser su un paziente affetto da leucemia, Tennant finì col contrarre un'encefalite. Suppone che il virus, che non viene ucciso dal laser, sia fuoriuscito dalla cornea del paziente, abbia attraversato la mascherina per poi entrare nel naso e quindi nel cervello. Fu costretto ad abbandonare il posto di lavoro nel novembre del 1995, spendendo ben sette anni a letto senza speranza di recupero.


Commenta: Altre letture sull'argomento: How electrons affect our lives: Dr Jack Kruse


Bacon

Cos'è la dieta chetogenica e può davvero migliorare la salute del cervello?

brain images
© Shutterstock
Una dieta chetogenica può aiutare a migliorare le funzioni cerebrali, dalla stimolazione della memoria e la lotta contro il morbo di Alzheimer per alleviare l'emicrania e migliorare i sintomi del morbo di Parkinson.

Le diete a basso contenuto di carboidrati e chetogeniche hanno molti benefici per la salute.

Per esempio, è ben noto che possono causare la perdita di peso e aiutare a combattere il diabete.

Tuttavia, sono anche utili per alcuni disturbi cerebrali.

Questo articolo esplora come le diete a basso contenuto di carboidrati e chetogeniche incidono sul cervello.

Cosa sono le diete a basso contenuto di carboidrati e chetogeniche?


Anche se ci è molta sovrapposizione fra le diete a basso contenuto di carboidrati e chetogeniche, ci sono anche alcune importanti differenze tra di loro.

Commenta: Ulteriore lettura:


Brain

Spunti di riflessione: La dieta chetogenica migliora le capacità cognitive e comportamentali

kids school
Siccome l'anno scolastico è iniziato per la maggior parte dei bambini, il tempismo della pubblicazione di un recente articolo dei Paesi Bassi sull'Epilessia e Comportamento sembra più che opportuno! Questo studio ha valutato se la dieta chetogenica ha migliorato gli aspetti del comportamento, l'apprendimento e la memoria indipendentemente da crisi e farmaci.

A questa domanda è molto difficile rispondere. I genitori spesso diranno che il loro bambino che soffre di epilessia sta andando meglio a scuola ed è "più calmo" dopo mesi di utilizzo della dieta chetogenica, ma questo è dovuto a 1) l'uso ridotto di farmaci sedativi, 2) meno convulsioni, o 3) al miglioramento dell'elettroencefalografia? Come potete immaginare, cercare di mantenere le stesse variabili quando si inizia la dieta può essere una sfida durante un trial clinico.

Ma è importante... uno studio del nostro centro nel 2006 ha trovato che il 90% delle famiglie aveva un miglioramento cognitivo come obiettivo per iniziare la dieta chetogenica. E... se il loro bambino ha avuto un miglioramento nell'apprendimento, è stato molto legato alla durata di permanenza della famiglia nella dieta (ancora più legata alla riduzione delle crisi epilettiche!).

Solo studi limitati, in particolare uno studio di Pulsifer et al. di 15 anni fa, hanno cercato di affrontare la questione e hanno trovato segni di miglioramento con l'uso della dieta chetogenica.

Commenta: Per saperne di più, leggi i seguenti articoli:


Syringe

Scienziato imprigionato dopo aver scoperto che virus mortali si trasmettono attraverso i vaccini

Dr. Judy A. Mikovits
Il biologo molecolare Dr. Judy A. Mikovits è stato messo in carcere dopo aver scoperto delle prove che dimostrano che dei retrovirus mortali sono trasmessi attraverso vaccini somministrati agli esseri umani.

In un'inquietante storia vera pubblicata per la prima volta da Natural News, il Dr. Mikovits ha trovato prove "che retrovirus mortali sono stati trasmessi a 25 milioni di americani attraverso i vaccini".

Il Dr. Mikovits ha lavorato con i retrovirus umani e si è concentrato sulla ricerca sull'immunoterapia e sull'HIV. Nel 2009, stava facendo ricerche sulle malattie neurologiche, compreso l'autismo, quando ha scoperto che molti dei suoi soggetti di studio soffrivano di gravi problemi medici. Questi problemi includevano il cancro, le malattie motoneuronali e la sindrome da affaticamento cronico (CFS).

Commenta: Il fatto che viviamo in un'epoca in cui semplicemente facendo scoperte scientifiche "sbagliate" si può finire in una cella di prigione dovrebbe essere un grande campanello d'allarme per chiunque viva nel sogno che esista qualcosa di simile alla libertà nella nostra vita quotidiana. La storia di Mikovits dovrebbe essere diffusa ai quattro venti, e la Big Pharma gestapo dovrebbe essere ritenuta responsabile.

Per sapere di più sull'importante lavoro del Dr. Judy Mikovits:


Cow

Un racconto di due studi: Guardando oltre i titoli per decodificare ciò che la scienza dice davvero sulla dieta

steak no steak

Ah, capisco. Mangia la bistecca, ma non mangiare la bistecca. Grazie ancora, scienza.
Nel mio ultimo articolo mi sono sfogato contro uno recente studio di The Lancet nel quale si affermava che le diete povere in carboidrati farebbero vivere di meno, nonostante fosse stata seguita una discutibile metodologia e che nessuno dei partecipanti allo studio aveva seguito in realtà una dieta povera in carboidrati. In un video collegato a quel pezzo, il Dott. Aseem Malhotra del NHS nel Regno Unito menziona un altro studio messo fuori recentemente, anche da The Lancet, che ha avuto risultati esattamente opposti. Chiamato lo studio PURE (studio epedemiologico urbano e rurale prospettico), lo studio ha fatto notizia (anche se meno di quello che controbatteva la dieta povera in carboidrati) dichiarando che la carne ed il formaggio sono di nuovo nel menù, e sostenendo che aiutano realmente la salute del cuore.

Molti di quelli che seguono una dieta povera in carboidrati sono stati rapidi a sostenere lo studio come conferma di quello che affermavano fin dall'inizio, usandolo come controprova all'ultimo studio che ha avuto risultati opposti. Per essere onesti, lo studio PURE è, nel complesso, uno studio eseguito in modo migliore: PURE ha avuto dieci volte il numero di partecipanti e una migliore progettazione complessiva. Ma è ancora uno studio epidemiologico con tutti i limiti inerenti a questo tipo di scienza. Si basava ancora sui questionari di frequenza alimentare (FFQs) e può ancora fare solo affermazioni sulla correlazione, non sul nesso di causalità.

È l'apice di un pregiudizio che dovrebbe confermare il rifiuto di uno studio sulla base della sua esecuzione, per poi accettarne un altro che usa essenzialmente la stessa metodologia, ma ottiene i risultati che piacciono (si noti che Malhotra non stava facendo questo, ma sottolineava semplicemente il fatto che esistono prove contraddittorie, dello stesso tipo). Ironia della sorte, l'American Heart Association (AHA) ha rilasciato una dichiarazione su PURE, avvertendo dei limiti delle FFQs [Questionari sulla dieta seguita]. Forse dovrebbero applicare questo standard agli studi che giustificano le proprie raccomandazioni dietetiche.

Health

Conferme sulla 'Cura Di Bella' dall'Estero

Carlo Primo Austria imperatore

Carlo Primo, ultimo imperatore d’Austria (1916-119), beatificato.
Occasionalmente, da un lettore, vengo a sapere che pubblicazioni scientifiche internazionali accettano studi sul "Metodo Di Bella" - qui da noi demonizzato - del dottor Giuseppe Di Bella (il figlio) e della sua equipe.

Uno, presentato al Simposio sul Cancro al Seno tenutosi in Nuova Zelanda nell'estate scorsa, ha come titolo: "Il sinergismo di somatostatina, melatonina, retinoidi, vitamine E, D3 e C, prolattina e inibitori di estrogeni e microdosi metronomiche di ciclofosdfamide [si tratta del classico mix concepito dal padre, professor Di Bella] aumentano la sopravvivenza, la risposta obbiettiva e l'attività quotidiana - in uno studio clinico retrospettivo su 297 casi di cancro al seno".

Quindi ormai il "Metodo Di Bella" può contare su quasi 300 casi di remissione durevole, documentati ed accettati dalla comunità oncologica. Nello studio sopra citato, si conferma che "la sopravvivenza a cinque anni" del tumore metastatico del seno, con il Metodo Di Bella, è del 69,4%: insomma che su 100 persone curate, dopo cinque anni 69 sono vive. Per contro, la sopravvivenza con le cure dei protocolli mainstream è del 26,3 per cento: ossia sono vive solo 26 persone dopo cinque anni di "cure": dati del National Cancer Institute, la massima autorità oggettiva in questo triste campo.

Un altro studio appare su Neuroendocrinology Letters (Volume 38 No. 6 2017), di cui traduco il titolo: "Risposta obiettiva completa e stabile da 5 anni col Metodo Di Bella di un carcinoma della mammella pluri-metastatico dopo mastectomia , chemio e radioterapia". E' la storia clinica di una donna di 35 anni, operata e sottoposta a chemio e radio, che ha rifiutato il secondo ciclo di chemio (aveva sviluppato metastasi) e si è sottoposta al Mix Di Bella. Risulta ancora risanata dopo 5 anni.