Benvenuto su Sott.net
sab, 26 set 2020
Il Mondo per Coloro che Pensano

Maestri Burattinai
Mappa

Airplane

Attentati dell'11/9, nuovi elementi rivelano: sapevano prima

11 Settembre 2001
© Sconosciuto
Torri Gemelle in fiamme
Nuovi elementi che contestano la versione ufficiale dell'11/9 sono evidenziati dal Consensus911, comitato di 23 esperti e ricercatori internazionali.

A cura del Consensus911. NEW YORK 9 settembre 2015 - Quattordici anni dopo gli eventi del l'11 Settembre che hanno cambiato il mondo, nuovi elementi che contestano la versione ufficiale vengono evidenziati dal comitato di 23 esperti e ricercatori internazionali.

Stock Down

Il Grande Inganno: Lo strangolamento dell'economia russa negli anni '90 è stata una politica deliberata del FMI

... se la nozione di miliardi di barili di riserve di petrolio e miliardi di tonnellate d'oro riempie i vostri sogni con immagini di montagne di denaro facile e di vodka ghiacciata, allora Boris Yeltsin potrebbe trovare un lavoro per voi. - Paul Hofheinz, Fortune Magazine, 23 settembre 19911
L'articolo in questione è un estratto del capitolo 3 del mio libro Grand Deception: the Truth about Bill Browder, Magnitsky Act and Anti-Russian Sanctions. Trovate la prima parte qui. La seconda parte la potete vedere qui.

russia 90s
© Viktor Korotayev/Reuters
Un venditore ambulante dà da mangiare a un cane randagio in un mercato alimentare illegale nella periferia di Mosca, Gennaio 1997
La terapia d'urto ha portato la Russia ad una delle peggiori e più lunghe depressioni economiche del XX secolo, una catastrofe umanitaria senza precedenti per una crisi in tempo di pace, e una privatizzazione criminalmente iniqua dei beni pubblici. Le ragioni per cui le cose sono accadute in questo modo in Russia non sono generalmente ben comprese in Occidente. Anche tra gli intellettuali più informati, il fallimento della terapia d'urto è spesso considerato vagamente legato a qualche sinistro difetto della società russa. È quella che Bill Browder ha definito "la sporca disonestà della Russia", o "la fondazione del male della Russia", che ha generato corruzione e criminalità di proporzioni sbalorditive. In questo ambiente tossico, i dolci frutti della democrazia occidentale e del capitalismo non potevano semplicemente maturare nonostante la generosa benevolenza degli amici occidentali della Russia.

Una tale versione credulona degli eventi non è mai stata basata su un'analisi coerente di ciò che è accaduto in Russia durante gli anni '90. Piuttosto, si basava su una gestione propositiva della percezione nei media occidentali. Nell'aprile 2015, il Washington Post ha fornito un buon esempio di questa gestione della percezione. In un articolo del comitato editoriale, il Washington Post ha informato i suoi lettori che negli anni '90, "migliaia di americani sono andati in Russia sperando di aiutare il suo popolo ad ottenere una vita migliore. Lo sforzo americano e occidentale negli ultimi 25 anni - a cui gli Stati Uniti e l'Europa hanno dedicato miliardi di dollari - era volto ad aiutare la Russia a superare l'orribile eredità del comunismo sovietico, che ha messo il paese in ginocchio nel 1991. ... Gli americani", scrivono i redattori del Washington Post, "sono venuti con le migliori intenzioni. .... una mano generosa è stata estesa alla Russia post-sovietica, offrendo il meglio dei valori e delle competenze occidentali".2

Die

Il Grande Inganno: La Rivolta dei legislatori russi e la Crisi Costituzionale del 1993

"Abbiamo creato un negozio virtuale aperto a ruberie a livello nazionale e alla fuga di capitali in termini di centinaia di miliardi di dollari, e per la raccolta di risorse naturali e industriali ad una scala che dubito sia mai avvenuta nella storia dell'umanità". ~ E. Wayne Merry, capo analista politico presso l'Ambasciata degli Stati Uniti a Mosca (1990-1994)
L'articolo in questione è un estratto del capitolo 3 del mio libro Grand Deception: the Truth about Bill Browder, Magnitsky Act and Anti-Russian Sanctions. La prima parte è qui.
parliament moscow tanks 1993

La democrazia russa ha avuto un inizio piuttosto difficile
Le riforme economiche e le privatizzazioni sono state estremamente distruttive per la Russia. Tali obiettivi sono stati raggiunti anche al di fuori del quadro giuridico. Per eludere le agenzie governative e aggirare il parlamento, il governo di Eltsin ha lavorato attraverso una rete di agenzie private e organizzazioni non governative istituite da Anatoly Chubais, con associati e consiglieri occidentali. Una delle più importanti di queste organizzazioni è stata la Russia Privatization Center (RPC), istituita dall'HIID e Anatoly Chubais con un decreto presidenziale. I direttori di RPC erano Andrei Schleifer e Chubais stesso. Esemplificando la corruzione e i conflitti di interessi privati e pubblici nel gabinetto di Eltsin, Chubais dirigeva contemporaneamente l'RPC privata e il GKI (Ente federale per la gestione della proprietà statale) del governo. Questo non sembrava preoccupare gli sponsor occidentali di RPC; oltre a una sovvenzione di 45 milioni di dollari da USAID, RPC ha ottenuto 59 milioni di dollari di credito dalla Banca Mondiale, 43 milioni di dollari dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo e ulteriori finanziamenti da parte dell'Unione Europea, Giappone e diversi governi europei.1 L'HIID ha inoltre contribuito all'istituzione della Commissione federale dei valori mobiliari, anche con il denaro dell'USAID.

SOTT Logo

Il Grande Inganno: Il raid sulla Russia degli anni '90

russia 90s
Con l'avvicinarsi della fine dei mondiali di calcio del 2018 in Russia, molti dei suoi visitatori stranieri sono rimasti sorpresi di trovare in Russia una società benestante e un ospite amichevole e accogliente. Di conseguenza, è difficile accettare che solo una generazione fa la Russia ha vissuto un collasso politico, economico e sociale di proporzioni disastrose. Dopo la disintegrazione dell'Unione Sovietica nel 1991, la Russia ha intrapreso una transizione dal comunismo al capitalismo. Il cosiddetto programma di "terapia d'urto", prescritto e guidato da esperti occidentali, che ha prodotto la più lunga, e anche una delle più gravi, depressioni economiche del XX secolo. Oggi, poche persone al di fuori delle nazioni dell'ex Unione Sovietica ricordano questo buio episodio. Ancora di meno lo comprendono.

Anche tra gli intellettuali più informati dell'Occidente, il fallimento della transizione della Russia attraverso la terapia d'urto è ampiamente frainteso e spesso attribuito a qualche sinistro difetto all'interno della società russa, un difetto che ha generato corruzione e criminalità di proporzioni sconvolgenti. In questo ambiente tossico, i dolci frutti della democrazia occidentale e del capitalismo semplicemente non potevano crescere nonostante la generosa benevolenza degli amici e sostenitori occidentali della Russia.

Nell'aprile del 2015, il comitato editoriale del Washington Post ha pubblicato un articolo che informava i lettori che negli anni '90, "migliaia di americani si sono recati in Russia sperando di aiutare il suo popolo a raggiungere una vita migliore. Lo sforzo americano e occidentale degli ultimi 25 anni - al quale gli Stati Uniti e l'Europa hanno dedicato miliardi di dollari - era volto ad aiutare la Russia a superare l'orribile eredità del comunismo sovietico, che aveva messo il paese in ginocchio nel 1991. ... Gli americani" - scrivono i redattori del Washington Post - "sono arrivati qui con le migliori intenzioni... una mano generosa è stata tesa alla Russia post-sovietica, offrendo il meglio dei valori e delle capacità occidentali". (Hiatt 2015)

Commenta: Red Pill Press ha riportato in stampa il libro bandito di Krainer. È possibile acquistarlo su Red Pill Press e su Amazon.


Stormtrooper

Fascismo Liberale: Perché il Fascismo è sempre stato un Movimento di Sinistra, e come riconoscere i suoi Principi

Liberal Fascism
In tempi di radicale correttezza politica, di prepotenti che attaccano coloro che mettono in discussione la santa trinità liberale della diversità, dell'inclusione e dell'uguaglianza, e di un media che si spinge oltre la linea del partito diffamando i dissidenti, è facile capire perché sempre più persone stanno definendo "fascista" l'attuale pensiero di gruppo progressista. Ma se guardiamo alla storia, come ha fatto Jonah Goldberg nel suo libro, Il Fascismo Liberale, ci rendiamo conto che questo non è il punto: la sinistra di oggi non si limita solo ad usare tattiche fasciste. No, il fascismo è, ed è sempre stato, un progetto progressista di sinistra. Quello che oggi chiamiamo conservatorismo ha poco a che vedere con esso - in realtà, è quasi l'esatto opposto.

Per capire questo, dobbiamo prima capire che il fascismo è un movimento rivoluzionario, nella tradizione della Rivoluzione Francese. Come dice Goldberg,
...la Rivoluzione Francese fu la prima rivoluzione totalitaria, la madre del moderno totalitarismo, e il modello spirituale per la rivoluzione italiana fascista, la rivoluzione nazista tedesca e la rivoluzione comunista russa. E' stata avviata come una rivolta nazionalista-populista e fu guidata e manipolata da un'avanguardia intellettuale determinata a sostituire il cristianesimo con una religione politica che glorificasse "il popolo", consacrando l'avanguardia rivoluzionaria come loro sacerdoti e riducendo i diritti degli individui.
La rivoluzione non è esattamente un punto di discussione conservatore, giusto? Prendiamo in considerazione un primo programma di Mussolini, "il padre del fascismo": alcune delle iniziative che questi primi fascisti volevano includere era l'abbassamento dell'età minima per votare, la fine della leva militare, l'abrogazione dei titoli di nobiltà, un salario minimo, la costruzione di scuole "rigidamente laiche" per il proletariato, un grande sistema fiscale progressivo... in altre parole, una piattaforma di sinistra classica. Il fascismo è stato, in un certo senso, una rivoluzione bolscevica senza l'internazionalismo. Di conseguenza, molti progressisti americani a quel tempo riempivano di lodi Mussolini. Anche Hitler era anti-capitalista e anticonservatore. Scrive Goldberg:
I nazisti salirono al potere sfruttando la retorica anticapitalista nella quale credevano incontestabilmente. Anche se Hitler era un vero e proprio nichilista come molti lo ritraggono, è impossibile negare la sincerità dei nazisti nel pensare di rappresentare una forza rivoluzionaria contro il capitalismo. Inoltre, il nazismo ha adoperato molti dei temi che successivamente furono prestati dai nuovi movimenti di sinistra in diversi luoghi e tempi: la supremazia della razza, il rifiuto del razionalismo, l'enfasi sui concetti organici e olistici - tra cui l'ambientalismo, l'alimentazione sana e lo sport - e, soprattutto, la necessità di "trascendere" le nozioni di classe.
Goldberg non lascia dubbi sul fatto che il fascismo - sia il fascismo classico di Mussolini che il nazismo di Hitler - ma anche il comunismo come il gemello altrettanto malvagio del fascismo, sia in sostanza collettivismo, anticapitalismo, antireligione (tranne che può talvolta usare la religione per raggiungere i suoi scopi), vuole controllare tutto in nome del benessere, del progresso e del "bene del popolo", usa la scienza come una sorta di classe sacerdotale per giustificare i leader del "movimento", odia l'individuo e cerca sempre di far progredire il collettivo.... sì, esattamente l'incubo orwelliano che vediamo oggi, per lo più nei movimenti di sinistra.

USA

Le Forze Armate, lo Stato Profondo e l'Innocenza degli Stati Uniti

Immagine
Mentre solo l'11% degli americani ha fiducia nel Congresso, il 74% ha "molta o abbastanza" fiducia nell'esercito, che supera di gran lunga i media (23%) e persino la Corte suprema degli Stati Uniti (37%). Allo stesso modo, la CIA e l'FBI ottengono un rating "eccellente" dal 58% degli americani. Mentre la reverenza per i militari è abbastanza comune in tutto il mondo - forse legata alla paura evolutiva - è nostro dovere essere un po' più critici e oggettivi. Come i personaggi dell'Antico Testamento che non hanno mai chiesto a Mosè prove riguardo al cespuglio ardente, gli americani accettano ciecamente tutte le sentenze delle agenzie di intelligence. L'ascesa del colossale esercito e del "Deep State" sono fenomeni nuovi nella storia americana, e uno sguardo superficiale sottolinea la necessità di una maggiore vigilanza da parte nostra.

2 + 2 = 4

Il flagello del "liberalismo" moderno in Francia

In questi tempi deprimenti contrassegnati da bugie, paura e nichilismo, vorrei illuminarvi condividendo una storia che riscalda il cuore, un evento di vita reale che è meglio di una fiaba e che dovrebbe ripristinare la vostra fede nell'umanità e nella nostra fiorente società postmoderna.

Una Fiaba Moderna

Che cosa è successo? In poche parole, un eroe ha salvato un bambino di 4 anni da una caduta mortale.
Gassama climbing up to save the boy

Gassama, mentre si arrampica per salvare il bambino
Sabato 26 maggio 2018, alle 20.00 nel 18° distretto parigino, il bimbo è stato lasciato solo dal padre bianco francese che era impegnato a giocare a 'Pokemon Go'. Il bimbo è andato al balcone, si è arrampicato sulla ringhiera ed è caduto dal 6° piano.

Durante la caduta, il vigoroso bambino è riuscito in qualche modo ad aggrapparsi alla ringhiera del 4° piano. Appeso lì in modo precario, la morte sembrava a pochi istanti di distanza.

Fortunatamente, Mamoudou Gassama, un migrante del Mali, si trovava nel posto giusto al momento giusto. Ha visto il bambino in difficoltà e si è arrampicato velocemente fino al 4° piano dall'esterno dell'edificio, tirandolo su sopra il corrimano per poi posarlo con cautela sul balcone, mentre una folla di sotto applaudiva.

Ecco il video, fatto da un testimone oculare:

Meno di 24 ore dopo l'eroico salvataggio, il presidente francese Macron ricevette Gassama al palazzo presidenziale. A quest'ultimo è stata immediatamente concessa la cittadinanza francese e un posto di lavoro in una squadra di pompieri.

Macron receiving Gassama at the presidential palace

Macron riceve Gassama al palazzo presidenziale
Poi Gassama è stato ricevuto al municipio di Parigi e gli è stata conferita la più alta onorificenza: la medaglia di vermeil di Parigi. Il trionfo di Gassama divenne internazionale e pochi giorni dopo l'eroe ricevette un premio BET a Los Angeles.

Quindi ecco a voi tutti gli ingredienti di una bella storia: Gassama, l'eroe di una minoranza oppressa, la vittima innocente e impotente, la tensione drammatica, un vero e proprio cliffhanger e il lieto fine. Francamente, la scena è altrettanto bella quanto una scena estratta da un film di Spiderman.

Ma come in ogni fiaba o film di supereroi, c'è sempre un personaggio cattivo. In questo caso, il cattivo è apparso quattro giorni dopo il salvataggio eroico, e va sotto il nome di André Bercoff.

Arrow Down

'Un collasso calamitoso': Gli ex dipendenti del Gruppo Podesta divulgano la verità dietro la caduta dell'azienda

Tony Podesta
© Unknown
Tony Podesta
Ex dipendenti del Gruppo Podesta hanno versato i fagioli sul loro ex capo, Tony Podesta - in uno scabroso articolo del Wall Street Journal che dettaglia il crollo dell'azienda. Come parte della relazione, The Journal ha messo le mani sulla "contabilità interna del Gruppo Podesta", così come "documenti finanziari, calendari e comunicazioni".

La società di lobbying Washington DC fondata nel 1993 da John e Tony Podesta ha chiuso bottega dopo la monumentale perdita di Hillary Clinton nelle elezioni del 2016 degli Stati Uniti, quando un flusso di clienti corse alla loro porta praticamente durante la notte, seguendo in primis l'influenza del Gruppo Podesta, che si è conclusa poi con la fine della campagna Clinton.

Il Journal describe la caduta di Tony Podesta come un "crollo calamitoso" a seguito delle elezioni USA del 2016:
E poi cadde, un collasso disastroso spinto da colpi inaspettati, consegnato dal destino e aggravato dall'arroganza. Problemi finanziari, minacce legali e l'elezione del presidente Donald Trump hanno portato via tutto - i clienti, l'azienda e, infine, la posizione del signor Podesta come uno dei giocatori più influenti di Washington.

Ecco alcune note dall'orlo del precipizio dai vari reportage di quel frangente:

Commenta: Vedi anche:


2 + 2 = 4

Petrodollaro, Deficit Commerciale e Tariffe: Cosa Sta Facendo Trump?

US china trade war
"I cinesi ci violentano" e "il Canada sta uccidendo i nostri agricoltori"! Tali affermazioni melodrammatiche da parte di Trump risuonano con molti americani, perché gli effetti della globalizzazione sono stati devastanti per metà della popolazione. A suo credito, Trump è stato persistente sul deficit commerciale per trent'anni - si lamentava dei giapponesi negli anni '80. Tuttavia, sta semplificando eccessivamente il problema e le soluzioni. Si tratta di un argomento importante che richiede una riflessione seria.

Star of David

Armi contro specifici gruppi etnici: La vera storia dell'assassinio del Dr David Kelly

Immagine

Commento: Il mese scorso sono venute alla luce nuove prove schiaccianti che implicano chiaramente il governo Blair nell'atto di insabbiare l'assassinio dello scienziato britannico Dr. David Kelly. E questo mese è stato annunciato che il Ministro della Giustizia del Regno Unito avrebbe investigato su un dossier spedito da un ex agente KGB, o da un residente nel Regno Unito, che dettagliava come lo scienziato fosse stato "soppresso in un assassinio premeditato".

Quindi, possiamo aspettarci che il governo britannico annulli il termine di 70 anni che aveva inserito nei file relativi alla post-mortem di Kelly? Improbabile. Quando SOTT.net ha ripescato le trame del suo omicidio alcuni anni fa, ha svelato una serie di connessioni che hanno chiarito perché quest'uomo doveva essere messo a tacere e perché il suo omicidio doveva essere celato.

Con il nuovo governo britannico stesso che riconosce che il caso è lungi dall'essere chiuso, sembra giunto il momento di rivisitare le oscure attività portate alla luce dalla morte di Kelly.


Armi Etniche

Abbiamo già pubblicato un articolo su SOTT che spiegava come David Kelly fosse coinvolto in un lavoro altamente segreto presso lo Institute for Biological Research in Israele.

Un articolo del 15 novembre 1998 del Sunday Times suggerisce che tale Istituto "sta lavorando ad un'arma biologica che potrà colpire gli arabi lasciando illesi gli Ebrei".
Israele prepara una bomba 'etnica' mentre Saddam si appresta a capitolare

London Sunday Times
15 novembre 1998


Israele sta lavorando ad un'arma biologica che danneggerebbe gli arabi ma non gli ebrei, secondo fonti militari e di intelligence occidentali israeliane. L'arma, destinata alle vittime a causa dell'origine etnica, è vista come la risposta di Israele alla minaccia di attacchi chimici e biologici da parte dell'Iraq.

Uno scienziato ha detto che il compito era estremamente complicato perché sia gli arabi che gli ebrei sono di origine semitica. Ma ha aggiunto: "Sono tuttavia riusciti a individuare una caratteristica particolare nel profilo genetico di alcune comunità arabe, in particolare del popolo iracheno."