Benvenuto su Sott.net
lun, 17 feb 2020
Il Mondo per Coloro che Pensano

Cambiamenti Planetari
Mappa


Cloud Lightning

Maltempo, allagamenti a Olbia Dichiarato lo stato d'emergenza Il sindaco: «Non uscite di casa»

Immagine
© youreporter.it
In Sardegna esonda il Rio Siligheddu causa di una drammatica alluvione due anni fa: «Colpa di un ponte ricostruito dopo l'alluvione ma in maniera incongrua», denuncia il sindaco. I cittadini invitati a spostarsi ai piani alti. Dirottata una nave da crociera. Una violenta ondata di maltempo sulla Sardegna e in particolare sulla zona della Gallura e Olbia, dove molti canali sono straripati. In particolare è esondato in diversi punti della città il Rio Siligheddu che fu causa dell'alluvione del 2013. Varie zone della città sono allagate e alcune famiglie sono state evacuate. Chiusi tutti gli uffici pubblici e dichiarato lo stato d'emergenza. Il Comune ha invitato i cittadini a salire ai piani alti delle case, evitando in ogni caso gli spostamenti non strettamente necessari. «I cittadini non devono uscire da casa, abbiamo bisogno di svolgere le operazioni di assistenza e soccorso alle persone. Una volta che ci si mette in sicurezza nei piani alti, si rimanga a casa. Non si deve andare in giro a fotografare i canali, è pericoloso, dobbiamo attivare una sorta di coprifuoco», è l'appello che il sindaco di Olbia, Gianni Giovannelli, lancia alla popolazione.

Blue Planet

Una catena di vulcani lunga 2.000 chilometri

Immagine

La catena di vulcani, da nord a sud dell'Australia, si allunga per circa 2000 chilometri.
Un punto caldo della Terra si è spostato, in milioni di anni, e ha formato in Australia 2.000 km di vulcani.
Dalle Whitsundays, arcipelago a nord dell'Australia, fino a Melbourne e ancora più a sud - fino alla Tasmania - una catena di vulcani si allunga per 2.000 chilometri: è la più estesa catena vulcanica mai scoperta sulla terraferma.

Si è formata nel corso degli ultimi 33 milioni di anni, da un punto caldo della Terra, un hot spot, sotto il continente australiano.
Il magma arriva dalle profondità del mantello, anche da 2900 chilometri sotto la superficie terrestre. «Poiché l'Australia si è mossa sopra il punto caldo, le fuoriuscite di magma hanno creato una serie di vulcani lungo la linea di movimento del continente», ha spiegato Rhodri Davies, dell'Australian National University. La presentazione dello studio segue di poco la scoperta di un grappolo di vulcani spenti al largo di Sydney.

Le ricerche hanno permesso di appurare che il pennacchio magmatico è in grado di arrivare in superficie solo quando la crosta ha uno spessore inferiore a 130 chilometri: una scoperta «che permetterà di chiarire molte caratteristiche geologiche dell'Australia», ha sottolineato il geologo.

Attention

Improvvisa eruzione del vulcano Telica, allerta in Nicaragua

In Nicaragua il vulcano Telica è tornato ad eruttare, è accaduto il 23 settembre. Colonne di cenere alte chilometri.

Eruzione improvvisa in Nicaragua. A tornare in attività con uno spettacolare fenomeno eruttivo è stato il vulcano Telica, ubicato nell'area nordoccidentale del Paese. L'evento si è verificato mercoledì 23 settembre e, come mostrato da video ed immagini, si è trattato di un'eruzione particolarmente intensa. L'ultimo segno di attività del vulcano Telica risaliva al mese di maggio 2015: l'eruzione ha generato una colonna di fumo e cenere alta diversi chilometri e che in poche decine di minuti ha raggiunto sei villaggi ubicati intorno al vulcano che si trova a circa 150 chilometri dalla città di Managua.

Attention

Forte scossa di terremoto in Indonesia/isola di Papua, oltre 60 feriti, 6.9 Richter

Immagine
Nel tardo pomeriggio di ieri c'è stata una forte scossa di terremoto a Papua, Indonesia orientale, decine di feriti ed abitazioni distrutte.

Forte scossa di terremoto nel tardo pomeriggio di ieri, Giovedì 24 Settembre 2015, a largo delle coste di Papua Bar, Indonesia orientale. E' stata colpita una zona già interessata lo scorso 27 Luglio da un'intensa scossa di terremoto di magnitudo 7.0 della scala Richter, in quel caso però l'evento sismico aveva avuto epicentro a grande distanza dalla costa e a molta profondità. Erano le 00:53 del 25 Settembre quando a Papua, Indonesia, si è verificata questa intensa scossa sismica con magnitudo fissata da USGS a 6.9 della scala Richter, con ipocentro a 18 chilometri di profondità ed epicentro a poca distanza dalla città di Sorong.

Blue Planet

Fiume si risveglia dopo 20 anni, Kalavapalli torna a scorrere


Evento rarissimo nel distretto indiano di Anantapuram: il fiume Kalavapalli si è risvegliato dopo 20 anni di quiete.

Assistere alla rinascita di un corso d'acqua è un evento davvero raro. Se poi il fiume in questione non si faceva vedere da vent'anni l'evento può tramutarsi in una vera e propria festa. E' accaduto nel distretto indiano di Anantapuram dove pochi giorni fa si è risvegliato il fiume Kalavapalli, che ha ripreso a scorrere dopo 20 anni.

Cloud Lightning

Maltempo sull'Italia, rischio precipitazioni eccezionali su Sicilia e Sardegna nei prossimi due giorni

Immagine

Maltempo sull'Italia, rischio precipitazioni eccezionali su Sicilia e Sardegna nei prossimi due giorni - meteotreviglio

Forte fase di maltempo in arrivo sull'Italia, sarà la numero Otto del mese di Settembre. Tale fase di maltempo si preannuncia molto intensa e duratura, tant'è che ci attendiamo temporali ed instabilità su gran parte del nostro paese per buona parte della settimana: osservando alcuni modelli matematici, tra cui l'ottimo meteotreviglio, possiamo constatare che in quest'occasione sussiste il forte rischio di precipitazioni abbondanti e reiterate su Sicilia, Sardegna e Calabria, questo per quanto riguarda le prossime 36 ore, ovvero entro la mezzanotte di domani Mercoledì 30 Settembre 2015.

Attention

Safari pericoloso, elefante attacca i turisti

Immagine

elefante attacca i turisti

Un safari nel Gonarezhou National Park, in Zimbabwe ha avuto un epilogo pericoloso: un elefante infastidito ha attaccato alcuni turisti.

Sono in tanti i turisti che ogni anno si regalano un'escursione tra gli animali, un safari nei parchi naturali nazionali, per ammirare tigri, leoni, elefanti e giraffe da distanza ravvicinata e nel loro habitat naturale. Ma quanto accaduto nel Gonarezhou National Park, in Zimbabwe, è stato decisamente pericoloso e poteva avere conseguenze drammatiche.

Attention

AUSTRALIA, un campeggio sprofonda in mare!

Immagine

Un'immagine aerea dell'enorme voragine


Risalgono a un giorno fa le agghiaccianti immagini che arrivano dalle spiagge del Queensland in Australia,dove si è aperta una voragine grande come un campo da calcio.
La voragine misura circa 150 metri di larghezza e 50 di lunghezza e ha inghiottito parte di un campeggio che si trovava sulla medesima spiaggia. Fortunatamente non si contano né vittime né feriti! Sono peraltro sprofondati con la spiaggia una macchina, una roulotte e un caravan.
Si pensa che il fenomeno sia stato causato dall'erosione del mare, la cui acqua sembra essere riuscita a scavare nel tempo anche nel sottosuolo.