Tornado in Texas
I tornado hanno imperversato nell'area di Dallas lasciandosi dietro danni sostanziali e provocando la morte di 11 persone. E' solo l'ultimo di una serie di fenomeni estremi che si sono succeduti nelle ultime settimane negli Stati Uniti, e sfortunatamente anche oggi la situazione non migliorerà: sono attese intense nevicate e alluvioni.

Rowlett (20)Secondo il meteorologo del National Weather Service Anthony Bain molti tornado hanno toccato terra a Dallas, anche se la conta dei danni potrà avvenire in modo concreto solo nelle prossime ore. La tempesta ha scoperchiato tetti, rovesciato automobili, danneggiato chiese, interrotto le linee elettriche, fatto esplodere le condotte di gas, provocato il crollo di alberi, con tutto ciò che ne consegue. I danni si sono verificati in un'area vasta almeno 65 km, da 30 km a sud di Dallas fino al nordest della città.

Nella città di Rowlett (foto a corredo dell'articolo), vicino Garland, molte persone sono rimaste ferite (almeno 23, al momento), numerose famiglie si sono barricate in casa, molte abitazioni sono andate distrutte e non si sa ancora se possano esserci altri feriti o persino vittime, perché le operazioni di soccorso sono ancora in atto.

I tornado, accompagnati da piogge torrenziali, vento e grandine, erano parte di un sistema temporalesco che potrebbe ancora produrre inondazioni dal Texas settentrionale fino all'Oklahoma orientale, Kansas orientale, Arkansas occidentale e parti del Missouri.

Rowlett (16)Dall'altra parte del Texas, una bufera accompagnata da un crollo termico, dovrebbe portare all'accumulo di almeno 40 km di neve nelle prossime ore, sia nella zona occidentale dello Stato che in parte del New Mexico, secondo quanto dichiarato del meteorologo Brendon Rubin-Oster del National Weather Service.

Il tutto accade mentre sulla costa orientale del Paese si registrano temperature massime da record: nella giornata di oggi, prosegue il meteorologo NWS, si prevedono 22°C a Washington D.C., 18°C a New York City (record degli ultimi 50 anni) e ben 30°C a Orlando, Florida (potrebbe eguagliare il record del 1921).