Alluvione Licata

Piazza Gondar a Licata completamente allagata
Città allagata, la pioggia cade ininterrottamente da tre creando allagamenti in diversi punti. Il Comune lancia l'emergenza, in azione la colonna mobile della protezione civile con 40 uomini e cinque idrovore. Per domani allerta gialla in Sicilia.

LICATA (AGRIGENTO) - Emergenza maltempo a Licata, grosso centro dell'agrigentino dove oggi tutte le scuole sono chiuse, come deciso dal sindaco Angelo Cambiano. Piove da due giorni come in tutta la parte meridionale della Sicilia ma in mattinata in tre ore sulla città sono caduti circa 150 millimetri di pioggia. Le strade e le piazze si sono allagate, molti negozi e abitazioni a piano terra nel centro stirico e nella zonna più vicina a mare si sono allagati. Il dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli dei giorni scorsi. L'avviso prevede dalla serata di oggi il persistere di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Sicilia e Calabria, in estensione a Basilicata e Puglia, in particolare sui settori ionici. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate. E per domani nell'Isola è prevista l'allerta gialla.

Da ieri la pioggia cade ininterrottamente sulla città creando allagamenti in diversi punti del comune. Per questo motivo, in via precauzionale, gli istituti sono rimasti chiusi. Il sindaco di Licata su Facebook ha lanciato l'allarme e invitato i cittadini a non uscire da casa: "0922 893528. Questo il numero per le emergenze (persone in difficoltà) - scrive Cambiano in un post delle 11 di stamattina - Si sono riversati sul territorio 150 mm di pioggia in tre ore (dato Sias). Si sta intervenendo con squadre di soccorso intervenute dalle provincie di Agrigento e Caltanissetta. Si suggerisce di non uscire di casa nelle prossime ore. Previste nuove perturbazioni".

Difficoltà anche nella strada statale 115 all'altezza della cittadina agrigentina ma il traffico sull'arteria non è interrotto. La statale 123 fra Licata e Campobello di Licata, avverte Anas, è invece bloccata dal chilometro 18 al 25 per fango e detriti sulla carreggiata. In azione a Licata la protezione civile regionale. Il direttore Calogero Foti ha confermato che la colonna mobile di soccorso è arrivata in città da Agrigento e adesso in azione ci sono 40 uomini e cinque idrovore. "Stiamo lavorando - spiega Foti - per ripristinare al più presto la viabilità all'interno del centro abitato". Secondo le previsioni del Sias, il servizio meteo della Regione, le precipitazioni dovrebbero continuare per tutta la giornata di oggi e si prevedono in esaurimento in serata.

Alluvione Licata

Licata sott'acqua, strade e piazze allagate
In alcuni punti sono in azione le pompe idrovore installate dal Comune che smaltiscono circa 350 litri di acqua al minuto, per liberare piazza Gondar (in foto) e via Mogadiscio dove ci sono 15 centimetri di acqua. Diversi quartieri sono rimasti senza corrente elettrica e in alcune zone è interrotta anche la rete internet. I danni sono ingenti. Molti negozi del centro storico sono allagati e sono tanti i volontari che stanno provando a dare una mano. Cinque persone hanno raggiunto il pronto soccorso, accusando malori. Sulla statale 115, all'altezza del bivio per Licata, ci sono difficoltà per la circolazione a causa di detriti e fango. Nei pressi del sito archeologico Stagnone Pontillo, appena fuori l'abitato, è crollato un muro di contenimento sulla strada.