© Charles Platiau / Reuters
di Sam Gerrans

"L'11 febbraio un articolo di George Soros sul giornale "The Guardian" si intitolava 'Putin è una minaccia più grande per l' Europa dell'ISIS.' Prima che io dessi un'occhiata all'intreccio delle bugie che formavano l'articolo di Soros, ecco alcune parole in generale riguardo gli psicopatici. Ne ho incontrati alcuni nella mia vita, ma il vero problema non è che fanno cose cattive, ma noi, non-psicopatici, siamo mal preparati ad affrontare il problema fondamentale tra noi e loro. Noi, persone con coscienze che funzionano, siamo incatenati alla convinzione che non faremmo mai azioni malvagie o saremmo capaci di vivere con queste colpe, pensando che gli altre persone funzionino allo stesso modo. Invece no. E non importa cosa uno psicopatico abbia pianificato o fatto contro di te, per lui, tutto quello che accade è colpa tua. Sempre.

Ed è qui che ritorno a Soros. Nel suo articolo lui afferma che l'UE e USA stanno commettendo un grave errore nel pensare che Putin sia un potente alleato nella lotta contro l'ISIS.Tutte queste considerazioni sono basate su falsità. In un'intervista con Russia Today il mio collega giornalista e scrittore Gearoid O Colmain disse:
"Non vi è nessuna Guerra del Terrore. C'è una guerra condotta utilizzando gruppi terroristici contro gli stati che resistono l'egemonia degli Santi Uniti e di Israele. In un periodo di massiccia disoccupazione e austerità, ora avete attacchi terroristici compiuti da terroristi finanziati, armati e addestrati dai servizi segreti occidentali. Non esiste una cosa come l'ISIS. Essa è una creazione degli USA."
Soros nell'articolo continua a sostenere accuse contro la Russia, fallendo ogni volta a notare che soltanto essa ha un mandato dal governo legittimo della Siria, o che la Russia è seriamente impegnata nella ''pulizia'' in Siria, un compito che gli Stati Uniti stavano solo simulando. Il punto successivo di Soros è che secondo lui, l'obiettivo di Putin è di alimentare il disintegro dell'UE attraverso il riempimento dell'Europa di rifugiati siriani. La verità è che l'alleato naturale della Russia è la Germania - e prevenire questa alleanza, è l'obiettivo principale del governo statunitense-almeno secondo Stratfor, un'agenzia di intelligence degli USA.

L'efficienza della Germania e le sue abilità organizzative combinate con le materie prime, genio inventivo della Russia e i suoi buoni rapporti con la Cina, è la combinazione che quelli che finanziano e dirigono l'ISIS non sopportano. Occupando la Germania con un esercito di migranti agressivi, non dotati culturalmente né economicamente provenienti dall'Africa e altrove, è un metodo "giusto" per i giocatori di "scacchi di realpolitik" di scongiurare tutto ciò.

La parte di Soros nel destabilizzare l'Europa è ben attestata da un articolo di The Daily Mail del novembre 2015 dove il premier ungherese Viktor Orban dichiara:
"L'invasione è condotta, da una parte, da persone contrabbandiere, e dall'altro lato da quei attivisti che sostengono ogni cosa che indebolisce la nazione-stato. Questa mentalità occidentale e quest'attività della rete è rappresentata meglio da George Soros."
Orban,come primo ministro d'Ungheria, è un uomo con, forse, la miglior vista alla maggior parte della verità su Soros, un ebreo ungherese, che ha ottenuto i suoi primi viaggi di lavoro collaborando con i nazisti in Ungheria. Così, lui è passato senza problemi dalla collaborazione con i nazisti contro i suoi compagni ebrei - una "professione" che nasconde con poco sforzo - a raccontare ai popoli europei indigeni come la composizione etnica dei loro paesi dovrebbe essere.

Soros è stato anche uno strumento nella destabilizzazione dell'Ucraina. Come è riportato dal "New American", lui ha una grande influenza nel paese ucraino. Simile alle sue operazioni in dozzine di altre nazioni, Soros, nel corso degli ultimi due decenni, ha versato decine di milioni di dollari nelle organizzazioni non-governative ucraine, apparentemente per assisterle a trasformare il loro paese in una società più ''aperta'' e ''democratica''.

Abbiamo una buona ragione per prendere sul serio George Soros. Il suo articolo inoltre minimizza l'abilità strategica di Putin per poi passare all'anticipazione di un cambiamento di regime in Russia nel 2017 a seguito delle sanzioni occidentali e dei prezzi del petrolio prementi. Poi sembra accreditare Putin nell'architettare un ''collasso'' in Europa e di anticipare i benefici per la Russia in seguito. Lui osserva,''Come la Merkel aveva previsto correttamente, la crisi migratoria ha il potenziale per distruggerla.'' Se vi trovate a chiedervi qui:''Allora per quale motivo ha creato questa crisi?'', è perché non siete degli psicopatici.

L'articolo di Soros comincia la sua discesa con osservazioni sociali e metafisiche, dalle quali qualcuno senza miliardi di dollari dietro di esse sarebbero viste semplicemente come riflessioni soggettive, prima di atterrare esattamente sulla pista di identificazione di Putin come la vera minaccia. Questa non è semplicemente chutzpah (dall'ebraico: "impertinente"). I tratti che Soros mostra sono quelli da un libro di testo di psicopatia: accusare gli altri per le proprie azioni e attaccare la vittima, è proprio quello che un psicopatico fa.

Qui, lui ignora completamente il proprio ruolo esteso nella creazione del problema che pretende di cercare di risolvere; nel frattempo, accusa la Russia, l'unico stato in grado di pareggiare nella guerra sulla Siria, di essere dietro la ''migrazione'' per la quale proprio lui, Soros, ha speso milioni nella progettazione.

Lui è parte di una cabala che prevede il rovesciamento dei paesi a ''cena''. La psicopatia è il requisito base per aderire a questo ''club''. Quindi se pensate che la coscienza farà fermare lui e i suoi amici prima che voi e la vostra famiglia finirete in condizioni identiche a quelle degli abitanti della regione del Donbass, o se pensate che l'Europa Occidentale sia oltre la portata dei loro piani per un crollo progettato solo perché voi non fareste una cosa del genere - vi state sbagliando.

Quando l'Europa sarà a brandelli, e i suoi uomini (trasformati dal denaro di Soros da veri uomini in effeminati liberali acculturati lemming) starnazzeranno increduli mentre i loro deliri viziati andranno in frantumi nel ''collasso'', che Soros prevede, non gli importerà niente.
Per lui non importa che questa sia l'Europa e che la vostra vita sia sotto attacco, e non quella delle persone di colore o degli europei dell'Est. Non farà alcuna differenza. Per uno psicopatico è semplice: voi lo lasciate fare - e la colpa è vostra."


Fonte:
note.taable.com
Articolo originariamente pubblicato su sito RT
Tradotto da Generaldin