Benvenuto su Sott.net
sab, 26 set 2020
Il Mondo per Coloro che Pensano

Temperature Estreme


Snowflake Cold

Clima, Ernani: un'analisi su 20 anni di temperature medie mensili non evidenzia un riscaldamento percepibile

Almeno per quanto riguarda la nostra penisola i risultati dell'analisi effettuata non evidenziano un percepibile riscaldamento.

Termometro

Snowflake Cold

Arriva la neve persino in Kuwait: "Non era mai successo prima"

neve Kuwait

La neve sarebbe caduta per la prima volta in Kuwait la mattina di giovedì 28 gennaio, come testimoniano le foto e i video a corredo dell'articolo. Le temperature sono crollate nel corso degli ultimi giorni
e le foto del deserto spruzzato di bianco hanno fatto il giro del web. Nei mesi estivi la colonnina di mercurio sale fino a 50°C e anche in inverno 20°C sono la norma: eppure giovedì la minima registrata era di 3°C. Secondo i media locali non nevica nel Paese da tempi immemorabili, anche se in passato si è avuta sia grandine che gelo nella stagione fredda. Un abitante del Kuwait ha riferito a Middle East Eye di non avere memoria di un tale evento nel Paese, e che tutti sono stati sorpresi dal vedere i fiocchi cadere dal cielo.

Nonostante il giubilo dei residenti però, secondo Jon Erdman, meteorologo per weather.com, la "nevicata" in realtà non era altro che grandine che cadendo al suolo ha creato uno strato di ghiaccio, cosa che sembrerebbe confermata anche da Kuwait News Agency (KUNA). Secondo l'esperto quindi potrebbe trattarsi di piccoli chicchi di grandine, oppure di graupel.

Fatto sta che il freddo e il gelo hanno avvolto non solo il Kuwait ma anche la vicina Arabia Saudita, dove giovedì, nella città di Rafha in particolare, le temperature sono scese fino a -2°C, com'è possibile notare nelle foto in basso.

In entrambi i Paesi, comunque, ci si attende un'innalzamento dei valori fino a 19-20°C nei prossimi giorni.


Video of snow falling in Kuwait this morning, for the first time in the country's history. pic.twitter.com/bmfafZUvny

— Rori Donaghy (@roridonaghy) 28 Gennaio 2016


Northern Saudi Arabia sees snow most years and today footage shows Rafha covered in snow. pic.twitter.com/6biP8Obb7l

— Rori Donaghy (@roridonaghy) 28 Gennaio 2016


In the northern Saudi city of Rafha today snow covers the ground, as temperatures plummet to -2 degrees. pic.twitter.com/xDpstdGcqh — Rori Donaghy (@roridonaghy) 28 Gennaio 2016




Igloo

KAZAKISTAN nella morsa del GELO e del GHIACCIO, fino a -20 GRADI

kazakistan
La morsa del gelo, come previsto, sta colpendo l'Europa orientale passando dal Mar Nero. Uno dei Paesi più colpiti da ghiaccio e neve è il Kazakistan: la situazione particolarmente difficile si presenta sui settori centrali e settentrionali. Nella capitale Astana le bufere di neve, accompagnate da raffiche di vento a oltre 100 km/h, hanno causato la paralisi. Il ghiaccio sulle strade ha causato almeno 300 incidenti stradali e quasi 3 mila veicoli sono stati rimossi dalle strade.

Al momento risultano 20 voli cancellati e treni fermi. Le previsioni non sono incoraggianti in quanto l'ondata di gelo continuerà anche nei prossimi giorni e le temperature potrebbero scendere a 20°C sotto zero. Il valore è già stato superato a Petropavlovsk dove in mattinata la temperatura è scesa fino a -24,7°C. La temperatura più bassa registrata in tutto il mese di dicembre in Kazakistan è stata di -30,5°C a Esil undici giorni fa.


Sun

Argentina: Buenos Aires al buio, colpa di caldo e afa

ondata di caldo in Argentina
© EFE/File
L'ondata di caldo che sta assediando Buenos Aires ha lasciato circa 59000 persone senza corrente elettrica: il blackout sarebbe dovuto al repentino aumento della domanda di energia per alimentare condizionatori e ventilatori, impiegati in case, negozi e uffici per contrastare l'afa. L'Autorita' nazionale per l'energia elettrica ha reso noto che le persone rimaste al buio sono passate in un solo giorno da 29.544 a 59.142. Il ministro della Salute ha invitato i cittadini a non lasciare le abitazioni nelle ore più calde, e a bere molta acqua.