Prima vennero per i comunisti e io non alzai la voce perché non ero un comunista. Poi vennero per i socialdemocratici e io non alzai la voce perché non ero un socialdemocratico. Poi vennero per i sindacalisti e io non alzai la voce perché non ero un sindacalista. Poi vennero per gli ebrei e io non alzai la voce perché non ero un ebreo. Poi vennero per me e non era rimasto nessuno ad alzare la voce per me.

Martin Niemöller (1892 - 1984)
Devo iniziare questa analisi chiedendo la vostra comprensione per il fatto che includerà un sacco di citazioni complete. In circostanze normali avrei semplicemente fornito i link, ma considerando l'argomento di cui discuterò, e come alcune cose improvvisamente "spariscono" da Internet, le citazioni complete sono probabilmente l'opzione migliore. L'argomento che voglio affrontare è la brutale repressione della libertà di espressione da parte dell'Impero AngloSionista per mezzo delle sue "fedeli corporazioni".

Prima vennero per il Daily Stormer

Inizierò questa discussione da una sintesi di ciò che è accaduto di recente al sito nazista The Daily Stormer, come descritto da Wikipedia. Il motivo per cui sto utilizzando Wikipedia è per la sua chiara ostilità verso il The Daily Stormer, quindi non può essere accusata di simpatie o di esagerare quel che è successo. Ecco il suo resoconto: (grassetto e corsivo aggiunti)
Il The Daily Stormer ha contribuito ad organizzare il raduno Unite the Right, una manifestazione di estrema destra a Charlottesville, Virginia, l'11 e il 12 agosto 2017, durante il quale una contro-manifestante, Heather Heyer, è stata uccisa dopo essere stata investita da un'auto. Weev [importante membro dello staff del Daily Stormer] ha chiesto ai lettori del The Daily Stormer di individuare e partecipare al funerale della Heyer, chiamandola "grassa sciattona".

Il 13 agosto, il sito è stato informato da GoDaddy, il registrar del suo dominio, di aver violato i termini di servizio deridendo la Heyer, e ad Anglin [l'editore] sono state date 24 ore per individuare un nuovo registrar per il sito. Il giorno successivo si è trasferito su Google, che ha quasi immediatamente annullato la registrazione per violazione dei termini, chiudendo anche il suo account YouTube. Il giorno successivo, il sito web si è iscritto a Tucows, che lo ha cancellato qualche ora più tardi per continuo incitamento alla violenza. Il 15 agosto, Weev ha annunciato che il sito si è trasferito nel dark web, e che ora è accessibile solo tramite Tor, mentre Facebook ha vietato i collegamenti al sito e Discord ha bandito il suo canale. Il 16 agosto, anche Cloudflare, il fornitore del DNS e del servizio proxy utilizzato per proteggere il The Daily Stormer, ha interrotto il suo servizio. Cloudflare si rifiutava tradizionalmente di sospendere i siti in base al loro contenuto, ma il CEO Matthew Prince ha fatto un'eccezione, pubblicando un annuncio e una spiegazione sul blog della compagnia. Il 17 agosto, dopo un trasferimento su dailystormer.ru, il controllore dei media russi del Roskomnadzor [Servizio Federale per la Supervisione nella Sfera della Connessione e Comunicazioni di Massa] hanno chiesto la chiusura del dominio.

Il The Daily Stormer è tornato brevemente sulla rete in chiaro con un dominio di primo livello generico .lol, dailystormer.lol, amministrato da Namecheap, ma dopo due giorni, Namecheap ha cancellato il dominio. Il CEO della società Richard Kirkendall ha dichiarato che "vista la qualità e il contesto del materiale, accompagnato al sostegno a gruppi e cause violente, si passa dalla libertà di parola protetta ad incitamento alla violenza", in particolare citando una dichiarazione pubblicata dal The Daily Stormer: "Non ci vuole un dottorato di ricerca in matematica per capire che Uomini bianchi + orgoglio + organizzazione = Ebrei che vengono infilati nei forni". Il sito è tornato sul web come punishedstormer.com il 24 agosto, ospitato da DreamHost, i cui altri clienti di estrema destra includono National Vanguard e North-Western Front. DreamHost ha dichiarato di "difendere la libertà e la democrazia"; con attacchi di negazione del servizio [DOS, denial-of-service], Anonymous ha fatto disconnettere tutti i loro siti.
Poi, e ancora più curiosamente, è il fornitore svizzero di posta elettronica criptata Protonmail (sì, quello che ho recentemente raccomandato alla nostra comunità) che ha chiuso l'account del The Daily Stormer. Questo è come Lee Rogers, membro del The Daily Stormer, descrive ciò che è successo:
Sono appena stato bandito da ProtonMail

Lee Rogers

The Daily Stormer

23 agosto 2017

ProtonMail mi ha appena proibito l'uso del servizio di posta elettronica, accusandomi di aver commesso abuso o frode.

Eliminate ProtonMail dalla lista di compagnie con cui lavorare.

Mi sono iscritto al loro account di posta elettronica quando la chiusura dei servizi ha avuto inizio. Avevo bisogno che le persone mi contattassero in un modo alternativo. Alcune persone mi hanno suggerito ProtonMail, così ho pensato di fare un tentativo. Pochi giorni più tardi, mi sono ritrovato bloccato l'accesso al mio account, in cui si affermava che era stato disabilitato a causa di un abuso o frode. Come si può arrivare a una tale decisione in soli pochi giorni di tempo? Mi hanno chiaramente bandito perché un gruppo di persone piene di odio si sono lamentate con loro. Come molte persone già sanno, mi piace pubblicare foto carine di gatti e scherzi divertenti su Internet. Anche se ottengo grande piacere da queste cose, ottengo il massimo piacere nel fornire sostegno finanziario ai bambini ebrei che muoiono di fame in Israele. È qualcosa per cui sono molto appassionato. Vietandomi l'accesso al loro servizio di posta elettronica, finirà che impiegherò più tempo nel sostenere questi poveri bambini ebrei. Questo mi sconvolge parecchio perché non potrò più inviare email a tutti i donatori cristiani che ho appoggiato, che volevano sostenere questa causa molto nobile. Vietandomi l'accesso al servizio di posta elettronica, ProtonMail ha dato prova che i loro cuori sono pieni di odio nei confronti dei bambini ebrei. Sicuramente hanno molto da spiegare! Che cosa dovrei dire a questi poveri bambini ebrei che vanno a letto affamati ogni santo giorno? Stranamente, hanno pubblicato questo tweet nello stesso momento in cui il mio account è stato bandito. Non so se significa qualcosa o no, ma non ho mai invitato alla violenza contro nessuno. Sono totalmente contrario a cose del genere.

Oltre ad Andrew Anglin, credo di essere stato bandito da più servizi Internet di chiunque altro nella storia. L'unica cosa che queste società tecnologiche non mi hanno ancora fatto è la negazione al servizio dei miei nomi di dominio registrati. Ma sono sicuro che sarà il prossimo passo!
Prima di procedere ulteriormente, togliamo di mezzo qualcosa subito: non ho alcun interesse per i Nazisti (o per qualsiasi altro tipo di razzisti) e ho assolutamente zero interesse in quello che il The Daily Stormer potrebbe o non potrebbe pubblicare. Infatti, fino a poco tempo fa, non avevo mai sentito parlare di queste persone o del loro sito web.

Tre domande sui Nazisti che dovrebbero essere fatte

Comunque, ci sono molte buone ragioni per essere sconcertati da quello che sta accadendo.

Come prima cosa, perché il The Daily Stormer è stato identificato come responsabile di queste folli persecuzioni? Ok, ok - sono razzisti e Nazisti. Quindi? Questo li rende peggiori di chiunque altro? L'ultima volta che ho controllato, nessuna delle persone coinvolte o che lavorava per il The Daily Stormer aveva commesso alcun crimine personale. Inoltre, se avessero commesso tali crimini, perché non perseguirli individualmente invece di attaccare il loro sito web? Perché le corporazioni fedeli stanno cercando di impedire l'espressione di alcune persone? Perché "incitano alla violenza"? Questo è ridicolo. L'intero corpo dell'ideologia marxista è un lungo e infinito invito alla violenza (rivoluzionaria), e nessuno ancora, ha mai cercato di chiudere tutti i siti web marxisti! Cavolo, l'inno nazionale francese è un invito alla violenza! Da quando "la libertà di parole" esclude l'invito alla violenza? Ogni singolo Presidente degli Stati Uniti ha fatto innumerevoli richiami alla violenza (recentemente Trump contro la Corea del Nord), ma nessuno li ha ancora censurati? Non potrebbe essere che l'unica ragione per cui il The Daily Stormer sia stato attaccato è il suo essere relativamente/comparabilmente debole/povero e incapace di difendersi?

Poi, diamo un'occhiata alla nozione insipida secondo la quale i Nazisti sono stati una sorta di "orrore degli orrori", un fenomeno particolarmente malvagio nella storia dell'uomo e che quindi meritano una qualche forma speciale e unica di persecuzione politica. Qui, ancora una volta, mi si permetta di sgombrare subito il campo: io penso che i nazisti siano stati un'aberrante banda di arroganti razzisti, genocidi, maniaci. Sì, lo penso davvero, non ho *nulla* di buono da dire su di loro. Ma quello che rifiuto categoricamente è la nozione che fossero in qualche modo peggiori di tutti gli altri partecipanti alla Seconda Guerra Mondiale. Pensateci: i sovietici? Ma per favore! Basta leggere "Terrorismo e Comunismo" di Trotsky o "Lezioni dalla Rivolta di Mosca" di Lenin se avete dei dubbi sul fatto che i bolscevichi fossero dei maniaci genocidi! Gli angloamericani? Forse devo ricordare a tutti che gli angloamericani hanno commesso un massacro unico nella storia del mondo, lo sterminio genocida di tutti i gruppi etnici di un intero continente (io lo chiamo "pan-genocidio"). Che ne dite di Hiroshima, Nagasaki o dei bombardamenti genocidi di civili in Germania? Sì, lo so, il genocidio nazista non solo ha un nome speciale - l'Olocausto, un termine improprio tra l'altro - ma il loro genocidio è anche l'unico che ha una stima delle vittime obbligatoria collegato ad esso: 6 milioni di morti (sapete di QUALSIASI altro genocidio che viene nominato sempre insieme ad una stima obbligatoria delle vittime? Che dire di tutti gli altri genocidi sul cui esatto numero di vittime non si può indagare legalmente?) Per sette decenni (in realtà, di meno, ma questo non importa) ci è stato ripetuto come un mantra "Olocausto 6 milioni, Olocausto 6 milioni, Olocausto 6 milioni". Perché? Non potrebbe essere che il vero crimine dei nazisti non sia stato essere maniaci genocidi, ma perdere la Seconda Guerra Mondiale, e che i loro (non meno genocidi) nemici abbiano avuto modo di scrivere la storia di quella guerra?

Inoltre, è vero che al giorno d'oggi tutti odiano i Nazisti. Alcuni per le ragioni giuste (che erano malvagi maniaci genocidi) e altri per quelle sbagliate (il credere alla propaganda anti-nazista dei media sionisti). Ma sia che si tratti dei motivi sbagliati o di quelli giusti, la maggior parte della gente odia i Nazisti. Non solo, ma il semplice uso delle parole "nazista" o "Hitler" spegne immediatamente le (già generalmente scarse) funzionalità critiche/analitiche della stragrande maggioranza della gente, e questo rende i Nazisti dei cattivi ideali. Non potrebbe essere che i nazisti siano stati scelti per la repressione da parte dell'Impero AngloSionista perché erano dei cattivi ideali, "cattivi per consenso", se si preferisce?

Vorrei aggiungere che, anche se concludessimo che il The Daily Stormer è stato scelto perché era debole e incapace di difendersi, anche se concludessimo che il reato principale dei Nazisti è stato quello di perdere la Seconda Guerra Mondiale e anche se concludessimo che i Nazisti sono dei perfetti "cattivi per consenso", questo non implica in alcun modo che i Nazisti siano cattivi come la propaganda imperiale li descrive. Se dico che un assassino non è uno stupratore, questo non implica in nessun modo che questo assassino sia un onesto cittadino per bene, visto che è pur sempre un assassino. Nel caso dei Nazisti questo vale molto. Ad esempio, anche se i Nazisti non avessero ucciso 6 milioni di ebrei nelle camere a gas, è stato stabilito al di là di ogni ragionevole dubbio, e non solo dai propagandisti, che gli Einsatzgruppen nazisti hanno ucciso un enorme numero di civili. In realtà, Raul Hilberg, probabilmente il più importante esperto di atrocità naziste, stima che queste unità abbiano ucciso oltre 2 milioni di persone. Quindi, anche se qualcuno potesse dimostrare che le camere a gas e i forni crematori non sono mai stati utilizzati per uccidere nessuno, questo non discolpa i Nazisti dalle loro atrocità.

[Nota a latere: c'è un paradosso qui. I propagandisti ebrei hanno usato molto poco saggiamente la stima dei 6 milioni di morti e le camere a gas + forni crematori per dimostrare che i Nazisti erano dei mostri. Ora i propagandisti nazisti stanno rigirando la frittata, e dicono che considerato che ci sono abbastanza prove del fatto che non sono morte 6 milioni di persone e che le camere a gas e i forni crematori non sono mai stati utilizzati per l'omicidio di massa di persone, i Nazisti erano delle pure e candide colombe che non hanno mai commesso alcun tipo di atrocità. Mentono entrambi, ovviamente. Non v'è, in realtà, assolutamente alcuna necessità di attenersi ostinatamente alla storia dei 6 milioni di morti + camere a gas + forni crematori, che sono affermazioni estremamente dubbie, per stabilire che Nazisti erano mostri genocidi. Dopo tutto, anche se i Nazisti avessero ucciso "solo" 2-3 milioni di civili utilizzando proiettili, malattie, fame e tortura, questo li piazzerebbe comunque alla pari di personaggi come Pol Pot. Ma questo è qualcosa che né gli ebrei né i nazisti sono disposti a guardare fino in fondo, si attaccano ai propri miti a dispetto di tutte le prove fattuali].

Vorrei far notare che c'è un altro "cattivo per consenso" là fuori, che l'Impero ama scegliere come bersaglio per la paura e l'odio: i pedofili. Va bene, prima che a qualcuno salti una coronaria, mi si permetta anche di chiarire immediatamente e chiaramente che non provo nulla se non disgusto per i pedofili, ma non è questo il punto.

Il punto è che l'Impero AngloSionista designa dei "cattivi per consenso" al fine di sviluppare strumenti di repressione (legali, tecnologici, politici, sociali), che possano poi essere usati contro tutti e nessuno.

Creare dei cattivi per consenso

Guardate, ho fatto un piccolo collage che rappresenta un "pedofilo nazista":

Quello che sto cercando di dimostrare con questa immagine è quanto sia potente la risposta emotiva di ognuno di noi ad un'immagine che combina un bambino in difficoltà e le svastiche naziste. Quello che crea questo tipo di immagine è uno tsunami emotivo che distrugge facilmente ogni barriera critica, razionale, scettica o analitica nel cervello della persona esposta ad essa. Anche se un'immagine è probabilmente più forte, le parole "nazista" e "pedofilo" hanno spesso lo stesso effetto: ci fanno smettere di pensare e ci fanno dire di sì a qualsiasi cosa per fermare il presunto Nazista e/o pedofilo. Tutto ciò che rimane è inventare un nome come "Legge per Proteggere i nostri Figli dai Nazisti Pedofili" e si può far passare qualsiasi cosa, anche leggi che giustificano la tortura, l'arresto arbitrario o le ispezioni corporali quotidiane obbligatorie per l'intera popolazione.

Ancora dubbiosi? Va bene.

Allora ponetevi la seguente domanda: com'è possibile che in una società satura di pornografia e in cui gli omosessuali stanno lentamente raggiungendo quello che può essere definito solo come uno status di eroe, com'è possibile che tutti siano COSÌ preoccupati per la pornografia infantile? Scherzi a parte - credete *veramente* che ci sia qualcuno nelle nostre élite che si preoccupa davvero dei bambini? Se sì, ho una collezione di ponti da vendervi a prezzi imbattibili!

Naturalmente ai nostri governanti non importa un cavolo dei nostri bambini: l'unica utilità che trovano nei nostri bambini è quella di utilizzarli nei giri del sesso pedofilo, tutto qui (oh sì, mentre la pedofilia è un crimine per i comuni mortali, si tratta di un status symbol universale per i nostri signori e padroni; Pizzagate? C'è nessuno?). Idem per la pornografia (l'industria del porno negli Stati Uniti è molto più grande di Hollywood) o la morale (siamo nella società post-cristiana del "Dio è morto", o no?).

No, il pedofilo è stato scelto per la stessa ragione dei Nazisti: non perché sono cattivi (cosa che ovviamente sono) ma perché entrambi sono bersagli facili, quasi indifesi, e "cattivi per consenso" ideali. Lasciatemelo ripetere: per gli AngloSionisti la funzione di pedofili e Nazisti è quella di fornire un cattivo ideale indifeso, e il loro scopo è quello di rendere possibile la creazione di strumenti utilizzati per opprimere tutti noi.

[Nota a latere: Per avere il senso di quanto siano stati demonizzati i Nazisti, basta confrontare questa lista di Wikipedia riguardante le organizzazioni fautrici della pedofilia (stavolta ho lasciato i riferimenti così potrete controllare voi stessi).

Internazionale

  • Ipce (chiamata precedentemente International Pedophile and Child Emancipation, ha cambiato il suo nome nel 1998 per distanziarsi dal nome completo). Fondata nei primi anni '90; nel 2005, essa aveva 79 membri in 20 paesi [1][2][3]. L'organizzazione ha siti web disponibili in inglese [4], francese [5], tedesco [6] e spagnolo [7].
Australia

  • Australian Man/Boy Love Association (AMBLA).[8]
  • Australian Paedophile Support Group (APSG). Fondata nel 1980 o 1983 secondo altre fonti. Fu seguita da Boy Lovers and Zucchini Eaters (BLAZE), un altro gruppo smembrato dalla polizia.[9]
Belgio

  • Dokumentatiedienst Pedofilie.[10]
  • Centre de recherche et d'information sur l'enfance et la sexualité (fr), 1982 - 1986. Fondata da Philippe Charpentier. Il gruppo pubblica la rivista L'Espoir.[11]
  • Fach Und Selbsthilfegruppe Paedophilie. Fondata all'inizio degli anni '70.[10]
  • Stiekum.[10]
  • Studiegroep Pedofilie.[10] Disciolta.
Canada

  • Coalition Pédophile Québécois.[8]
  • Fondation Nouvelle. Disciolta.[1]
Danimarca

  • Danish Pedophile Association (DPA), 1985 - 2004. Una delle più importanti associazioni di pedofili in Europa.[10][12]
Francia

  • Groupe de Recherche pour une Enfance Différente (GRED), 1979 - 1987. Il gruppo pubblica il bollettino Le Petit Gredin (Il Piccolo Furfante).[10]
Germania

Vedete anche: il dibattito sulla pedofilia negli anni '70 e '80 (in tedesco)

  • AG-Pädo. Fondata nel 1991 dalla associazione Arbeitsgruppe des Bundesverbandes Homosexualität.[8][13]
  • Aktion Freis Leben (AFL).[8]
  • Arbeitskreis Päderastie-Pädophilie (APF). Attiva nei primi anni '80.[10]
  • Arbeitsgemeinschaft Humane Sexualität (de) (AHS).
  • Arbeitsgemeinschaft "Schwule, Päderasten und Transsexuelle" ("gruppo di lavoro su omosessuali, pederasti e transessuali"). Una fazione del Partito dei Verdi tedesco coinvolta nell'attivismo a favore della pedofilia.[14][15][16][17] Vedete de:Pädophilie-Debatte (Bündnis 90/Die Grünen) ("Dibattito sulla Pedofilia (Alleanza '90/Verdi")
  • Deutsche Studien- und Arbeitsgemeinschaft Pädophilie (DSAP). 1979 - 1983.[8]
  • Fach und Selbsthilfegruppe Paedophilie.[8]
  • Indianerkommune. Attiva dagli anni '70 fino metà degli anni '80.[10] Autodefinitasi comune per la liberazione dei bambini, fortemente caratterizzata come pedofila, attiva dagli ultimi anni '70 fino agli ultimi anni '80; secondo alcuni autori, sono attivi ancor oggi numerosi gruppi locali indipendenti in Germania.[18]
  • Kanalratten. Propaggine della Indianerkommune ma per i pedofili femmina.[19]
  • Kinderfrühling.[20]
  • Krumme 13 (K13), 1993 - aktuell bis heute und im Internet präsent.[21][22]
  • Pädoguppe, Rat und Tat-Zentrum.[8]
  • Pädophile Selbsthilfe- und Emanzipationsgruppe München (SHG).[23] Fondata nel 1979.[24] A partire dal 2003, la polizia ha iniziato a fare irruzioni nei confronti dei suoi membri, col risultato del sequestro di mezzo milione di immagini pedopornografiche e di arresti multipli.[25]
  • Verein für sexuelle Gleichberechtigung. Fondata a Monaco. 1973 - 1988[26]
  • Werkgruppe Pedophilie.[27]
Italia

  • Gruppo P. Fondato nel 1989 da Francesco Vallini.[28] Nonostante la sua legalità, Vallini ha passato tre anni in carcere per associazione a delinquere. Ciò nonostante, la storica rivista omosessuale Babilonia ha continuato ad impiegare Vallini e a sostenere le sue idee, anche se il Gruppo P, come tale, non esiste più. Il gruppo pubblicava il bollettino Corriere del pedofili.[29].
Olanda

  • Enclave Kring. Fondata negli anni '50 dallo psicologo Frits Bernard.[30]
  • Jon. Fondata nel 1979 dalla Dutch Society for Sexual Reform.[8]
  • Il partito Neighbourly Love, Freedom, and Diversity, 2006 - 2008. Un partito politico olandese mirante all'abbassamento dell'età legale a 12 anni e alla legalizzazione della pedopornografia.[31]
  • Vereniging Martijn. Fondata nel 1982. La più importante associazione pedofila in Europa. Il 27 giugno 2012, un tribunale olandese giudicò illegale questo gruppo e ordinò il suo scioglimento immediato.[32] Tuttavia questa decisione fu annullata dal tribunale d'appello nell'aprile 2016. Il giudice motivò la sua decisione stabilendo che il club non commetteva reati e che aveva il diritto alla libertà di associazione.[33] Questa decisione fu annullata dalla Corte Suprema olandese il 18 aprile 2014 che mise definitivamente Albano l'associazione. L'associazione presentò appello alla Corte Europea per i Diritti Umani che venne respinto.Il gruppo pubblicava il bollettino OK Magazine.[34]
Norvegia

  • Norwegian Pedophile Group.[27]
  • Amnesty for Child Sexuality.[27]
Svizzera

  • Schweizerische Arbeitsgemeinschaft Pädophile.[10]
Regno Unito

  • Paedophile Action for Liberation, 1974, si è fusa con PIE nel 1975.[10]
  • Paedophile Information Exchange (PIE), 1974 - 1984. Era affiliata al National Council for Civil Liberties, ora conosciuto come Liberty, fra il 1978 e il 1983, l'anno in cui fu espulsa.[35] Pubblicava le riviste Magpie, Understanding Paedophilia e Childhood Rights.[10][36]
  • Childhood Sensuality Circle (CSC). Fondata nel 1971 a San Diego (California) da uno studente di Wilhelm Reich.[10]
Stati Uniti

  • North American Man/Boy Love Association (NAMBLA). Dal 1978 ad oggi. Considerata in gran parte disciolta.[37][38]
  • Pedophile Information Society.[39]
  • Project Truth. Una delle organizzazioni espulsa dalla ILGA nel 1994 perché considerata una organizzazione pedofila.[3] Disciolta.
  • René Guyon Society. Forse fittizia. Il suo slogan era "sesso prima degli otto anni, sennò è troppo tardi".[27]
Notate niente di interessante? Queste organizzazioni di pedofili hanno TUTTE il loro sito web. E ancora nessuno nella comunità arcipiùbenpensante ha mai provato a chiuderli, per non parlare di perseguirli sistematicamente come fatto per The Daily Stormer! Com'è possibile? I Nazisti sono perfino peggio dei pedofili?]

C'è anche un altro effetto collaterale particolarmente tossico per la creazione di "cattivi per consenso": agevola il nascondersi dei "cattivi per non-consenso". Facciamo un semplice esempio: il cosiddetto "Olocausto". Spesso si dice che ci sia il bisogno, non mi sto prendendo gioco di voi, della "Educazione dell'Olocausto" per assicurarsi che "un tale abominio non capiti nuovamente". Non capiti nuovamente?! Non è mai finita!!! La decolonizzazione dell'Africa è stata un bagno di sangue, le guerre degli americani in Corea e Vietnam uccisero milioni di persone, esattamente come la guerra sponsorizzata dagli americani in Indonesia. Il genocidio cambogiano, la guerra per l'Indipendenza del Bangladesh, la guerra civile in Mozambico - questi conflitti hanno ucciso milioni di persone. Più di recente, l'invasione sovietica dell'Afghanistan, il genocidio in Ruanda, l'occupazione statunitense dell'Iraq, la seconda guerra del Congo - tutte hanno visto milioni di persone uccise. E' osceno, grottesco e oltraggioso dire "mai più", se in realtà non è mai finita.

O prendiamo l'esempio della pedofilia: sono assolutamente convinto che l'Impero persegua pubblicamente i pedofili solo perché rifiuta di guardare gli orrori che l'industria del porno sta generando, non solo tra gli "attori", ma tra i milioni di individui che ne sono colpiti (e se pensate che questi siano solo sconvolgimenti paranoici di un fondamentalista cristiano, leggete questo articolo e svegliatevi nel mondo reale! Raccomando il secondo capitolo di "The Illusion of Love" del bellissimo libro di Chris Hedges: Empire of Illusion: The End of Literacy and the Triumph of Spectacle, che considero una lettura essenziale per comprendere la società statunitense).

L'orribile verità è che né i Nazisti né i pedofili sono in alcun modo eccezionali. Sono solo il tipico prodotto di un mondo folle di arroganza, odio e perversione maniacale. Non si abbandonano tutte le forme della spiritualità, con qualsiasi senso del sacro e dell'assoluto, senza pagare le conseguenze di questo tipo di follia. La condanna dei Nazisti e dei pedofili è solo una forma particolarmente ipocrita di segnalazione di virtù da parte di forze e individui che sono altrettanto cattivi e perversi, come i Nazisti e i pedofili che denunciano e condannano con tanta violenza. Non dovremmo permettere che l'albero nasconda la foresta, e non dobbiamo permettere ad un SOB ["figlio di puttana", in inglese] di nascondere una moltitudine di altri SOBs.

Subappaltare la repressione della libertà di parola a imprenditori privati

Ciò che sta avvenendo in questo momento è che i Neocon hanno trovato un modo intelligente per eludere le garanzie costituzionali (come il Primo Emendamento) privatizzando la repressione della libertà di parola. Ciò non è affatto qualcosa di nuovo: il Pentagono ha condotto guerre illegali usando "agenti privati" proprio come le agenzie a "tre lettere" che ci hanno illegalmente spiato usando compagnie private di controspionaggio. Oggi i Neocon stanno usando il settore privato per opprimere le nostre libertà: non è meraviglioso il capitalismo?!

Prendiamo nuovamente l'esempio del The Daily Stormer: se il governo statunitense gli avesse impedito di avere un sito web o di usare l'e-mail, l'ACLU si sarebbe ribellato. Ma, visto che tutto ciò è fatto dal settore privato e non dal governo, l'ACLU non ha assolutamente nulla da dire. Perché? Perché i "termini di servizio" (che nessuno legge mai) dà alle compagnie informatiche un potere pressoché illimitato per fare ciò che desiderano dei vostri dati, e dà loro il potere di negarvi qualsiasi se non tutti i servizi. Usare Google (o un servizio di una qualsiasi compagnia informatica) non è un diritto. E' così semplice.

Il problema fondamentale qui è che, prendendo l'esempio del The Daily Stormer, Godaddy + Google + YouTube + Facebook "sono", di fatto, Internet.

Certo, ora il The Daily Stormer si sta nascondendo nel "dark web" su http://dstormer6em3i4km.onion/): vi si può accedere solo utilizzando un router Tor e non è indicizzato dai motori di ricerca. Nel momento in cui scrivo è anche raggiungibile al link https://dailystormer.al/ [adesso non sembra funzionare] ma Dio solo sa per quanto tempo ancora. Ma questo è irrilevante. L'Impero se ne frega di ciò che succede in un qualche angolo remoto di Internet, gli interessa solo di poter controllare ciò che succede nel 90% di Internet o giù di lì, e quel 90% è controllato da una lista relativamente ridotta di fedeli società, più che felici di eseguire un ordine dell'Impero perfino senza un'ingiunzione del tribunale.

Sembra anche che, almeno secondo il suddetto articolo di Wikipedia, Anonymous voglia agire come gendarme dell'Impero. Certo, potrebbe essere l'NSA che fa finta di essere Anonymous. Non lo sapremo mai.

Aggiungo che era inevitabile. I Padri Fondatori hanno plasmato la Costituzione degli Stati Uniti (e altri strumenti di legge) per proteggere le persone dagli abusi del governo. Non avrebbero mai potuto immaginare che le élite al potere avrebbero smantellato quanto più possibile del governo stesso (soprattutto le parti più utili) e messo al suo posto delle società private. I leader dei diritti civili americani erano così ossessionati dallo Zio Sam che non si sono accorti che il mondo aziendale statunitense li ha legalmente e silenziosamente schiavizzati, naturalmente per conto dello Stato Profondo, il cui principale componente oggi sono i Neocon.

Quindi che cosa dobbiamo fare a questo proposito?

La liberazione delle nostre menti e le tecnologie che utilizziamo

Io penso che dobbiamo accettare la sfida concettuale dei Neocon: ci stanno letteralmente provocando ad opporci alle persecuzioni dei Nazisti e dei pedofili. Noi, quindi, dobbiamo fare esattamente quello, cioè provare a rendere impossibile ai Neocon di perseguitare i Nazisti e i pedofili. Non per il loro bene, ovviamente, ma per il nostro! Perché se l'Impero può fare questo ai Nazisti, allora l'Impero lo può successivamente fare per chiunque altro. Veramente, "prima vennero per i Nazisti e i pedofili...".

[Nota a latere: settantadue anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, i tavoli sono stati girati completamente, e ora i famosi versi del pastore Niemöller dovrebbero cominciare con "Prima vennero per i Nazisti e i pedofili". Posso immaginare come sarebbe totalmente sconvolto il pastore Niemöller se sapesse che le sue famose parole anti-naziste ora sono utilizzate per difendere la libertà di Nazisti e pedofili. Sarebbe sconvolto e rattristato, certo, ma sono sicuro che capirebbe e sarebbe d'accordo].

Io dico che è il momento per tutti noi di rifiutare di essere trattati come topi di laboratorio, addestrati dal condizionamento operante a venerare X (Barack Obama) e odiare Y (i Nazisti). Nazisti e pedofili meritano il nostro totale rifiuto e disgusto, non perché ci hanno fatto il lavaggio del cervello per odiarli, non perché rappresentano un certo "super-male" ma semplicemente perché loro sono realmente da aborrire. Coloro che vogliono farci il lavaggio del cervello per odiarli, non credono che noi si possa arrivare a questa conclusione senza lavaggio del cervello. Tutto questo, dico, è molto offensivo e umiliante per noi. Dobbiamo dire a coloro che ci vorrebbero completamente condizionati, che possiamo arrivare alle nostre conclusioni, grazie molte, e che possono continuare a fare il lavaggio ai loro cervelli.

Oltre a liberarci dal giogo ideologico che ci viene imposto dalla macchina propagandistica imperiale, ci sono anche delle questioni tecnologiche che devono essere esaminate. Ad esempio, avere un sito web e utilizzare messaggi di posta elettronica criptati. Ne abbiamo tutti bisogno, giusto? Solo che ora potrebbe essere una cosa molto difficile da ottenere. E se ci fosse una corporazione là fuori che dichiarasse apertamente che i suoi servizi non verranno negati a nessuno per nessun motivo? Che cosa succederebbe se una società dichiarasse, in linea di principio, che gli account di nazisti, pedofili e terroristi non verranno mai chiusi o comunque compromessi? Non sarebbe esattamente una società con la quale vorreste aprire un account, giusto?

In primo luogo, cerchiamo di essere realistici e non chiediamo a nessun fornitore di accessi internet di ignorare un ordine del tribunale. In astratto, questo potrebbe essere molto nobile, ma non molto realistico. Tuttavia, la nostra prima condizione potrebbe essere che il fornitore del servizio chiuda o comunque limiti il nostro account solo se gli viene dato un ordine del tribunale. Dei termini del servizio che includessero tale disposizione potrebbero, in teoria, rendere perfino gli Stati Uniti una giurisdizione abbastanza sicura. La Svizzera o l'Islanda sarebbero ancora meglio.

Non so se questo sia tecnicamente possibile, ma sarebbe ancora meglio se il fornitore dell'accesso rendesse tecnicamente impossibile a sé stesso chiudere un account. Sono stati fatti alcuni passi verso questo tipo di configurazione. Ad esempio, Protonmail cripta la posta in arrivo dell'utente in modo tale che anche se un tribunale svizzero gli ordinasse di consegnare i contenuti della posta in arrivo di un utente Protonmail, questa sarebbe solo in grado di consegnare dei file fortemente criptati, ma non il testo in chiaro. Questo mi fa chiedere se sia possibile avere un'autorità (il fornitore dell'accesso internet) che proceda con la creazione di un account, ma che questo account, una volta creato, sia tecnicamente impossibile da chiudere per il fornitore stesso. Che cosa succede se quell'account venisse ospitato su una rete peer-to-peer o se le credenziali per creare un account fossero insufficienti per chiuderlo? Non lo so, sto solo pensando ad alta voce. Qualche opinione?

In secondo luogo, la sede della corporazione, le attività finanziarie e i server dovrebbero essere situati in giurisdizioni abbastanza sicure. Protonmail ha sedi aziendali e conti bancari in Svizzera (i loro server sono sparsi per il mondo, alcuni sono anche in Israele, sigh...). Forse sarebbe meglio separare tutto in diverse giurisdizioni? Giurisdizione distribuita forse?

[Nota a latere: qui devo ammettere con mio grande rammarico e vergogna che la Russia di Putin non è migliore rispetto agli Stati Uniti e, francamente, la Russia è anche peggio sotto molti aspetti. La triste realtà è che il governo russo, col pio pretesto della lotta contro il terrorismo, ha fatto passare molte leggi che danneggiano la libertà e la privacy, e che le garanzie giuridiche offerte alla libertà di parola in Russia sono prossime allo zero. Sì, *in questo momento* c'è un bravo ragazzo al potere, ma se domani, Dio non voglia, arriverà al potere una sorta di "Eltsinoide" non c'è nulla che impedirà al governo russo di vietare totalmente la criptografia, chiudere i siti web "politicamente scorretti", ecc. Lo stesso vale per l'Iran e la Cina, tra l'altro. Personalmente sono fortunato che il mio blog non sia bloccato in Iran - sì, ho controllato - ma molti altri lo sono. La Cina potrebbe essere la peggiore di tutte: ora vogliono introdurre [link a una pagina in russo tradotta da Google Translator] la registrazione obbligatoria dei dati del passaporto per ogni persona che utilizza qualsiasi social media! Questo è un paradosso, ma i paesi che si trovano in prima linea nella resistenza all'Impero Anglo-Sionista hanno ancora meno cultura della libertà, in particolare su Internet, rispetto agli Stati Uniti o alla maggior parte dei paesi dell'UE. Questa è una pessima notizia per noi, perché ciò significa che ci sono forse più probabilità di trovare una soluzione ai nostri problemi in Occidente che in paesi come la Russia, l'Iran o la Cina. È abbastanza eloquente (vedi sopra) che il Roskomnadzor, invece di fornire un porto sicuro in Russia al The Daily Stormer, in realtà ha chiesto (e ottenuto) che il suo dominio russo venisse chiuso. Vergognati, Russia, è tutto quello che posso dire!]

Verrà mai creato un service provider simile? Voglio sperare di sì. Sono stato enormemente incoraggiato dalla reazione della Electronic Frontier Foundation (vedi qui per il testo completo) che ha fortemente condannato le azioni delle corporazioni fedeli e che ha chiaramente detto:

Proteggere la libertà di parola non è qualcosa che facciamo perché siamo d'accordo con tutti i discorsi che ne ricevono protezione. Lo facciamo perché crediamo che nessuno - non il governo e nemmeno le imprese commerciali private - debba decidere su chi può parlare e chi no.

Dio benedica i loro cuori! Sono orgoglioso di essere un membro della EFF.

La Free Software Foundation (FSF), della quale sono anche membro, potrebbe offrire la tecnologia per garantire che nessuno, compresi i "cattivi per consenso" venga spogliato del diritto di presentare idee o di comunicare in modo sicuro.

Odo l'obiezione "e per quanto riguarda i terroristi?" A questo mi sento di rispondere due cose:
1. Per quanto ne so, tutti i terroristi sono sponsorizzati dagli stati.
2. I terroristi possono *facilmente* aggirare eventuali forme di controllo dello stato (per lo più non rivelando quali account di posta elettronica utilizzano).
Quindi l'idea che "daremo ai terroristi i mezzi per comunicare" è una sciocchezza assoluta.

Come strumento per la libertà, Internet è stata davvero fantastica. Ma dobbiamo anche riconoscere che ha i suoi punti deboli, in particolare i suoi "punti di ingresso" (il cosiddetto Network Access Points o PAN) e il meccanismo di registrazione del nome di dominio (tramite ICANN). I governi non possono spegnere Internet, il settore privato e il governo congiunti probabilmente possono.

E poi c'è il problema dei motori di ricerca. In questo momento Google regna sovrana, e il secondo in classifica (Yandex) si sta concentrando soprattutto sull'Internet russa. Ci sono un sacco di altri motori di ricerca, ma nessuno di loro offre alcuna garanzia di apoliticità. Ancora una volta, questa è una sfida per la comunità del software libero, che dovrà trovare una soluzione, ma questo richiederà tempo.

Prevenire alcune accuse inevitabili

Avete notato quante volte in questo articolo ho dovuto fare delle premesse per evitare l'accusa di avere una sorta di simpatia per i nazisti? Beh, io sono abbastanza sicuro che qualche scemo cercherà comunque di pubblicare un commento accusandomi di essere un nazista. Quando ciò accadrà, per favore, consideratelo un esempio di come facilmente la parola "nazista" trasformi il cervello in poltiglia. Alcuni mi accuseranno anche di essere un cripto-nazista (o qualcosa di simile) non perché lo crede davvero, ma perché non avranno alcuna eventuale argomentazione logica e basata sui fatti per contestarmi. Essi sperano che l'etichetta "nazista" serva a rimuovere semplicemente le mie argomentazioni dalla consapevolezza di lettori ben condizionati. Infine, ci sarà anche l'immancabile "offeso dal nazista", che sarà assolutamente indignato dal fatto che un tizio osa mettere in discussione i 6 milioni di morti + camere a gas + crematori, e che chiama ALLO STESSO TEMPO nazisti dei malvagi maniaci genocidi razzisti (odiano anche quando parlo di ucronazisti - a quanto pare il fatto che ci siano un sacco di ebrei nella leadership ucraina è la prova che gli ucronazisti non sono dei nazisti. Mi chiedo se questi ragazzi si rendano conto quanto i nazisti e i sionisti siano simili, o se capiscono che il governo israeliano è, ideologicamente parlando, semplicemente una versione ebraica delle idee, delle politiche e anche dei metodi nazionalsocialisti). Questo tipo di discussione di solito inizia con "sembra che" o "in altre parole" o "così stai dicendo che", ecc. La mia risposta è semplice: ho scritto quello che ho scritto, se avessi voluto scrivere qualcosa di diverso, lo avrei fatto. Quindi, per favore, risparmiateci la solita "parafrasi creativa" di quello che si dice in realtà.

Conclusione: gli ultimi gruppi di resistenza

L'attuale isteria attorno alla Alt-Right [destra alternativa], al The Daily Stormer o a Trump come "candidato del KKK" non è solo il risultato dei media corporativi controllati da idioti sensazionalistici. Si tratta di una deliberata campagna strategica di operazioni psicologiche il cui scopo è quello di far cadere Trump e di reprimere le legittime aspirazioni di milioni di americani che vogliono semplicemente che il loro paese gli venga restituito. Tutto è iniziato da una rivoluzione colorata contro Trump, seguita da un riuscito colpo di Stato, e ora i Neocon stanno rivolgendo la loro attenzione a noi, le persone qualunque. Nelle loro menti malate, se non siamo dei Clintonbots dal cervello lavato allora siamo tutti dei neo-Nazisti di qualche tipo. Per loro, il The Daily Stormer o la Alt-Right sono solo le prove e il pretesto di cui hanno bisogno per scagliarsi contro le nostre libertà civili e i diritti umani. A peggiorare le cose, la cosiddetta sinistra (dico "cosiddetta" perché, lasciate che ve lo dica, non c'è una vera sinistra negli Stati Uniti, solo idioti ignoranti che definirebbero Obama un socialista!) ha totalmente omesso di capire che "prima vennero per la Alt-Right" e, invece, partecipano alla campagna "Trump è un razzista". Francamente, trovo i liberali degli Stati Uniti senza speranza, affetti da morte cerebrale terminale, e politicamente sono degli idioti al servizio dei Neocons. Sappiamo tutti da che parte stanno i Neocons. E così ci rimangono solo due gruppi che sono ancora in grado di pensare, e questi sono i paleo-conservatori e i libertari. Essi non sono esattamente il mio tipo con le loro idee e miti economici, ma questo è davvero irrilevante, a questo punto. Ciò che conta è che sono gli ultimi che difendono i seguenti principi fondamentali:
1. l sostegno alle libertà costituzionali e ai diritti civili
2. L'opposizione all'impero e alle guerre oltreconfine
3. La resistenza contro l'agenda sociale e politica della "coalizione delle minoranze"
Credo che ormai la maggior parte paleo-conservatori e dei libertari abbia capito che "la presidenza Trump è finita", come ha detto Bannon. Trump è un nano intellettuale castrato e a pezzi, nelle mani dei Neocon. Ma vale ancora la pena di combattere per le cose che propugnava Trump durante la sua campagna elettorale. Dimenticate l'uomo, ma ricordate i valori, le idee, i principi che lo hanno fatto eleggere. Questi valori sono tutto ciò che si frappone tra noi e una vita di servitù per i Neocon e il loro Impero AngloSionista. Questo è anche tutto ciò che si frappone tra il genere umano e una possibile guerra mondiale.

[Nota a latere: ai miei amici della (vera) sinistra: no, non sto facendo mie le opinioni politiche dei paleo-conservatori o dei libertari. Ma sto dicendo che nel contesto americano queste sono le uniche due forze politiche di sinistra che sono mentalmente in grado di resistere. Come ho già detto, non esiste una vera sinistra organizzata a nord del Rio Grande, mi dispiace. E, prima che me lo chiediate, i membri di Antifa sono solo stupidi strumenti nelle mani dei Neocon. Sì, ci sono degli esponenti della vera sinistra negli Stati Uniti, sorprendentemente molti direi, ma non c'è niente di organizzato, nessun movimento. Questo è un disastro e una tragedia, ma questa è la triste realtà.]

Ciò che la macchina della propaganda Neocon sta facendo è cercare di mettere i paleo-conservatori e i libertari nella categoria degli "agenti di Putin" (Ron Paul) o dei Nazisti (Pat Buchanan). Se ci riusciranno, allora sarà davvero la fine, gente.

*****

Articolo di The Saker pubblicato su TheSaker.is il 30 agosto 2017
Traduzione in italiano di Raffaele Ucci, Claudia Niarni, Sascha Picciotto, Elvia Politi, Fabio_San per SakerItalia