© Sputnik. Constantin Chalabov
Nella parte settentrionale degli Urali e in Siberia occidentale le temperature sono scese a valori vicini ai record nel corso della storia delle osservazioni meteo, ha riferito a RIA Novosti la direttrice del dipartimento meteorologico del bacino fluviale Ob-Irtysh Ludmila Litovkina.

"La zona più fredda è il distretto autonomo di Khanty-Mansi, dove ieri sera (mercoledì 21 dicembre) la temperatura più bassa registrata dalle stazioni meteorologiche ha segnato —53°C. Questa temperatura è stata registrata a Noyabrsk e Nizhnesortymsky. —52°C ad Yuilsk, a Kogalym —51°C, a Raduzhny —50°C. Questa notte la temperatura si è alzata di 2°C," — ha riferito l'esperto.

Secondo la Litovkina, il record assoluto di gelo era stato stabilito nel 1932: nell'occasione nel villaggio di Kazim erano stati raggiunti i —58°C, a Sosva —55°C. Pertanto le temperature registrate in questi giorni sono vicine ai record.