Epstein Mossad
La vastità dello spionaggio israeliano diretto contro gli Stati Uniti è una notizia enorme che solo raramente viene affrontata dai media tradizionali. Lo stato ebraico è regolarmente in cima alla lista dei paesi apparentemente amichevoli che conducono aggressivamente spionaggio contro gli Stati Uniti e l'ebreo americano Jonathan Pollard, che fu imprigionato nel 1987 per aver spiato per Israele, è ora considerato come la spia più dannosa nella storia degli Stati Uniti.

Il produttore hollywoodiano e spia israeliana Arnon Milchan

La settimana scorsa ho scritto di come le spie israeliane che operano più o meno liberamente negli Stati Uniti vengono raramente ostacolate, tanto meno arrestate e perseguite, perché c'è una riluttanza da parte dei vertici del governo a farlo.

Ho citato il caso di Arnon Milchan, un produttore cinematografico miliardario di Hollywood che aveva una vita segreta che includeva il furto di tecnologia avanzata negli Stati Uniti per consentire lo sviluppo del programma di armi nucleari di Israele, cosa che era decisamente contraria agli interessi degli Stati Uniti. Milchan è stato coinvolto in una serie di altri furti e vendite di armi per conto dello stato ebraico, tanto che il suo lavoro come produttore cinematografico è stato riportato ad essere meno lucrativo del suo lavoro come spia e commerciante di armi del mercato nero, dove operava su base di commissioni.

Arnon Milchan flanked by Leonardo DiCaprio and Steven Spielberg at the 2016 Oscars

Arnon Milchan affiancato da Leonardo DiCaprio e Steven Spielberg agli Oscar del 2016
Il fatto che Milchan non sia mai stato arrestato dal governo degli Stati Uniti o addirittura interrogato sulla sua attività illegale, ben nota alle autorità, è solo un'ulteriore manifestazione dell'efficacia del potere ebraico a Washington.

Jeffrey Epstein accusato di traffico di ragazze minorenni

E' appena riemerso un caso assai più convincente di possibile spionaggio con grandi implicazioni politiche. Mi riferisco a Jeffrey Epstein, il "finanziere" miliardario di Wall Street che è stato arrestato e accusato di aver gestito una "vasta" rete di ragazze minorenni per sesso, operando dai suoi palazzi di New York City, dalla Florida e dalla sua isola privata nei Caraibi, definita dai visitatori come "Orgy Island". Tra gli altri associati altolocati, si sostiene che Epstein fosse particolarmente vicino a Bill Clinton, il quale ha volato decine di volte sul 727 privato di Epstein.
Alex acosta Epstein
Epstein è stato arrestato l'8 luglio dopo l'incriminazione da parte di una grande giuria federale a New York. E' stato più di un decennio dopo che Alexander Acosta, il primo procuratore federale di Miami, che ora è il segretario del lavoro del presidente Trump, ha accettato un patteggiamento che coinvolgeva accuse simili riguardanti la pedofilia che non sono state condivise con gli accusatori prima di essere messe a punto in tribunale. Ci sono state centinaia di vittime, circa 35 delle quali sono state identificate, ma Acosta ha deliberatamente impedito ai due querelanti di testimoniare in tribunale prima della sentenza.

L'intervento di Acosta ha significato che Epstein è riuscito ad evitare sia un processo pubblico che una possibile condanna federale, invece di scontare solo 13 mesi di una condanna a 18 mesi nel carcere quasi senza sicurezza della contea di Palm Beach County, con l'accusa di aver sollecitato la prostituzione in Florida. Durante la detenzione, gli è stato permesso di lasciare il carcere per sedici ore al giorno, sei giorni alla settimana, per lavorare nel suo ufficio.

I crimini di Epstein sono stati commessi nella sua villa di Manhattan da 56 milioni di dollari e nella sua villa sull'oceano a Palm Beach in Florida. Entrambe le residenze erano dotate di telecamere e microfoni nascosti nelle camere da letto, che Epstein avrebbe usato per registrare gli incontri sessuali tra i suoi ospiti di alto profilo e le sue ragazze minorenni, molte delle quali provenienti da ambienti poveri, reclutate da procuratori per impegnarsi in quelli che erano eufemisticamente descritti come "massaggi" per denaro. Epstein apparentemente non si sforzava minimamente di nascondere quello che stava facendo: il suo aereo si chiamava "Lolita Express".

Bill Clinton ha volato sul 'Lolita Express' 26 volte

I democratici chiedono un'indagine sulla vicenda di Epstein e sulle dimissioni di Acosta, ma potrebbero anche finire per rimpiangere le loro richieste. Trump, il vero obiettivo della furia di Acosta, a quanto pare non conosceva i dettagli del patteggiamento che ha posto fine al processo di Epstein.

Bill e Hillary Clinton erano, tuttavia, collaboratori molto stretti di Epstein. Bill, che ha volato sul "Lolita Express" almeno 26 volte, potrebbe essere plausibilmente implicato nel giro di pedofilia data la sua storia e la relativa mancanza di una morale convenzionale. In molti dei viaggi, Bill rifiutò le scorte dei Servizi Segreti, che sarebbero stati testimoni di qualsiasi comportamento illecito.

In un lungo viaggio in Africa nel 2002, Bill e Jeffrey furono accompagnati dall'attore Kevin Spacey accusato di pedofilia e da un certo numero di giovani ragazze, "dipendenti" poco vestiti e identificati solo come "massaggiatrici". Epstein è stato anche uno dei principali collaboratori della Clinton Foundation ed è stato presente alle nozze di Chelsea Clinton nel 2010.

Trump

Con l'avvicinarsi di un anno elettorale, i Democratici difficilmente vorrebbero che il pubblico si ricordasse delle imprese di Bill, ma ci si deve chiedere dove e quanto in profondità l'indagine potrebbe andare. C'è anche un piccolo sospetto su Donald Trump.

Anche se Donald potrebbe non essere stato un passeggero frequente del "Lolita Express", si è certamente spostato negli stessi circoli dei Clinton e di Epstein a New York e Palm Beach, e in più, con le sue stesse parole, è più o meno amorale come Bill Clinton. Nel giugno 2016, una certa Katie Johnson ha intentato una causa a New York sostenendo di essere stata ripetutamente stuprata da Trump durante una festa di Epstein nel 1993, quando aveva 13 anni.

In un'intervista rilasciata da New York Magazine nel 2002, Trump ha detto: "Conosco Jeff da quindici anni. Uomo fantastico...... con lui ci si diverte un sacco. Si dice anche che gli piacciono le belle donne tanto quanto me, e molte di loro sono giovani. Non c'è dubbio: Jeffrey si gode la sua vita sociale".

Epstein, Clinton, Trump
Caratteristiche di un caso di spionaggio

Condurre indagini selettive sui misfatti di qualcuno e puntarli il ditto per tutto il tempo è il nome del gioco a Washington, e l'affaire Epstein ha anche tutte le caratteristiche di un grosso caso di spionaggio, forse legato a Israele.

A meno che Epstein non sia un pedofilo estremamente malato a cui piace guardare film di altri uomini che si scopano ragazze dodicenni, l'intera procedura di ripresa sa di un'operazione sofisticata di intelligence che raccoglie materiale per ricattare importanti politici e altre figure pubbliche.

Chi è stato ricattato coopererebbe senza dubbio nella maggior parte dei casi con il governo straniero coinvolto per evitare un grave scandalo. Si chiama reclutamento di "agenti influenti". È così che funzionano le agenzie di intelligence ed è quello che fanno.

Acosta: "Mi è stato detto che Epstein è sotto l'ala dei servizi segreti"

Che Epstein fosse percepito come legato ai servizi segreti è stato chiarito nei commenti di Acosta quando è stato autorizzato dal team di transizione di Trump. Gli è stato chiesto "Il caso Epstein causerà un problema [per le udienze di conferma]? "Acosta aveva spiegato, con calma, a quanto pare, che in passato aveva avuto un solo incontro sul caso Epstein. E' stato costretto a firmare un accordo di non persecuzione con uno degli avvocati di Epstein perché gli era stato "detto" di tirarsi indietro, perché Epstein era al di sopra del suo grado retributivo. "Mi fu detto che Epstein apparteneva all'intelligence e di lasciar perdere".


Domande sul patrimonio di Epstein suggeriscono anche un collegamento con un'agenzia governativa segreta con tasche profonde. Il New York Times riporta che "esattamente come le sue operazioni di gestione del denaro venivano svolte erano coperte di segretezza, così come la maggior parte dei nomi per chi svolgeva tali operazioni. Affermava di lavorare per un certo numero di miliardari, ma l'unico cliente principale conosciuto era Leslie Wexner, il fondatore miliardario di diverse catene di negozi, tra cui The Limited".

Ma quali servizi segreti stiamo parlando? La CIA e i servizi FSB russi sono ovviamente i primi candidati, ma non avrebbero alcun motivo particolare per reclutare un agente come Epstein. Questo lascia Israele, che sarebbe stato desideroso di avere un gruppo di agenti influenti in Europa e negli Stati Uniti.

Il contatto di Epstein con i servizi segreti israeliani potrebbe essere plausibilmente avvenuto attraverso le sue associazioni con Ghislaine Maxwell, che sarebbe stato il suo principale procuratore di giovani ragazze.

Ghislaine è la figlia di Robert Maxwell, morto o forse assassinato in circostanze misteriose nel 1991. Maxwell era un uomo d'affari anglo-ebraico, molto cosmopolita di profilo, come Epstein, un multimilionario molto controverso che pare avesse dei stretti rapporti con il Mossad.

Dopo la sua morte, Israele gli fece un funerale di stato durante il quale sei militari ed ex capi dei servizi segreti israeliani ascoltarono mentre il primo ministro Yitzhak Shamir elogiò: "Ha fatto di più per Israele di quanto si possa dire oggi".

Trump with Robert Maxwell

Trump (a sinistra) con Robert Maxwell (a destra) ad un evento
Epstein teneva un libro nero che identificava molti dei suoi contatti sociali, che ora è nelle mani degli investigatori. Il libro includeva quattordici numeri di telefono personali di Donald Trump, tra cui quello dell'ex moglie Ivana, della figlia Ivanka e dell'attuale moglie Melania. Comprendeva anche il numero di telefono del principe Bandar dell'Arabia Saudita, Tony Blair, Jon Huntsman, del senatore Ted Kennedy, Henry Kissinger, David Koch, Ehud Barak, Alan Dershowitz, John Kerry, George Mitchell, David Rockefeller, Richard Branson, Michael Bloomfield, Dustin Hoffman, Queen Elizabeth, il Re saudita Salman e Edward de Rothschild.

Il Mossad avrebbe sfruttato e fatto collaborare i suoi contatti facendoli intrattenere da Epstein con cene costose e viaggi in luoghi esotici, fornendo loro donne e divertimento. Se rifiutavano di collaborare, sarebbero stati ricattati, con foto e video mentre avevano rapporti sessuali con ragazze minorenni.

La connessione israeliana sarà oggetto di indagine?

arà molto interessante vedere fino a che punto e quanto in profondità si spingerà l'indagine su Epstein e le sue attività. Ci si può aspettare che verranno intrapresi notevoli sforzi per proteggere politici influenti come Clinton e Trump e per evitare qualsiasi indagine su un possibile ruolo israeliano. Questa è la prassi standard, come testimoniano il Rapporto dell'11 settembre e l'indagine Mueller, che hanno entrambi evitato qualsiasi indagine su ciò che Israele avrebbe potuto fare. Ma questa volta, se si trattasse davvero di un'operazione israeliana, potrebbe risultare difficile coprire la storia, poiché l'aspetto pedofilo ha scatenato una notevole rabbia pubblica da parte di tutti gli schieramenti politici. Il senatore Chuck Schumer, autodefinito come il "protettore" di Israele al Senato, chiede a gran voce le dimissioni di Acosta. Potrebbe cambiare la sua melodia se si scopre che Israele è una parte importante della storia.

Nota del redattore: l'avvocato di Epstein, Alan Dershowitz, che ha aiutato il broker Epstein ad ottenere una sentenza straordinariamente leggera, è un fervente partigiano israeliano che ha contribuito a mettere a tacere un documentario sulla lobby israeliana negli Stati Uniti (vedi il film qui).

Jeffrey Epstein with his attorney, Harvard Professor Alan Dershowitz

Jeffrey Epstein con il suo avvocato, il professore di Harvard Alan Dershowitz
Dershowtiz ha appoggiato la tortura e la punizione collettiva. Era il "Frankfurter Professor of Law" alla Harvard Law School, dal nome dell'ex professore di Harvard e giudice della Corte Suprema Felix Frankfurter. La cattedra di Frankfurter ad Harvard era stata acquistata per lui da Jacob Schiff. Frankfurter faceva parte di un gruppo segreto che lavorava per fondare Israele. (Maggiori informazioni qui).

Due adolescenti vittime di Epstein hanno affermato che Dershowitz era coinvolto nei rapporti sessuali, cosa che egli ha negato con rabbia. Ora gli si fa causa per diffamazione. Hollywood Reporter afferma: "Dopo aver implorato sfacciatamente l'azione giudiziaria, Dershowitz sta tentando di sfruttare tecnicismi e ampie immunità per sfuggire all'accertamento dei fatti".

JTA riferisce che il rapporto di Dershowitz con Epstein "si estendeva oltre la rappresentanza legale. Era solito inviare a Epstein bozze dei suoi libri prima della pubblicazione, e avrebbe partecipato a seminari convocati da Epstein con altre personalità di Harvard, come l'ex presidente Larry Summers. Inoltre ha partecipato a assemblee sociali presso la sua residenza di Upper East Side".

Israele attualmente riceve oltre 10 milioni di dollari al giorno dagli Stati Uniti, e questa cifra sta per salire ancora di più.

Israele ha ricevuto molti più soldi provenienti dalle tasse statunitensi di qualsiasi altro paese. In media, ottiene circa 7.000 volte di più pro capite rispetto ad altri paesi del mondo.

Il video qui sotto è stato preso dal Miami Herald