Children Models for Vogue
© Vogue
Bambini modelli per Vogue
I media tradizionali diffondono l'idea che gli psicologi classifichino la pedofilia come un orientamento sessuale e non come un disturbo mentale, creando così spazio per il dibattito sulla possibile accettazione di questo 'orientamento'.

SOTT.net espone sistematicamente questo grande male che sta travolgendo e conquistando gran parte del mondo occidentale e oltre:

Per comprendere meglio la direzione che la nostra società sta prendendo, non dobbiamo andare oltre i Paesi Bassi, un paese considerato come un laboratorio per l'esportazione di valori liberali e "progressisti". Un paese in cui negli anni '60 la normalizzazione della pedofilia è diventata quasi realtà.

Come scrive Bart Bohemen dal sito di notizie Curiales:
"La rivoluzione sessuale degli anni '60 cambierebbe per sempre la nostra società. Il sesso libero, l'emancipazione delle donne e l'accettazione dell'omosessualità nacquero come movimenti. Sulla scia del cambiamento culturale, un gruppo completamente diverso ha combattuto per l'accettazione della loro perniciosa preferenza sessuale: i pedofili".
Il clip seguente (in olandese, con sottotitoli in inglese, vedi la trascrizione sotto il video) è un buon esempio dei tipi di persone che lottano per l'accettazione della pedofilia nella società. Nel video vediamo il raccapricciante Edward Brongersma, all'epoca politico e medico di diritto olandese, raccontare al relatore che i bambini hanno bisogno di attenzione sessuale da parte degli adulti, e come è nostro dovere, da adulti, dare loro questo 'affetto'. Nel clip si sente anche il pastore Alje Klamer, che dice: "I pedofili mi hanno aperto gli occhi".

Politico: Fortunatamente, un gran numero di persone sono pedofili, c'è un pedofilo in ogni essere umano. In realtà ad ogni essere umano piace e ama i bambini che è un bene per i bambini, perché i bambini hanno bisogno di affetto. E c'è bisogno di esprimerlo. Questo non può accadere solo mentalmente. Un bambino è molto orientato fisicamente e ha anche bisogno che l'affetto sia espresso fisicamente. Bene, ci sono abbracci, baci, toccatine. E basta guardare l'espressione del bambino quando viene accarezzato in questo modo. La piacevole espressione arricchita che il bambino ottiene in seguito, dimostra chiaramente che i bambini hanno bisogno di questo.

Intervistatore: A volte diciamo ai bambini: "Sei così carino, che vorrei mangiarti".

Politico: Sì, sì, c'è qualcosa in questa espressione che indica la necessità di voler essere fisicamente uniti.

Intervistatore: E a loro non dispiace.

Politico: Esatto, a loro non dispiace. Tutti loro sarebbero colpiti così negativamente da tale affetto? Se questo fosse così dannoso, disgustoso o traumatizzante - termine usato negli ambienti accademici - per quei bambini, allora questo vuol dire che stiamo vivendo in un mondo totalmente malato. L'ho paragonato alla masturbazione. Pratica che la gente pensava facesse male.

Intervistatore: [che colpisce negativamente] il midollo spinale... il cervello.

Politico: Cervello,.... hanno detto che i denti sarebbero caduti, che tutto sarebbe andato storto, e che si muore in tenera età in modo terribile. Poiché sono stati condotti studi sociali che hanno dimostrato che si tratta di una pratica comune e normale, ora vediamo che è impossibile che sia così terribilmente sbagliata.

- L'intervistatore si rivolge ora al pastore Klamer -

Intervistatore: Grazie.... Al pastore Klamer, c' è un tabù su questo tema. Avete contatti con i pedofili, è sempre stata una questione aperta per voi?

Pastore: No, i pedofili mi hanno aperto gli occhi. Grazie alle loro storie, ho imparato a pensare diversamente e ad ascoltare gli altri in modo diverso.

Intervistatore: Come può un pastore difendere i pedofili con le sue credenze religiose?

Pastore: Proprio per questo. Perché la fede sta nell'amore. E penso che se si parla di fede, si parla della persona da cui si è imparato la fede, e questo è Gesù. E Gesù non fa altro che creare spazio per le persone che in quei tempi venivano mostrate sotto una cattiva luce e descritte come pericolose e che non appartenevano agli altri.
Il messaggio era chiaro: chi non interagiva sessualmente con i propri figli non è un buon genitore. Per quanto questo sia terribile, molte persone ci sono cascate.

La leggerezza con cui è stata trattata la pedofilia ha portato con sé molti orrori. Gli scandali di abusi sui minori sono seguiti in rapida successione. Ancora oggi il danno sembra evidente: le statistiche ufficiali sostengono che un bambino olandese su tre ha subito abusi o maltrattamenti sessuali.

All'inizio degli anni Novanta, l'emancipazione della pedofilia divenne un totale fallimento dopo che erano venute alla luce reti composte da individui che rapivano, torturavano, violentavano e uccidevano bambini e neonati, poi vendevano o compravano video dei crimini perpetrati per migliaia e milioni di euro. Non era l'immagine che l'establishment olandese aveva cercato di dipingere dei pedofili - il loro punto di forza era che i pedofili stavano "rivoluzionando" come dovremmo 'amare' i nostri figli.

All'epoca, queste rivelazioni sembravano segnare la fine per l'accettazione della pedofilia. La gente finalmente cominciò a rendersi conto che non si trattava di 'amore per i bambini', come propagandato da politici, accademici e i media - ma di predatori che si eccitavano abusando i bambini.

Ciononostante, è stato solo nel 1998 che il partito politico olandese SGP ha presentato una mozione per criminalizzare il possesso della pornografia infantile, che è stata approvata dalla Camera dei Rappresentanti. Eppure, quasi tutte le parti hanno ritenuto che si trattasse di una violazione della privacy. Solo verso la fine del millennio si è verificato un cambiamento politico e culturale che ha fatto sì che la pedofilia fosse ancora una volta considerata inaccettabile.

Tuttavia, la battaglia per l'accettazione della pedofilia non è mai cessata. I recenti sviluppi dimostrano infatti che l'accettazione della pedofilia sta risorgendo e sta compiendo notevoli progressi in tutto il mondo Occidentale.

L'Impero della Pedofilia

Oggi, la campagna per fare della pedofilia un "orientamento sessuale" normale ha una nuovo alleato: la "rivoluzione del genere". È interessante notare che il concetto di una vasta gamma di identità di genere è nato da un pedofilo e sperimentatore umano, che mette un pennello molto diverso sul 'progressismo' liberale come veicolo di cambiamento positivo nelle società Occidentali.

Le autorità e i media stanno offuscando le linee di demarcazione tra maschio e femmina, al punto che i bambini - i cui cervelli non sono pienamente sviluppati - vengono incoraggiati nelle scuole a non conformarsi ai "generi stereotipi" maschili o femminili e a "scegliere il proprio sesso". Nuovi pronomi che affrontino correttamente i "nuovi generi" vengono persino applicati per legge.

National geographic
© National Geographic
L'auto proclamata rivoluzione storica di genere - National Geographic, copertina di gennaio 2017
Il seguente video è tratto da un progetto rivolto ai bambini in età prescolare per spiegare i temi LGBT+. Esso presenta anche un demone barbuto dall'aspetto raccapricciante che dice ai bambini quanto ''ama superare i confini di genere''. Teddy "l'orso parlante'' termina lo spettacolo dicendo allo spettatore quanto è divertente essere travestiti.


I bambini vengono anche regolarmente raffigurati come simboli sessuali in tutti i media: vedi qui, qui e la seguente immagine dove l'attrice tredicenne della serie televisiva Stranger Things, Millie Bobby Brown è raffigurata come una delle "Stelle TV più sexy" di W Magazin.


L'editore di "Lifestyle" del notiziario inglese Metro ha recentemente pubblicato un'orribile rubrica editoriale che rimprovera i genitori che non sessualizzano i loro figli in tenera età e gli incoraggia a comprare giocattoli sessuali per i loro bambini. Nel frattempo, lo show mattutino, This Morning ha pensato che sarebbe stato divertente per il pubblico britannico di far vedere tre bambine che ballano la lapdance, e far proclamare ad un ospite che "in realtà si tratta solo di fitness".

Gli psicologi in Canada hanno fatto notizia nel 2011 quando hanno detto al parlamento canadese che la pedofilia è un "orientamento sessuale" paragonabile all'omosessualità o all'eterosessualità. Il video seguente mostra che la simpatia per i pedofili è una delle "cause" dei radicali di sinistra (Antifa), che spesso possono essere visti portando segni che indicano ''Non Picchiate i Pedofili''.


All'indomani dello scandalo di Jimmy Savile nel Regno Unito, il Guardian ha pubblicato un articolo con l'inquietante asserzione che "non esiste nemmeno un consenso accademico completo sul fatto che le relazioni pedofili consensuali causino necessariamente danni". Anche il New York Times ha pubblicato un articolo in cui si dice che la pedofilia non dovrebbe essere un crimine. Sminuendo gli orrori della pedofilia in questo modo, i media rappresentano anche i pedofili come vittime del loro ''orientamento sessuale'' piuttosto che i predatori che sono. Anche se questo può essere vero per alcune persone con gravi disturbi psicologici, è già stato dimostrato che tali indicazioni sono usate come scusa da pedofili inveterati e pedofili abusanti.

Robert M, un pedofilo olandese noto per aver stuprato 87 bambini tra il 2007 e il 2010, ha detto a un tribunale olandese che il suo "orientamento sessuale" è una "maledizione" e che semplicemente non è riuscito a controllare i suoi impulsi. Eppure, secondo i contatti che lo conoscevano via Internet, M. era anche molto orgoglioso delle immagini che scattava e si vantava spesso di loro. "Quello che ha fatto è stato estremo. Non gli importava se i bambini piangessero", disse un contatto.

Tutto quanto sopra non costituisce un'eccezione: la spinta a normalizzare la pedofilia diventa sempre più evidente di giorno in giorno.

Allora, cosa c'entra la "rivoluzione di genere" con la normalizzazione della pedofilia? Troviamo un indizio dai principali accademici e sostenitori della "teoria di genere'' nei Paesi Bassi. Uno di loro è Gert Hekma, un forte sostenitore della legalizzazione della pedofilia, che fornisce una panoramica dei suoi processi di pensiero inquietanti nell'intervista seguente (l'articolo completo si trova qui):
Gert Hekma
Gert Hekma: [...] C'è l'idea che quando se si tratta di sesso, non può accadere alcuna pressione. Questo è il grande problema con la pedofilia, perché questo comporta equilibri di potere ineguali, e questi uomini, costringono al sesso i bambini che non lo vogliono. Per quanto riguarda Sade, è come se avessi bisogno di essere costretto un po' a imparare quello che ti piace. Lo accettiamo in molti, molti ambiti. Sei costretto ad andare a scuola. Sei costretto da bambino a mangiare il cibo. Sei costretto ad andare in bagno ordinatamente in certi momenti. Il bambino è costretto a fare determinate cose all'infinito, ma quando si tratta di sesso, improvvisamente non è più permesso. Sade indica: Con un po' di pressione si impara quanto è bello il sesso.

Intervistatore: Si potrebbe dire che è consentita una piccola pressione, ma si potrebbe anche dire che la pressione in tutte queste altre aree potrebbe essere molto meno obbligatoria.

Gert Hekma: Possiamo discuterne. Penso che si debbano costringere i bambini. I bambini sono creaturine che si annoiano anche loro, ed è necessario metterli sulla strada giusta in un dato momento. E questo vale anche per il sesso. [...]

Intervistatore: Lei stesso continua a guardare con interesse erotico a un ragazzo o forse a una ragazza che non ha ancora sedici anni?

Gert Hekma: Beh, è inevitabile. Se non lo fai, sei pazzo.

Intervistatore: Sareste a favore di un'età del consenso in relazione ai contatti sessuali o pensate che il rapporto stesso debba sempre essere considerato?

Gert Hekma: Sarei molto più favorevole a quest'ultimo, naturalmente. Questo è il sistema russo degli anni Venti. Ma non si trattava di nulla, perché era una dittatura. Così, quando era conveniente, è stato comunque perseguitato, ma ha funzionato bene in questo modo. Il Ministro Visser ha anche detto che qualsiasi età di consenso è piuttosto arbitraria. Si può dire a dodici, ma ci sono anche bambini che sono pronti a fare sesso a dieci o sei anni. [...]
Più tardi nel corso dell'intervista Hekma ha detto: ''I bambini di oggi vengono esposti al materiale sessuale tutti i giorni, scoprono le loro preferenze sessuali prima o poi, ecc, quindi, la società dovrebbe fare qualcosa a riguardo". Così, mentre predicano la libertà per i bambini attraverso la "rivoluzione di genere", i media spingono verso l'ipersessualizzazione dei giovani. Stanno creando un generazione di bambini plagiati, dopo essere stati esposti a così tanto materiale sessuale fin dalla più tenera età, che finiranno per pensare che vogliono far sesso.

Non fattevi ingannare, la promozione della pedofilia avviene sotto forma di politiche liberali come la "rivoluzione di genere".

I mali sociali come la campagna a favore dei pedofili possono essere ritratti come semplici tempeste in tazze da tè, idee folli sostenute solo da minoranze di individui patologici. Tuttavia, il caso che ho illustrato qui suggerisce che si tratta di una questione seria che riguarda tutta la società. Quelli che chiudono gli occhi a tale pericolo corrono il rischio di farlo prendere slancio al punto che un giorno ci sveglieremo per scoprire che la pedofilia è diventata un orientamento sessuale "normale" legalmente protetto.

Nelle nazioni Occidentali, le leggi che favoriscono la normalizzazione della pedofilia vengono presentate e approvate quasi ogni giorno, la divisione viene fomentata, incoraggiata dall'odio, le famiglie distrutte e la vita dei bambini rovinata fin dalla più tenera età. Chiunque non accetti questa ideologia radicale di sinistra viene etichettato come sessista, razzista,' nazista', 'omofobo'. Attraverso l'accettazione diffusa del "crimine" di "discriminazione", chiunque non sia d'accordo con questa ideologia viene messo a tacere in un modo o nell'altro.

Putin, Una Voce Solitaria Della Coscienza Contro l'Elite Pedofila

La consapevolezza della pedofilia in luoghi molto alti della società moderna occidentale è aumentata da diversi decenni. Il potere attira gli psicopatici, gli psicopatici molestano i bambini e sanno che possono farla franca solo se assumono posizioni di potere. Questa combinazione di ponerizzazione dall'alto verso il basso e il crescente potere dei politici è la ragione per cui la pedofilia prevale ai vertici del potere. Il fatto che i politici pedofili siano facilmente ricattati è un altro fattore.

Non è sorprendente che la pedofilia sembra essere diffusa in quella palude che è Washington DC. Secondo l'ex congressista Cynthia McKinney, se i fatti fossero mai venuti alla luce sulle reti di pedofili della DC, ciò avrebbe annientato il partito democratico e quello repubblicano. Ascoltate anche questo breve frammento audio in cui l'ex sindaco di Londra, Ken Livingstone, parla del ruolo che l'MI5 ('i servizi segreti' del Regno Unito) svolge nelle reti pedofile del Regno Unito.

Ovunque si vedano i mezzi di comunicazione dell'establishment che adottano un atteggiamento favorevole alla pedofilia (che è abbastanza evidente in tutto il mondo Occidentale), si può essere abbastanza sicuri che il paese in questione sia governato da un gruppo di psicopatici o comunque da individui seriamente disturbati caratterialmente.

Vladimir Putin sembra essere l'unico leader mondiale che comprenda questa minaccia e che si sia espresso pubblicamente per proteggere il suo popolo e la sua società. Secondo il presidente Russo, le élite Occidentali hanno creato una cultura di "eccessiva, esagerata correttezza politica" che è così distruttiva che porterà alla distruzione della civiltà Occidentale se non verrà arrestata.
Putin
Gli eccessi e le esagerazioni di correttezza politica in questi paesi portano effettivamente a una seria considerazione per la legittimazione dei partiti che promuovono la propaganda della pedofilia. [...]

E questi paesi cercano di imporre questo modello ad altri paesi, a livello globale. Sono profondamente convinto che questo sia un modo diretto per far degradare e primitivizzare la cultura. Questo porta ad una crisi demografica e morale sempre più grave in Occidente. (Fonte)
Il Presidente Russo ha inoltre chiarito, durante un'intervista, che la Russia non accetterebbe mai la pedofilia, a differenza delle nazioni dell'Europa Occidentale e degli Stati Uniti."Il popolo russo piuttosto prenderebbe le armi che accettare la pedofilia", ha detto.

Mentre una persona normalmente funzionante vede le azioni dei pedofili per quello che sono - disgustose e traumatizzanti (per i bambini, non per i predatori) - gli psicopatici al potere si sforzano di rendere ogni stile di vita, per quanto odioso o barbaro, accettabile. Così essi (de)formano l'umanità nella loro immagine deviante.

La pedofilia continuerà a prosperare finché le persone saranno ignare dell'esistenza di coloro che sono geneticamente incapaci di empatia e che possono raggiungere alte posizioni di potere attraverso la loro naturale astuzia e inganno. Ci deruberanno della nostra umanità, coscienza e anima se non prendiamo una posizione come società.
Poiché noi non lottiamo contro la carne e il sangue, ma contro i principati, contro i poteri, contro i governanti delle tenebre di questo mondo, contro la malvagità spirituale nei luoghi alti. Efesini 6:12